Maggio 22, 2024

Disclosure: nuove dichiarazioni sugli UFO, USO, UAP di Tim Gallaudet

0

L’Ex Direttore del NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration) Timothy Gallaudet è sempre più attivo nella Disclosure; egli fu anche Contrammiraglio dei Servizi Segreti della marina statunitense e Ufficiale delle US NAVY imbarcato, ha già spostato l’attenzione dei Media sulla questione UFO-UAP verso quelli che sarebbero i motivi per credere alle questioni ufologiche a sfavore delle recenti dichiarazioni dell’AARO volute dal Pentagono.

Quest’ultime affermazioni documentali rilasciate dagli incaricati di dare risposte sugli UAP, chiaramente volute per screditare proprio coloro che come David Grusch e lo stesso Gallaudet stanno portando alla luce, quei segreti che domani potrebbero demolire il Deep State e i poteri legati non solo alla questione della segretezza sulla vita extraterrestre, ma soprattutto ai segreti UFO ed allo sviluppo tecnologico avanzato.

Disclosure: nuove dichiarazioni sugli UFO, USO, UAP di Tim Gallaudet
Contrammiraglio Tim Gallaudet.

Sempre più attivo nella Disclosure

Adesso ha fatto di nuovo la stessa cosa di prima, ha cominciato a parlare di UFO ed USO, spostando l’ago della bilancia di nuovo da questa parte della barricata. Mentre gira la notizia che anche un’altra testimonianza al Congresso USA avrebbe attirato molte attenzioni, quella dell’ammiraglio a 4 stelle in pensione William McRaven, che però va ancora confermata al 100%. Gallaudet sposta il focus della ricerca sugli UAP dallo Spazio e i cieli al mare ed il mondo sottomarino, e dagli UFO agli USO, ovvero gli oggetti sottomarini non identificati.

YouTube player
YouTube player

Gallaudet, in qualità di ex Contrammiraglio della Marina USA, ha intervistato e raccolto le testimonianze di diversi: operatori marittimi, marinai, sommergibilisti ed ufficiali in un lavoro di inchiesta lungo diciotto mesi, così come esposto dal Telegraph. Egli si sta facendo sempre più voce di questo movimento che vuole la verità sul fenomeno degli UFO e soprattutto abolire il velo di segretezza, la Stigma sui testimoni e vuole la liberalizzazione dello sviluppo tecnologico da retroingegneria.

Oggetti sottomarini non identificati

Gli episodi narrati al Contrammiraglio dagli altri, concorderebbero sulla presenza di oggetti sconosciuti definibili transmediani, a volte osservati anche muoversi a grande velocità come nel caso dell’episodio documentato nel 2019 dalla USS Omaha nelle acque a sud di San Diego. In quel caso venne osservato un oggetto muoversi velocemente e poi immergersi in acqua e scomparire rapidamente sfidando qualsiasi legge della fisica e tecnologia umana. La letteratura sugli oggetti sottomarini non identificati è alquanto vasta, certo non quanto quella sui “normali” UFO. Vedi anche questi due video sul caso della Nave da battaglia Omaha.

YouTube player
YouTube player

Mi piace ricordare che il primo caso storico osservato e fotografato di un USO è stato in Norvegia, mentre di casi storici tra le varie marine militari di: Unione Sovietica, Russia, Svezia, Finlandia, Danimarca, USA, Regno Unito ed altri ve ne sono moltissime, non di meno di altri Paesi, giusto per fare qualche esempio: Portorico, Messico, Australia, Canada, Cile e Argentina. Domani qui a seguire troverai anche il nuovo video sul Contrammiraglio Tim Gallaudet.

YouTube player

Conclusioni

Gallaudet è supportato nella sua ricerca dalla fondazione Sol, che risulta essere una sorta di luogo di riunione di accademici, militari, scienziati e funzionari interessati a fare luce sulla questione UFO-UAP e l’argomento USO. Il Contrammiraglio punta a portare avanti il suo lavoro utilizzando un piccolo sottomarino telecomandato, che gli consentirà di investigare su una anomalia rilevata sui fondali marini davanti alle coste californiane, che molti identificano come un luogo dove potrebbe celarsi una base sottomarina aliena.

La spinta prioritaria verso una ricerca più approfondita è che queste anomalie potrebbero rappresentare minacce per la sicurezza della navigazione in mare. ci sono comunque molti altri fattori, per esempio la ricerca, l’innovazione, le anomalie magnetiche o oceaniche, relitti inspiegabili e tanto altro ancora, vedi i seguenti video ed articoli a riguardo. Articolo su Gordon Cooper tra: relitti alieni, avvistamenti ed atterraggi UFO

YouTube player

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *