Luis Elizondo

Luis Elizondo ha recentemente sostenuto, che gli UFO sono minacce aerospaziali avanzate, che non provengono né dalla Russia, né dalla Cina e nemmeno dagli stessi USA, egli ha anche sostenuto che in passato sono stati interessati a bloccare le difese e le armi nucleari. Nell’articolo vi riporto la notizia così come uscita su Sputnik, ed anche su altre testate giornalistiche internazionali; ma prima dobbiamo fare un passo indietro.

Gli incidenti UFO che paralizzarono i missili con testate nucleari

Star & Stripes ha citato l’ex capitano dell’aeronautica Robert Salas, che si trovava alla base aeronautica di Malmstrom nel Montana nel 1967 quando 10 ICBM che stava supervisionando sono diventati improvvisamente inoperanti – allo stesso tempo la sicurezza della base lo ha informato di un misterioso oggetto rosso incandescente nel cielo sopra i silos missilistici .

Robert Jamison, un Ufficiale di puntamento dei missili nucleari dell’USAF in pensione, ha raccontato di diverse occasioni in cui è stato necessario uscire e “riavviare” i missili, che erano stati disattivati, dopo che gli UFO erano stati avvistati nelle vicinanze. Avvistamenti simili in siti nucleari sono avvenuti anche nell’ex Unione Sovietica e in Gran Bretagna e non erano correlati, ma sono avvenuti con le stesse medesime condizioni.

Altri casi storici che vanno oltre alle affermazioni di Luis Elizondo

A questo punto sarebbe inutile ricordare che ci sono casi ufologici, che dimostrerebbero, che in effetti una minaccia extraterrestre ci sarebbe e sarebbe pure documentata. Oltre ai più famosi casi di blocco delle testate nucleari, ci sono abbattimenti di caccia militari, scontri con gli alieni, ecc.. che ci si creda o meno, documentati dalla CIA e dall’ex KGB. Sto parlando per esempio del caso di Portorico, in cui caccia F-14 Tom Cat si scontrarono con un UFO ed ebbero la peggio, del caso del Comandante Manthell, quello dei soldati russi pietrificati e tanti altri.

Qui a seguire vi inserirò alcuni video ed articoli, che parlano di questi argomenti, giusto per darvi l’infarinatura necessaria, che serve a non cadere nel trabocchetto mediatico, che cerca di rasserenare tutti “che non ci sono minacce e non esiste il male al dì fuori dell’umanità”. Naturalmente per male intendo le cattive intenzioni e le azioni negative, non il male come concetto astratto in contrapposizione al bene altrettanto astratto. Vi invito anche a leggere un mio vecchio articolo che parla di alieni buoni e cattivi, che spiega proprio il mio punto di vista. Oggi più attuale che mai:

Caccia americani distrutti da un UFO a Portorico

Il Senatore USA Blumenthal parla di minacce aliene alla discussione del Congresso per l’approvazione del budget alle Space Force

Mutilazioni umane e misteri UFO – i più importanti casi

Il caso del pilota Thomas Mantell

Con l’incidente di Thomas Mantell ci si riferisce a uno dei primi e più pubblicizzati rapporti sugli UFO; esso è inoltre ricordato come il primo avvistamento collettivo di UFO. L’avvistamento, avvenuto nel gennaio 1948, è ricordato come l’incidente di Thomas Mantell per via della morte del venticinquenne pilota della guardia aerea nazionale del Kentucky, il capitano Thomas F. Mantell, durante l’inseguimento dell’UFO.

Wikipedia

Per un dettagliatissimo resoconto vi invito a leggere questo articolo nel sito della Federazione Ufologica Italiana, scritto dall’amico e collega Dario Del Buono. Vorrei comunque sottolineare, che esiste anche l’ipotesi dell’abbattimento del Caccia e lo scontro in aria tra i due velivoli, con naturalmente la distruzione del caccia.

Il documento che mostra l’accordo segreto tra le due super potenze della Guerra Fredda, in caso di problemi con gli alieni

Quando i caccia sovietici tentarono di abbattere un UFO sigariforme

Quando i soldati russi abbatterono per errore un UFO e morirono tutti uccisi dagli alieni

Qui a seguire vi propongo il testo originale recuperato da Sputnik che parla delle ultime affermazioni di Luis Elizondo

UFOs Repeatedly ‘Took Offline’ US Nuclear Capabilities, Ex-Chief of Pentagon Secret Unit Says

11:07 GMT 09.06.2021 (updated 11:09 GMT 09.06.2021)

WASHINGTON (Sputnik) – Unidentified flying objects (UFO) have repeatedly meddled with US nuclear technology, forcing some facilities to go offline, ex-head of Pentagon’s Advanced Aerospace Threat Identification Program, Luis Elizondo, told The Washington Post.

The revelation comes ahead of the release of an unclassified report on unidentified aerial phenomenons (UAPs) observed by US Navy pilots, which is expected to be submitted to Congress later in June.

“Now in this country we’ve had incidents where these UAPs have interfered and actually brought offline our nuclear capabilities,” Elizondo said in an interview.

While some may deem the incidents to be “something that is peaceful,” there is data suggesting that UFOs have meddled with other countries’ nuclear technology and “actually turned them on, put them online,” the expert said.

“I think that there is certainly at this point enough data to demonstrate there is an interest in our nuclear technology, a potential to even interfere with that nuclear technology,” Elizondo said, noting there is nothing surprising about a possible increased interest in US capabilities related to its nuclear technology.

Commenting on the upcoming report, the expert said that it “definitively stated once and for all” that UAPs were not US technology, neither was it Russian or Chinese technology.

La mappa (History Channel) delle strutture nucleari militari che hanno ricevuto blocchi ed altre stranezze da parte di UFO

Qui a seguire vi propongo il testo di Sputnik che parla di Luis Elizondo, tradotto

Gli UFO hanno ripetutamente “portato offline” le capacità nucleari degli Stati Uniti, afferma l’ex capo dell’unità segreta del Pentagono

Luis Elizondo
Luis Elizondo

WASHINGTON (Sputnik) – Oggetti volanti non identificati (UFO) si sono ripetutamente intromessi nella tecnologia nucleare degli Stati Uniti, costringendo alcune strutture ad andare offline, ha detto al Washington Post l’ex capo del Programma di identificazione delle minacce aerospaziali avanzate del Pentagono, Luis Elizondo.

La rivelazione precede la pubblicazione di un rapporto non classificato sui fenomeni aerei non identificati (UAP) osservati dai piloti della Marina degli Stati Uniti, che dovrebbe essere presentato al Congresso a giugno.

“Ora in questo paese abbiamo avuto incidenti in cui questi UAP hanno interferito e hanno effettivamente messo fuori uso le nostre capacità nucleari”, ha detto Elizondo in un’intervista.

Mentre alcuni potrebbero ritenere che gli incidenti siano “qualcosa di pacifico”, ci sono dati che suggeriscono che gli UFO si sono intromessi nella tecnologia nucleare di altri paesi e “in realtà li hanno accesi, messi online”, ha detto l’esperto.

“Penso che a questo punto ci siano certamente dati sufficienti per dimostrare che c’è un interesse per la nostra tecnologia nucleare, un potenziale anche per interferire con quella tecnologia nucleare”, ha detto Elizondo, notando che non c’è nulla di sorprendente in un possibile aumento dell’interesse per le capacità statunitensi relativo alla sua tecnologia nucleare.

Commentando il prossimo rapporto, l’esperto ha affermato di “affermare definitivamente una volta per tutte” che gli UAP non erano tecnologia statunitense, né tecnologia russa o cinese.

Vi invito a leggere anche questo articolo a seguire

Questa organizzazione americana raccoglie le testimonianze UFO di moltissimi piloti e personale delle forze armate americane e straniere.

Adesso cerchiamo di spiegare il contenuto di questo articolo, che ovviamente è in parte anche di propaganda, ma incentrato sulle recenti affermazioni di Luis Elizondo

Partendo dal presupposto che c’è poco da spiegare perchè le parole di Luis Elizondo parlano chiaro; mi sembra corretto accentuare alcuni punti chiave. Ribadisco ancora una volta che gli incidenti nucleari con missili ICBM contenenti testate nucleari, non sono stati solo negli USA, ma anche in URSS e Cina. Ora aggiungiamo con le parole dell’ex capo del gruppo studi UAP, che in alcuni casi, citando nuovamente i due Paesi stranieri, i missili sono stati attivati, è questo va considerato come una minaccia. Se ci ragioniamo un momento sopra, ci rendiamo conto che anche se la cosa fosse non intenzionale, cosa di cui dubito, i rischi permangono e quindi diventa lecito considerare questi atti una vera e propria minaccia.

Alcuni esempi storici che rafforzano le affermazioni di Luis Elizondo

A tal fine vi porgo un altro esempio, quello del famosissimo caso del Belgio degli anni 90, su cui spero di fare un video per il Canale Youtube UFO NEWS al più presto. Questi velivoli triangolari che volavano da una parte al’altra infrangendo i confini della NATO e del Patto di Varsavia, hanno più volte portato gli schieramenti al quasi scontro nucleare, per la convinzione da ambe le parti, che i velivoli fossero del nemico, oltre confine e che arrivassero per un attacco. Tornando a Luis Elizonzo, sottolineo un’altra importantissima affermazione, gli UAP studiati, non sono né americani, né russi, né cinesi, escludendo l’appartenenza a questi tre Paesi in modo categorico.

A seguire vi inserisco tre video girati da un sottomarino USA Trepang e che riguarderebbero forse proprio giganteschi UFO transmedianici. Purtroppo quando ho registrato l’audio del primo video, stavo male, quindi l’audio è risultato con un tono monotono, ma vi chiedo di badare al contenuto e non alla voce in sè.

Quel caso di Wikileks ormai sparito dalla rete

Voglio farvi un ultimo esempio. Qualche anno fa, Wikileks ha rilasciato un documento in cui si parlava di minaccia da parte di giganteschi UFO tra il Sud America e l’Antartide. Questi, pur non avendo intenzioni ostili, con il loro fare indifferente, hanno in più occasione messo a rischio navi passeggeri e militari. Come? Semplicemente uscendo improvvisamente dal mare e generando tsunami, che hanno quasi capovolto le imbarcazioni. Lo stesso documento parlava di un rapida guerra tra la flotta USA (con la partecipazione di unità navali di mezzo mondo) nel 2004 e questi UFO. Ma è impossibile ritrovare il documento. Quindi prendiamolo con precauzione e pinze.

Conclusione

Forse dovremmo rivedere il nostro concetto di minaccia. Probabilmente dovremmo immedesimarci di più nel mondo militare e dei Servizi. Forse dobbiamo scorporare il concetto di bene e male quando parliamo di possibili forme di vita aliene ed intelligenti. Ed ancora di più se parliamo di presunte civiltà e visitatori. Dobbiamo imparare a capire, soprattutto, che minaccioso o pericoloso, così come più comunemente si dice, non definiscono necessariamente una minaccia diretta. Infatti, la definizione in se, non sottintende la necessità che ci vogliano invadere ed annientare o sottomettere, ma qualcosa di più generico. Questo, potrebbe più semplicemente essere frutto di indifferenza o mancanza di interesse nei nostri confronti o della nostra sicurezza. Sottolineo quindi, che le parole di Elizondo in effetti sono interessanti, danno piccole conferme, ma non dicono nulla di nuovo che la logica da se ci dice da sempre.

Di Gabriele Lombardo

Gabriele Lombardo è nato il 17 gennaio 1975 a Palermo. Diplomato al Liceo Artistico e grafico per reti internet/intranet, egli ha acquisito nel tempo maggiori e più precise conoscenze artistico/culturali anche nel campo della clipeologia e degli studi associati e paralleli come il simbolismo, l’archeologia misteriosa e la paleoastronautica (teoria degli antichi astronauti). Esperienze E’ stato investigatore privato ed addetto alla sicurezza, cose che gli sono servite per sviluppare attitudini all’investigazione e le tecniche di analisi. Soprattutto ha sviluppato doti idonee ad un approfondito profilo di investigatore ufologico e del paranormale, nonché più generalmente di tipo misterico. E’ stato aspirante pubblicista-giornalista di controinformazione per quasi quattro anni, scrivendo di guerre, crisi internazionali, scienza, ufologia, archeologia del mistero, complotti internazionali, ecc.. a scritto per X-Time, Seven Network, Seven Radio, Il vespro ed altre riviste o network. Attualmente è anche autore. Convegni e conferenze Fin dall’età di tredici anni è stato appassionato di antiche culture, storia, scienza e misteri di tutti i tipi. Negli anni è stato testimone diretto ed indiretto di molti eventi ufologici ed alcuni paranormali. Nel 2006 intraprende il suo interesse verso l’ufologia, dopo circa sei anni dedicati al paranormale più in generale e comincia a scrivere in rete su vari blog e forum a tema misterico-ufologico. Nel 2010 ad Alcamo (Trapani) effettua il suo primo convegno pubblico con i rappresentanti di CUN, CISU ed un astronomo, su invito dell’Associazione Culturale Impronta di Palermo. Dopo aver fatto alcuni importanti convegni sulla controinformazione, il controspionaggio, la propaganda storica, l’ufologia storica, le scie chimiche e tecnologie come HAARP e MUOS, ha elaborato una propria tesi che unisce insieme la sperimentazione delle tecnologie sopracitate, il fenomeno ufo e le armi ad energia solida o ad energia più ingenerale (laser, microonde, ecc.). Ha anche effettuato un reportage fotografico sul MUOS durante la sua costruzione. Ruoli e gruppi fondati Gabriele Lombardo diventa Coordinatore e Responsabile per Il CUS (Centro Ufologico Siciliano) tra il 2011/2012, dove ha svolto indagini ufologiche territoriali, ha formato un gruppo di sostegno e ricerca per la Sicilia Occidentale, ed ha svolto attività convegnistiche organizzando con esso ben 3 convegni a Carini (Palermo); ha inoltre contribuito alla stesura di un Libro dal titolo “Gli Ufo in Sicilia – Parlano i Testimoni” di Salvatore Giusa, con alcuni casi indagati personalmente e documentati fotograficamente. Nel 2014 fonda l’Associazione Culturale “Nuovo Millennio – UFO Hunter Italia” poi chiusa i primi del 2018, di cui è stata Presidente, organizzando e partecipando come relatore o guida a 13 convegni (Trapani, Palermo, Carini, Caccamo), 10 skywatching ufo/astronomici e 3 gite archeologiche organizzate. Con la stessa Associazione e con il supporto di Giornalisti d’inchiesta, un tecnico del CIR di Roma e ricercatori indipendenti, ha condotto e documentato le indagini degli ultimi 5-6 anni presso Canneto di Caronia (Messina), dove autocombustioni, fenomeni magnetici, contatti alieni, fenomeni paranormali, eventi medianici, anomalie di vario genere ed avvistamenti UFO, hanno generato molte ipotesi. Ha anche condotto indagini sulle rotte UFO sopra le città di Palermo, Marausa-Birgi (Trapani) e Carini-Aeroporto Falcone Borsellino. Ha anche condotto indagini sulla casistica delle Province di Palermo, Trapani ed Agrigento per due anni. E’ anche stato autore di molti avvistamenti fotografati e ripresi. Ha organizzatore numerosi convegni e skywatching, spedizioni investigative, archeologiche ed antropologiche. Interviste ed esperienze radiofoniche e TV Gabriele Lombardo è stato in radio diverse volte come ospite per parlare di temi ufologici, di contattismo, scie chimiche, storia, occultismo, esoterismo, ecc.. E’ anche stato più volte ospite di una TV Monte Lepre (Palermo), dove ha coo-condotto come ospite speciale due trasmissioni a tema ufologico-scientifico-misterico affrontando temi come: il Meteorite di Celiabynsk, area 51, Casistica regionale siciliana e Roswell. Egli è stato intervistato dalla trasmissione TV Voyager dove ha potuto esporre una personale tesi che collegherebbe i fenomeni di Canneto di Caronia con le frane del Messinese di qualche anno fa. E’ stato anche intervistato per la galleria di Tremmonzelli in Sicilia (dove avvengono strani fenomeni, avvistamenti UFO e combustioni spontanee correlate ad anomalie magnetiche ed impulsi elettromagnetici o microonde). Gabriele è anche stato ideatore e Conduttore radiofonico della trasmissione “Nuovo Millennio” che andava in onda ogni venerdì dalle 22:00 alle 00:00 su Radio Carini, e condotta insieme ad altre persone. Gabriele Lombardo è anche cittadino di “Asgardia“, la prima Nazione spaziale che attualmente è in trattativa per un seggio all’ONU ed effettua missioni spaziali automatizzate. Egli ha anche un diploma ad Honorem causa “in antichi culti e religioni” Rilasciato dalla chiesa Universale degli USA ed è autorizzato Press presso la stessa istituzione negli Stati Uniti. Ora è ricercatore indipendente e ha dato e continua a dare il suo contributo alla formazione ed il mantenimento delle attività della F.U.I. (Federazione Ufologica italiana), di cui è uno dei promotori e fondatori. Ruoli nella FUI e pubblicazioni Allo stato attuale è a Capo di alcuni dipartimenti ed è vice Capodipartimento di altri. Nel 2019, ha contribuito alla stesura del libro: Il Paradosso di Fermi. “Where is everybody?” Ricerca Aerospaziale Quaderno n. 4 – Anno 2019 insieme a Dario Del Buono, Francesca Maria Manoni, Giuliana Conforto, Giuseppe GM Quartieri, Laura Quartieri, Paolo Saraceno, Piercamillo Quercia. Gabriele Lombardo si occupa anche di analisi foto video, di investigazione dei casi UFO, di fenomeni ad essi connessi e di tutto ciò che è mistero o scienza, scrive articoli e libri. Mail personale: gabrielelomb75@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.