Qualche anno fa pubblicavo una serie di articoli a tema UFO, ma soprattutto sugli extraterrestri e i fenomeni annessi e connessi.

io voglio te

Adesso come allora, questo scritto vuole essere una riflessione su argomenti scottanti e perenni diatribe su bene e male ed alieni buoni o cattivi.

Dall’inizio dell’epoca ufologica moderna, abbiamo potuto acquisire maggiori elementi di studio e prove concrete anche se non empiriche, spesso sminuite o nascoste, sull’esistenza di intelligenze extraterrestri ed in costante visita del nostro mondo da molto tempo.

Esiste per tanto una logica classificazione di alieni atta a comprendere le tipologie di extraterrestri dal punto di vista culturale e sociale, dove le necessità e lo sviluppo delle stesse, decidono le sorti di intere specie ed anche la loro indole.

E’ altamente improbabile che tutte le specie extraterrestri, essendo più evolute tecnologicamente di noi lo siano anche in altri campi e che di conseguenza siano tutte pacifiche e spiritualistiche, come consuetudine sostenere nel mondo esoterico/ufologico ed in quello contattistico.

Alieni Pacifici?

Vediamo il perché.

  • Fenomeno MAM (Mutilazioni animali metodiche)
  • Fenomeno MUM (Mutilazioni umane metodiche)
  • Abduction (Rapimenti alieni)
  • Impianti di controllo, registrazione e localizzazione sugli esseri umani
  • Cancellazione della memoria degli addotti e rimozione o blocco dei ricordi
  • Probabile clonazione degli individui rapiti ed uso militare o medico di essi
  • Shock causato dal rapimento e da fattori conseguenti, questi ultimi spesso portano problemi sociali e turbe della psiche del soggetto
  • A questi dobbiamo aggiungere tutti quei fattori narrati da addotti, contattati non piacevolmente (almeno la prima volta), casuali spettatori, ecc., i quali parlano di problemi anche fisici e cicatrici o persino dell’asportazione dell’anima (quest’ultima cosa non è un pensiero da me condiviso) dalle persone, nonché di feti.

Dunque, tiriamo le somme e facciamo un discorso su bene e male: il seme del male nasce nell’individuo e per tanto può germogliare ovunque, bisogna quindi capire che il male assoluto non esiste, non come noi abitualmente lo descriviamo; infatti, esso non è altro, che il comportamento non consono, in molti casi tutt’altro che amichevole o addirittura dannoso, violento e pericoloso, almeno secondo i canoni comuni di chi osserva.

Canoni generali

Tutti i canoni vengono stabiliti su basi percentualistiche; es. l’altezza umana media viene stabilita prendendo un campione di tot persone misurandole, vediamo come: 10 persone saranno alte (170 cm), 10 (180 cm) e 10 (160 cm) il risultato sarà, 1700+1800+1600/30 quindi 5100/30=170 cm di media.

Lo stesso vale per la nostra casistica sul male, con la sola differenza che in questo come in altri canoni dove subentra la morale, non si compiono operazioni pratiche ma al contrario si traggono direttamente le conclusioni, ovviamente influenzate sempre dalla cultura e dalla società politico/religiosa.

Appurato quindi che comunque l’individualità porta anche a fare del male ad altre persone, ed in casi estremi persino alla violenza e la crudeltà, dobbiamo adesso capire a fondo cosa distingue i comportamenti culturali e le stesse culture anche nel caso di extraterrestri.

Perché una specie aliena potrebbe esserci ostile?

Partiamo subito da un presupposto: noi uomini, tendiamo a guerreggiare o a commettere atti poco amichevoli e per niente benevoli per i più vari motivi; quasi sempre se non individuali, essi sono l’effetto di bisogni, abitudini ecc..

