Si comincia a scrivere sui casi UFO sovietici e i file segreti del KGB. In questo sito trovae alcuni scritti su fatti, libri ed avvistamenti. I piloti russi hanno incontrato strane luci in cielo esattamente come quelli di altri Paesi. I soldati hanno assistito ad avvistamenti di oggetti che si muovevano come nessun aereo umano può fare. Questo articolo è tratto da una pubblicaizone del The Sun britannico ad opera di Taric Tahir e rivisto ed in parte riscritto dal sottoscritto.

I docu-file appena scoperti sono risalenti all’era della Guerra Fredda. Essi rivelano che non erano solo gli Stati Uniti a sperimentare incontri con strani oggetti nel cielo. Inoltre ci dicono che lo stesso fenomeno si stava osservando anche nell’Unione Sovietica ed altrove.

file segreti russi
Documenti del KGB che mostrano uno schizzo di una forma a piattino che spara un raggio’.
file segreti russi
Soldati e aviatori nei documenti rivelano i loro incontri ravvicinati con gli UFO.
file segreti russi
I file sugli UFO sono stati rilasciati dal KGB a un ex cosmonauta negli ultimi giorni della Guerra Fredda.

I documenti del KGB

I documenti del KGB mostrano decine di rapporti di soldati, aviatori e piloti russi mentre osservavano forme inquietanti, oggetti enormi, luci scintillanti e lampi misteriosi.

Alcuni dei rapporti più sorprendenti includono la testimonianza di un Colonnello russo che ha riferito di un oggetto mutaforma che ha sparato un “raggio di luce” verso il suolo.

Altri includono un pilota di un caccia MiG-21 che è rimasto sconcertato da un oggetto misterioso. Un testimone ha visto un oggetto che non si muoveva come nessuna macchina umana conosciuta e lo ha descritto.

I documenti ed il The SUN

The Sun Online discute di questi documenti mentre in Russia si dibatte l’argomento , che è diventato un tema caldo a Washington DC, anche se discusso come fenomeno UAP.

Dmitry Rogozin, il capo di Roscosmos – La risposta di Mosca alla NASA, ha confermato che anche i piloti russi hanno incontrato misteriosi velivoli e ha detto che Mosca sta indagando sugli UFO. A tal proposito vedi anche video a seguire:

E i file segreti del KGB sugli UFO sono stati scoperti dalla comunità ufologica e di ricerca misterica dopo che sono stati inviati per la prima volta al Maggiore Generale Pavel Popovich, uno dei primi cosmonauti sovietici e il primo ucraino a volare nello spazio.

L’astronauta russo/ucraino Pavel Popovich.

Sembra che i documenti siano stati forniti a The Sun Online da UAP Media UK. Si tratta di un gruppo dedito a indagare e lavorare affinchè si svolga una discussione più seria e trasparenza sugli UFO e i fenomeni correlati.

I file segreti ruussi sugli UFO secondo Grame Rendall

Graeme Rendall, di UAP Media UK, un ricercatore che ha scritto libri sull’argomento UFO ed aviazione, ha detto a The Sun Online: “Questi rapporti tradotti, potrebbero non fornire una risposta piacevole e chiara agli UFO, ma forniscono un contrasto alla spesso” ogni cosa indica quindi che i fenomeni scnosciuti sono globali e non una esclusiva americana. Da ufologo e ricercatore ovviamente questo lo so bene e non avevo bisogno di conferme, invece per il pubblico meno informato è quasi un obbligo conoscere documenti, info e prove che dano una infarinatura o addirittura rispsote e certezze.

“Misteriosi mezzi sono stati visti in tutto il mondo, anche in un paese governato da un regime noto per nascondere verità scomode – e ora sappiamo che gli UFO erano un altro di questi”. Qui Rendall o il giornalista del The SUN, sinceramente non si capisce bene chi dei due afferma come la segretezza eccessiva ed incondizionata dell’URSS tenessero segreti incluso quello degli UFO. Vorrei aggiungere e sottolineare che negli USa e molti altri Paesi la situazione era identica e per certi versi lo è ancora. avrei quindi evitato questa specificazione e presa di pozione a mio avviso inutile e poco corretta se vista a livello globale e non in specifico della CCCP.

Gli UFO e i cosmonauti Popovich

Il Maggiore Generale Popovich è stato uno dei primi 20 cosmonauti ed era candidato ad essere il primo cosmonauta, ruolo che poi spettò invece a Yuri Gagarin.

Il Colonnello Marina Popovich.

Popovich comandò l’astronave Vostok 4, che volò nello spazio per quattro giorni nell’agosto 1962 e continuò ad addestrare la successiva generazione di uomini spaziali sovietici, che divennero come lui grandi erori della patria e tra gli astronauti più famosi del mondo.

La moglie del Generale, il Colonnello Marina Popovich, era anche un’appassionata cacciatrice di UFO oltre ad essere un leggendario pilota collaudatore supersonico noto come “Madame MiG”. Ha scritto un libro sull’argomento, ha fatto una campagna per la divulgazione e ha affermato che Mosca era in possesso di almeno cinque frammenti di UFO (la traduzione potrebbe però essere errata e potrebbe trattarsi di 5 UFO e non 5 frammenti).

Entrambi hanno chiesto maggiori informazioni sull’argomento UFO fino alla loro morte nel 2009 per Pavel e nel 2017 per Marina. Madame MiG, pianificava di fare pressioni al Governo degli Stati Uniti sulla questione UFO prima della sua morte. Evidentemente non arrivo a farle.

I file segreti rilasciati al maggiore Generale Popovich

La prima volta che questi documenti furono rilasciati, vennero consegnati a Pavel il 24 ottobre 1991. Le oltre 100 pagine di documenti conosciuti come “The Blue Folder” alla fine sono emersi anche in Occidente. I documenti gli furono rilasciati appena 63 giorni prima del crollo totale dell’Unione Sovietica. In quello stesso periodo, il KGB vendette alla CIA circa un migliaio di file segreti sugli UFO in URSS per poche migliaia di dollari, si trattava di una parte dei più importanti segreti UFO dell’Unione sovietica.

Al Maggiore Generale sono stati inviati i documenti dal KGB, che affermano, che mentre non indagavano “sistematicamente” sui “cosiddetti oggetti volanti non identificati”, hanno ricevuto informazioni a riguardo da fonti interne. Quindi il rappresentante di Vadim Bakatin, che è stato l’ultimo presidente del KGB fino al suo scioglimento, gli ha inviato i file.

Rapporti segreti e testimonianze

Rapporti sorprendenti includono i resoconti di testimoni a Burkhala e Magadan, che hanno visto apparire un oggetto “rosso splendente” per 30 minuti il ​​21 ottobre 1989. Uno dei testimoni, che si dice abbia lavorato al centro spaziale del cosmodromo di Baikonur, ha stimato che l’oggetto si stesse muovendo a circa 600 miglia all’ora.

RUSSIA – 17 AGOSTO: Cosmonauta russo con abiti spaziali Pavel Popovich durante il test, in Russia, il 17 agosto 1962. (Photo by Keystone-France/Gamma-Rapho via Getty Images) Credito: Getty.
B92271 Pilota collaudatore Marina Popovich moglie del cosmonauta Pavel Popovich Credito: Alamy.

Il testimone precedentemente annunciato, ha osservato che “nessuno degli apparati volanti a lui noti poteva eseguire tali movimenti”, così si legge nel documento. L’oggetto è stato descritto come a forma di “sigaro o pesce”. quest’UFO era circondato da nove luci. Secondo quanto riferito, la forma è stata osservata da due gruppi di testimoni oculari e da due punti di vista separati nella stessa area.

Un altro avvistamento è stato riportato da un Tenente Colonnello pilota il cui cognome faceva Konov. Egli ha descritto i piloti del MiG-21 che hanno incontrato un oggetto il 9 settembre 1989.

“Abbiamo osservato un piccolo accumulo di luci lampeggianti, simili alle luci di segnalazione dei treni e delle auto”, queste sono le parole scritte da Konov. Egli ha detto che uno dei piloti ha descritto l’oggetto come un “camion interessante” poiché l’hanno osservato due volte durante tre voli vicino a Volgograd.

Anche il capo pilota Sergei Petrovich Sachkov ha descritto lo stesso incontro, descrivendo di aver visto “due luci scintillanti rosso violetto” mentre il Tenente Aleksander Alekseyevich Selyutin ha descritto un “punto rosso pulsante” sospeso nel cielo.

Uno dei resoconti più sorprendenti della Russia

E in uno dei resoconti più sorprendenti, che il Tenente Valerii Voloshin descrisse l’osservazione di un oggetto per due volte che aveva la forma di un “disco con una semisfera in cima” il 28 luglio 1989. In pratica il classico disco volante a doppio piatto con la cupoletta. I comandanti sovietici fecero decollare un jet da combattimento per intercettarlo, ma il pilota non riuscì ad avvicinarsi abbastanza all’UFO.

Egli ha descritto di aver assistito all’oggetto lampeggiante, che volava basso sul suolo e sembrava sparare un “raggio” verso il terreno, interessandosi in particolare alle “scorte di armi a razzo”, sembra che quindi esaminasse le armi antiaere. Voloshin ha affermato che il suo capitano aveva inviato la notizia di un “disco volante”, e ha persino fornito uno schizzo dell’oggetto che mostrava un’inconfondibile forma a disco. Egli dice “I movimenti dell’oggetto erano in qualche modo irregolari, a volte si muoveva rapidamente lateralmente o verticalmente”.

Altri resoconti da file segreti del KGB sugli UFO

Altri resoconti includono un testimone che ha descritto di aver visto “un oggetto che era più grande di qualsiasi aereo e somigliava a un razzo volante e veloce” e piloti di compagnie aeree commerciali che hanno incontrato “oggetti luccicanti” mentre volavano poco fuori Mosca.

Un cacciatore afferma di aver avvistato un UFO con un “fascio di luce” che ha impedito l’avvio del motore della sua barca, mentre uno scambio tra il controllore del traffico aereo e un aereo è incluso nei file che descrivono un incontro con un’imbarcazione a forma di “losanga”.

Credit: The Moscow times.

Rendalll continua a parlare dei file segreti del KGB al The SUN

Il signor Rendall ha dichiarato a The Sun Online: “Sebbene l’accuratezza e la veridicità di questi rapporti del KGB sugli avvistamenti di UFO negli anni ’80 potrebbero non essere mai verificabili al 100%, costituiscono un tesoro di informazioni che solleva il coperchio su un segreto altrimenti oscuro della Guerra Fredda”. Per quanto mi riguarda la cosa vale anche per i rapporti statunitensi, britannici o di altri Paesi.

“Anche il personale militare, gli equipaggi dell’Aeroflot e i normali cittadini russi hanno visto gli UFO. In molti casi sono incluse le lettere e le dichiarazioni in cirillico originali, complete di disegni e schizzi degli oggetti visti.“.

“Ignorando la differenza negli alfabeti scritti, assomigliano molto ai rapporti trovati nei vecchi documenti del programma di indagine sugli UFO del Progetto Blue Book dell’USAF degli anni ’50 e ’60. Vorrei sottolineare che l’URSS aveva i propri Servizi Segreti incaricati di investigare il fenomeno UFO, per esempio il Project GREED (Griglia).

“I sovietici stavano chiaramente cercando risposte al fenomeno”.

Conclusioni

Washington DC è stata in fermento con i discorsi sugli incontri inspiegabili, ora più comunemente chiamati Unidentified Aerial Phenomena (UAP). E sembra che la discussione abbia ora colpito Mosca e sappiamo che anche Pechino se ne sta interessando. in realtà anche il giappone ed altri Paesi, se ti interessa approfondire vedi i video a seguire:

Il capo spaziale di Vladimir Putin, Rogozin, ha detto alla TV di stato russa di credere nell’esistenza della vita aliena e ha affermato che le civiltà extraterrestri potrebbero essere più avanzate degli umani.

file segreti russi
Si presume che i piloti del MiG-21 abbiano incontrato UFO in Russia Credito: AP: Associated Press.

Egli ha confermato che Mosca sta “raccogliendo fatti” sugli UFO e ha persino affermato di aver collaborato con la NASA in tal senso. Rendendo noto e confermando allo stesso momento che le Agenzie spaziali non solo si interessano degli UFO ma si scambiano informazioni da sempre.

Gli UFO sono ora oggetto di discussione pubblica negli USA. Sono anche oggetto di studi da parte di ex funzionari dell’intelligence, ex militari, legislatori e la NASA negli Stati uniti. La Cina sta adoperando a tal fine persino una intelligenza Artificiale. Vedremo come la russia intende procedere a tal proposito.

Di Gabriele Lombardo

Gabriele Lombardo è nato il 17 gennaio 1975 a Palermo. Diplomato al Liceo Artistico e grafico per reti internet/intranet, egli ha acquisito nel tempo maggiori e più precise conoscenze artistico/culturali anche nel campo della clipeologia e degli studi associati e paralleli come il simbolismo, l’archeologia misteriosa e la paleoastronautica (teoria degli antichi astronauti). Esperienze E’ stato investigatore privato ed addetto alla sicurezza, cose che gli sono servite per sviluppare attitudini all’investigazione e le tecniche di analisi. Soprattutto ha sviluppato doti idonee ad un approfondito profilo di investigatore ufologico e del paranormale, nonché più generalmente di tipo misterico. E’ stato aspirante pubblicista-giornalista di controinformazione per quasi quattro anni, scrivendo di guerre, crisi internazionali, scienza, ufologia, archeologia del mistero, complotti internazionali, ecc.. a scritto per X-Time, Seven Network, Seven Radio, Il vespro ed altre riviste o network. Attualmente è anche autore. Convegni e conferenze Fin dall’età di tredici anni è stato appassionato di antiche culture, storia, scienza e misteri di tutti i tipi. Negli anni è stato testimone diretto ed indiretto di molti eventi ufologici ed alcuni paranormali. Nel 2006 intraprende il suo interesse verso l’ufologia, dopo circa sei anni dedicati al paranormale più in generale e comincia a scrivere in rete su vari blog e forum a tema misterico-ufologico. Nel 2010 ad Alcamo (Trapani) effettua il suo primo convegno pubblico con i rappresentanti di CUN, CISU ed un astronomo, su invito dell’Associazione Culturale Impronta di Palermo. Dopo aver fatto alcuni importanti convegni sulla controinformazione, il controspionaggio, la propaganda storica, l’ufologia storica, le scie chimiche e tecnologie come HAARP e MUOS, ha elaborato una propria tesi che unisce insieme la sperimentazione delle tecnologie sopracitate, il fenomeno ufo e le armi ad energia solida o ad energia più ingenerale (laser, microonde, ecc.). Ha anche effettuato un reportage fotografico sul MUOS durante la sua costruzione. Ruoli e gruppi fondati Gabriele Lombardo diventa Coordinatore e Responsabile per Il CUS (Centro Ufologico Siciliano) tra il 2011/2012, dove ha svolto indagini ufologiche territoriali, ha formato un gruppo di sostegno e ricerca per la Sicilia Occidentale, ed ha svolto attività convegnistiche organizzando con esso ben 3 convegni a Carini (Palermo); ha inoltre contribuito alla stesura di un Libro dal titolo “Gli Ufo in Sicilia – Parlano i Testimoni” di Salvatore Giusa, con alcuni casi indagati personalmente e documentati fotograficamente. Nel 2014 fonda l’Associazione Culturale “Nuovo Millennio – UFO Hunter Italia” poi chiusa i primi del 2018, di cui è stata Presidente, organizzando e partecipando come relatore o guida a 13 convegni (Trapani, Palermo, Carini, Caccamo), 10 skywatching ufo/astronomici e 3 gite archeologiche organizzate. Con la stessa Associazione e con il supporto di Giornalisti d’inchiesta, un tecnico del CIR di Roma e ricercatori indipendenti, ha condotto e documentato le indagini degli ultimi 5-6 anni presso Canneto di Caronia (Messina), dove autocombustioni, fenomeni magnetici, contatti alieni, fenomeni paranormali, eventi medianici, anomalie di vario genere ed avvistamenti UFO, hanno generato molte ipotesi. Ha anche condotto indagini sulle rotte UFO sopra le città di Palermo, Marausa-Birgi (Trapani) e Carini-Aeroporto Falcone Borsellino. Ha anche condotto indagini sulla casistica delle Province di Palermo, Trapani ed Agrigento per due anni. E’ anche stato autore di molti avvistamenti fotografati e ripresi. Ha organizzatore numerosi convegni e skywatching, spedizioni investigative, archeologiche ed antropologiche. Interviste ed esperienze radiofoniche e TV Gabriele Lombardo è stato in radio diverse volte come ospite per parlare di temi ufologici, di contattismo, scie chimiche, storia, occultismo, esoterismo, ecc.. E’ anche stato più volte ospite di una TV Monte Lepre (Palermo), dove ha coo-condotto come ospite speciale due trasmissioni a tema ufologico-scientifico-misterico affrontando temi come: il Meteorite di Celiabynsk, area 51, Casistica regionale siciliana e Roswell. Egli è stato intervistato dalla trasmissione TV Voyager dove ha potuto esporre una personale tesi che collegherebbe i fenomeni di Canneto di Caronia con le frane del Messinese di qualche anno fa. E’ stato anche intervistato per la galleria di Tremmonzelli in Sicilia (dove avvengono strani fenomeni, avvistamenti UFO e combustioni spontanee correlate ad anomalie magnetiche ed impulsi elettromagnetici o microonde). Gabriele è anche stato ideatore e Conduttore radiofonico della trasmissione “Nuovo Millennio” che andava in onda ogni venerdì dalle 22:00 alle 00:00 su Radio Carini, e condotta insieme ad altre persone. Gabriele Lombardo è anche cittadino di “Asgardia“, la prima Nazione spaziale che attualmente è in trattativa per un seggio all’ONU ed effettua missioni spaziali automatizzate. Egli ha anche un diploma ad Honorem causa “in antichi culti e religioni” Rilasciato dalla chiesa Universale degli USA ed è autorizzato Press presso la stessa istituzione negli Stati Uniti. Ora è ricercatore indipendente e ha dato e continua a dare il suo contributo alla formazione ed il mantenimento delle attività della F.U.I. (Federazione Ufologica italiana), di cui è uno dei promotori e fondatori. Ruoli nella FUI e pubblicazioni Allo stato attuale è a Capo di alcuni dipartimenti ed è vice Capodipartimento di altri. Nel 2019, ha contribuito alla stesura del libro: Il Paradosso di Fermi. “Where is everybody?” Ricerca Aerospaziale Quaderno n. 4 – Anno 2019 insieme a Dario Del Buono, Francesca Maria Manoni, Giuliana Conforto, Giuseppe GM Quartieri, Laura Quartieri, Paolo Saraceno, Piercamillo Quercia. Gabriele Lombardo si occupa anche di analisi foto video, di investigazione dei casi UFO, di fenomeni ad essi connessi e di tutto ciò che è mistero o scienza, scrive articoli e libri. Mail personale: gabrielelomb75@gmail.com

2 pensiero su “I file segreti sugli UFO dell’URSS rivelano che jet da combattimento hanno ricevuto attenzioni da strane luci e velivoli chiaramente non terrestri”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.