Vediamone alcuni:

  • acqua
  • cibo
  • spazio vitale
  • sorgenti energetiche
  • materie prime
  • materiali rari
  • cavie da laboratorio (citando le abduction), ecc..
  • materiale genetico per uso scientifico e di ibridazione
  • studio delle strutture sociali
  • studio della storia di una civiltà simile
  • avamposti planetari

Ora perché mai lgli extraterrestri dovrebbero essere così diverse da noi?

extraterrestri eterei

Forse alcune specie extraterrstri lo sono perché avanzatissime, avranno superato i comuni problemi legati al corpo ed i suoi stessi bisogni, forse altri ancora poiché incorporei o essi stessi fonte di energia non hanno necessita. Ma non tutti saranno così; infatti le pulsioni legate al corpo, vanno in un modo o l’altro soddisfatte così come la sete di sapere.

Bisogni naturali

Se una razza di extraterrestri avesse bisogno di cibo e vedesse nelle fonti terrestri o in noi stessi un sostentamento come in molti film fantascientifici, cosa pensate farebbero?

Cosa credete farebbero gli extraterrestri se bisognosi di acqua trovassero il nostro mondo ricco di essa o se come i conquistadores spagnoli trovassero un metallo, che da potere e ricchezza (come l’oro presente in abbondanza sulla Terra) o se bisognosi di sostanze irreperibili o rare in altri mondi?

E se i loro mondi soffrissero di sovraffollamento e queste civiltà aliene avessero bisogno di altro spazio da colonizzare, un poco come sta succedendo a noi umani?

Minaccia ed ecosistema

Connsideriamo anche che noi, potremmo non apparire ad una specie extraterrestre come minaccia militare o addirittura come una civiltà sufficientemente meritevole ed evoluta, e potrebbero vederci come una facile preda da soggiogare o più semplicemente sarebbero indifferenti a noi.

Non dimentichiamo mai, che stiamo distruggendo il nostro ecosistema, stiamo bruciando la nostra atmosfera, inquinando la terra e le altre forme di vita del nostro pianeta, generando anche malformazioni e mutazioni fuori controllo, ed anche questo potrebbe essere motivo per un gruppo di extraterrestri per desiderare di estinguere o distruggere la razza umana.

Necessità

Adesso provate a rispondervi da soli, ricordate sempre, che un vecchio proverbio dice “la necessità fa virtù”. Siamo sicuri quindi che le nostre necessità e virtù siano le stesse di loro?

Potremmo inoltre anche giudicare alcuni comportamenti di un gruppo di extraterrestri amorali o addirittura definirli il male assoluto, ma essi sono insiti nella natura umana così come nella cruda realtà della natura in generale, che non conosce perdono, merito, pace o altri principi del bene, ma solo sopravvivenza e cambiamento, comportamenti che vengono definiti spesso istinti.

E’ forse una creatura malvagia il felino che uccide la preda per cibarsi? È forse pazzesco difendere il proprio spazio e le proprie risorse per la sopravvivenza dei propri cari, così come per chi si difende da aggressioni?

Le specie aliene probabilmente molteplici e diverse tra esse come le migliaia di culture sviluppatesi in tutto il mondo nei secoli o millenni, con le loro differenze i loro usi e costumi, potrebbero essere una minaccia per noi o no?

Io purtroppo propengo per il sostenere l’ipotesi del si. Sono infatti estremamente convinto che fra le razze spiritualistiche, energetiche, ecologiche e tecnocratiche, sicuramente qualcuna non è allineata con questi principi, ed è considerabile ostile.

Conclusioni

D’altro canto le navi extraterrestri sarebbero munite di armi, questo fa pensare, che li fuori forse qualche guerra c’è o c’è stata. In fondo le cose lassù non sono poi così diverse da quaggiù. D’altra parte secondo le teorie degli antichi astronauti, sono stati proprio gli dei alieni ad insegnare la guerra all’uomo, che prima di essi al massimo andava a caccia per nutrirsi.

Riflettete molto su quanto detto.

Questo articolo è stato pubblicato in precedenza sul blog (non più esistente) Scienze di Confine e Mistero (il mio blog personale) nel lontano 2004. Ritengo questo articolo, già ripubblicato nel 2018 nel sito della FUI, sempre valido ed attuale. Ed a questa pubblicazione ne faranno seguito altri sulla stessa tematica e non.

Vedi anche il seguente articolo “Abduction: tra fenomeno MAM ed interazioni aliene

Di Gabriele Lombardo

Gabriele Lombardo è nato il 17 gennaio 1975 a Palermo. Diplomato al Liceo Artistico e grafico per reti internet/intranet, egli ha acquisito nel tempo maggiori e più precise conoscenze artistico/culturali anche nel campo della clipeologia e degli studi associati e paralleli come il simbolismo, l’archeologia misteriosa e la paleoastronautica (teoria degli antichi astronauti). Esperienze E’ stato investigatore privato ed addetto alla sicurezza, cose che gli sono servite per sviluppare attitudini all’investigazione e le tecniche di analisi. Soprattutto ha sviluppato doti idonee ad un approfondito profilo di investigatore ufologico e del paranormale, nonché più generalmente di tipo misterico. E’ stato aspirante pubblicista-giornalista di controinformazione per quasi quattro anni, scrivendo di guerre, crisi internazionali, scienza, ufologia, archeologia del mistero, complotti internazionali, ecc.. a scritto per X-Time, Seven Network, Seven Radio, Il vespro ed altre riviste o network. Attualmente è anche autore. Convegni e conferenze Fin dall’età di tredici anni è stato appassionato di antiche culture, storia, scienza e misteri di tutti i tipi. Negli anni è stato testimone diretto ed indiretto di molti eventi ufologici ed alcuni paranormali. Nel 2006 intraprende il suo interesse verso l’ufologia, dopo circa sei anni dedicati al paranormale più in generale e comincia a scrivere in rete su vari blog e forum a tema misterico-ufologico. Nel 2010 ad Alcamo (Trapani) effettua il suo primo convegno pubblico con i rappresentanti di CUN, CISU ed un astronomo, su invito dell’Associazione Culturale Impronta di Palermo. Dopo aver fatto alcuni importanti convegni sulla controinformazione, il controspionaggio, la propaganda storica, l’ufologia storica, le scie chimiche e tecnologie come HAARP e MUOS, ha elaborato una propria tesi che unisce insieme la sperimentazione delle tecnologie sopracitate, il fenomeno ufo e le armi ad energia solida o ad energia più ingenerale (laser, microonde, ecc.). Ha anche effettuato un reportage fotografico sul MUOS durante la sua costruzione. Ruoli e gruppi fondati Gabriele Lombardo diventa Coordinatore e Responsabile per Il CUS (Centro Ufologico Siciliano) tra il 2011/2012, dove ha svolto indagini ufologiche territoriali, ha formato un gruppo di sostegno e ricerca per la Sicilia Occidentale, ed ha svolto attività convegnistiche organizzando con esso ben 3 convegni a Carini (Palermo); ha inoltre contribuito alla stesura di un Libro dal titolo “Gli Ufo in Sicilia – Parlano i Testimoni” di Salvatore Giusa, con alcuni casi indagati personalmente e documentati fotograficamente. Nel 2014 fonda l’Associazione Culturale “Nuovo Millennio – UFO Hunter Italia” poi chiusa i primi del 2018, di cui è stata Presidente, organizzando e partecipando come relatore o guida a 13 convegni (Trapani, Palermo, Carini, Caccamo), 10 skywatching ufo/astronomici e 3 gite archeologiche organizzate. Con la stessa Associazione e con il supporto di Giornalisti d’inchiesta, un tecnico del CIR di Roma e ricercatori indipendenti, ha condotto e documentato le indagini degli ultimi 5-6 anni presso Canneto di Caronia (Messina), dove autocombustioni, fenomeni magnetici, contatti alieni, fenomeni paranormali, eventi medianici, anomalie di vario genere ed avvistamenti UFO, hanno generato molte ipotesi. Ha anche condotto indagini sulle rotte UFO sopra le città di Palermo, Marausa-Birgi (Trapani) e Carini-Aeroporto Falcone Borsellino. Ha anche condotto indagini sulla casistica delle Province di Palermo, Trapani ed Agrigento per due anni. E’ anche stato autore di molti avvistamenti fotografati e ripresi. Ha organizzatore numerosi convegni e skywatching, spedizioni investigative, archeologiche ed antropologiche. Interviste ed esperienze radiofoniche e TV Gabriele Lombardo è stato in radio diverse volte come ospite per parlare di temi ufologici, di contattismo, scie chimiche, storia, occultismo, esoterismo, ecc.. E’ anche stato più volte ospite di una TV Monte Lepre (Palermo), dove ha coo-condotto come ospite speciale due trasmissioni a tema ufologico-scientifico-misterico affrontando temi come: il Meteorite di Celiabynsk, area 51, Casistica regionale siciliana e Roswell. Egli è stato intervistato dalla trasmissione TV Voyager dove ha potuto esporre una personale tesi che collegherebbe i fenomeni di Canneto di Caronia con le frane del Messinese di qualche anno fa. E’ stato anche intervistato per la galleria di Tremmonzelli in Sicilia (dove avvengono strani fenomeni, avvistamenti UFO e combustioni spontanee correlate ad anomalie magnetiche ed impulsi elettromagnetici o microonde). Gabriele è anche stato ideatore e Conduttore radiofonico della trasmissione “Nuovo Millennio” che andava in onda ogni venerdì dalle 22:00 alle 00:00 su Radio Carini, e condotta insieme ad altre persone. Gabriele Lombardo è anche cittadino di “Asgardia“, la prima Nazione spaziale che attualmente è in trattativa per un seggio all’ONU ed effettua missioni spaziali automatizzate. Egli ha anche un diploma ad Honorem causa “in antichi culti e religioni” Rilasciato dalla chiesa Universale degli USA ed è autorizzato Press presso la stessa istituzione negli Stati Uniti. Ora è ricercatore indipendente e ha dato e continua a dare il suo contributo alla formazione ed il mantenimento delle attività della F.U.I. (Federazione Ufologica italiana), di cui è uno dei promotori e fondatori. Ruoli nella FUI e pubblicazioni Allo stato attuale è a Capo di alcuni dipartimenti ed è vice Capodipartimento di altri. Nel 2019, ha contribuito alla stesura del libro: Il Paradosso di Fermi. “Where is everybody?” Ricerca Aerospaziale Quaderno n. 4 – Anno 2019 insieme a Dario Del Buono, Francesca Maria Manoni, Giuliana Conforto, Giuseppe GM Quartieri, Laura Quartieri, Paolo Saraceno, Piercamillo Quercia. Gabriele Lombardo si occupa anche di analisi foto video, di investigazione dei casi UFO, di fenomeni ad essi connessi e di tutto ciò che è mistero o scienza, scrive articoli e libri. Mail personale: gabrielelomb75@gmail.com

2 pensiero su “Extraterrestri tra opinioni buoniste e realiste”
  1. Alla luce dei numerosi eventi ufologici, la varietà di navicelle completamente differenti fra loro suggerisce che vi siano più civiltà in visita sulla Terra. Nessuna, a parte qualche comportamento strano a scopo scientifico, hai mai manifestato azioni ostili nei nostri confronti. Ciò significa che la Terra è già sotto il controllo di qualche civiltà extraterrestre che, magari, permette visite turistiche a navicelle non armate, di svariate popolazioni galattiche. Se gli extraterrestri avessero voluto avrebbero già conquistato il pianeta. Questi misteriosi protettori stanno portando avanti un progetto, ormai da millenni. Speriamo che continui così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *