Privacy Policy UFO-UAP: Barack Obama ritorna a parlare di alieni - Stato di Emergenza

L’ex Presidente USA Barack Obama, ha recentemente parlato in TV di UFO-UAP. Ma non è l’unico, sono in molti infatti ad averlo fatto di recente, per citarne alcuni di cui trovate i video nel mio Youtube UFO NEWS: Rubio, Trump, Ratcliffe, Blumenthal, Eshed e tanti altri. Recentemente l’ex Presidente americano è tornato alla carica parlandone di nuovo, questa volta però si è sbilanciato di meno sugli UFO-UAP e decisamente di più sul futuro e soprattutto sugli “Alieni” e le spese militari spaziali. A tal Proposito vi posto ancora una volta il video in cui il Senatore Blumenthal parla di Adrenocromo, mutilazioni animali e mutilazioni umane come uno dei motivi per cui finanziare le Space force e lo space Command. A voi il video:

YouTube player
Gli alieni ci osservano

Leggi anche: UFO-UAP: qual è il vero motivo della Disclosure?

Vi rimando per l’intervista e i dettagli UFO-UAP della sua prima dichiarazione al mio video sul Canale YouTube UFO NEWS. Il video comunque lo trovate anche qui a seguire. Oggi sono qui per mostrarvi un’altra intervista, quella che Ezra Klein ha fatto ad Obama il 1 giugno 2021. In seguito vi posto la trascrizione originale. Subito dopo inserirò la traduzione della trascrizione nei suoi contenuti importanti, con le mie spiegazioni dettagliate sulle varie risposte di Obama. Naturalmente Vi invito a riflettere su tutte le affermazioni dell’ex Presidente USA, spesso poco chiare, velate o ambigue, altre volte palesi e dirette.

Vedi anche: La finta disclosure voluta dall’establishment

YouTube player

Chi è Ezra Klein

Ezra Klein è un giornalista americano, analista politico, editorialista del New York Times e conduttore del podcast The Ezra Klein Show. È un co-fondatore di Vox e in precedenza è stato redattore generale del sito web.

Wikipedia
ufo-uap
EZRA KLEIN

A seguire troviamo la parte ufologica dell’intervista che Ezra Klein del New York times ha fatto all’ex Presidene USA Barack Obama il’1 Giugno 2021:

ezra klein: I hard you say the other day that you’d like to know what those UFO objects are too.

barack obama: Absolutely.

ezra klein: If it came out that they were alien, if we got undeniable proof of that, how would that change your politics, or your theory about where humanity should be going?

barack obama: That is an interesting question.

ezra klein: Thank you.

barack obama: Well, first of all, it depends on if we — have we made contact with them?

ezra klein: No, just drones. They just —

barack obama: We just know that —

ezra klein: We just know they’re from afar.

barack obama: These probes have been sent.

ezra klein: Yeah.

barack obama: But we have no way of reaching out to them.

ezra klein: We can’t get in touch. We just know we’re not alone, and something’s been here.

barack obama: It’s interesting. It wouldn’t change my politics at all. Because my entire politics is premised on the fact that we are these tiny organisms on this little speck floating in the middle of space. The analogy I always used to use when we were going through tough political times, and I’d try to cheer my staff up, then I’d tell them a statistic that John Holdren, my science advisor, told me, which was that there are more stars in the known universe than there are grains of sand on the planet Earth.

ezra klein: Your staff must have loved that.

barack obama: Well, sometimes it cheered them up. Sometimes they’d just roll their eyes and say, oh, there he goes again. But the point is, I guess, that my politics has always been premised on the notion that the differences we have on this planet are real. They’re profound, and they cause enormous tragedy as well as joy. But we’re just a bunch of humans with doubts and confusion.

We do the best we can. And the best thing we can do is treat each other better, because we’re all we got. And I would hope that the knowledge that there were aliens out there would solidify people’s sense that what we have in common is a little more important.

But no doubt, there would be immediate arguments about, well, we need to spend a lot more money on weapons systems to defend ourselves. And new religions would pop up, and who knows what kind of arguments we’d get into. We’re good at manufacturing arguments for each other.

ezra klein: Here’s another long view question. What are we doing now, humanity, that we’ll be judged for most harshly in 100 years?

barack obama: Well, if we don’t get a handle on climate change, then if there’s anybody around to judge us, they’ll judge us pretty harshly on it. Because the data’s here. We know it. One thing that I think maybe the pandemic has done is to start getting people to think in scale.

You can actually put a dollar figure to what it would take to transition to a clean economy. It’s in the trillions of dollars a year globally. But when you think about how much was spent and how much was lost in one year, as a result of the pandemic, suddenly, making investments, obviously, in public health systems immediately says, oh, that’s a pretty good investment. Similarly, maybe it opens up people’s imaginations to say, we can actually afford to make this transition. There are some sacrifices involved, but we can do it.

NEW YORK TIMES

A seguire troviamo lo stesso documento tradotto:

Una lunga conversazione politica su Democratici, Repubblicani, consensi popolari, politiche del Congresso, Donald Trump, Biden, politica di Obama e i suoi libri, precede la questione UFO con molte sottolineature pro Biden e Democratici, e decisamente contro la politica di Trump ed i Repubblicani. questo avviene, naturalmente, in linea con quello che ci si può aspettare dai nemici politici o se preferite avversari all’opposizione. Ho ritenuto assolutamente fuori contesto ed inutile riportare questa lunghissima parte di intervista, dove non si parla mai di UFO-UAP, ma solo di politica, razzismo, economia, sanità, ecc..

Saluti e preamboli

ezra klein: E’ stato difficile che tu l’altro giorno dicessi che ti piacerebbe sapere cosa sono gli UFO.
Barack Obama: Assolutamente.
ezra klein: Se venisse fuori che erano alieni, se ne ottenessimo una prova innegabile, come cambierebbe la tua politica o la tua teoria sul verso dove dovrebbe andare l’umanità?
Barack Obama: Questa è una domanda interessante.
ezra klein: Grazie.
Barack Obama. Beh, prima di tutto, dipende se noi… abbiamo preso contatto con loro?
ezra klein: No, sono solo droni –
Barack Obama: Sappiamo solo che –
ezra klein: Sappiamo solo che vengono da lontano.
Barack Obama: Queste sonde sono state inviate.
ezra klein: Si.
Barack Obama: Ma non abbiamo modo di contattarli.

In questa parte del dialogo, si evidenziano già alcune dichiarazioni importanti fatte sia dal giornalista che da Obama, il quale sembra acconsentire e confermare, che gli UFO-UAP fino ad ora mostrati sono sonde aliene che vengono da lontano.

Qui la prima importante affermazione

Queste sonde, dice l’ex Presidente, sono state quindi inviate da qualcuno da lontano e non di qui. Sembra che nessuno voglia usare la parola diretta extraterrestri, lasciando sempre quel margine di dubbio, che porta con se la parola alieno, che come dico sempre non è necessariamente significato sostitutivo ed alternativo alla parola Extraterrestre. Alieno infatti, lascia un margine di interpretazione, essendo un termine scientifico che indica il non essere autoctono ad un luogo. Quindi in conclusione, le sonde UFO-UAP sono presenti, vengono inviate da qualcuno, quindi una intelligenza aliena, la cui conferma extraterrestre non vogliono affermare, le comanda, le invia e le muove.

Riferimenti alla vastità dello spazio ed alla moltitudine di posti possibili per la vita

ezra klein: Non possiamo metterci in contatto. Sappiamo solo che non siamo soli e che qualcosa è successo qui.
Barack Obama: È interessante. Non cambierebbe affatto la mia politica. Perché tutta la mia politica si basa sul fatto che siamo questi minuscoli organismi su questo piccolo puntino che fluttua nel mezzo dello spazio. L’analogia che usavo sempre quando stavamo attraversando tempi politici difficili, e cercavo di tirare su il morale al mio staff, poi raccontavo loro una statistica che mi ha detto John Holdren, il mio consulente scientifico, che era che lì ci sono più stelle nell’universo conosciuto che granelli di sabbia sul pianeta Terra.

A questo punto, l’ex Presidente sembra prima evadere i riferimenti diretti sul fenomeno UFO-UAP e quello che ne può conseguire, poi però cita una famosa frase del suo consulente scientifico (famosa nel suo staff). Quest’ultima si riferisce chiaramente alla vastità del cosmo, alla quantità di stelle e pianeti presenti, lasciando aperta la porta dell’Universo pullulante di vita, con cui però non siamo in contatto o non possiamo entrare in contatto.

Emerge anche un’altra cosa, che riguarda direttamente il modo di pensare e di fare politica di Obama, egli considera l’umanità ed il nostro mondo “minuscoli organismi su questo piccolo puntino che fluttua nel mezzo dello spazio”, qualcosa che è condivisibile scientificamente, ma non proprio a livello degli interessi umani; ma su questo, ritengo inutile esprimere opinioni personali in questa sede.

Mezze affermazioni e frasi vaghe accompagnano la premessa di una militarizzazione spaziale e del caos religioso globale

ezra klein: Il tuo staff deve averlo adorato.
Barack Obama: Beh, a volte li rallegrava. A volte alzavano gli occhi al cielo e dicevano, oh, eccolo di nuovo. Ma il punto è, immagino, che la mia politica si è sempre basata sull’idea che le differenze che abbiamo su questo pianeta siano reali. Sono profondi e causano enormi tragedie oltre che gioia. Ma siamo solo un gruppo di umani con dubbi e confusione.

Facciamo il meglio che possiamo. E la cosa migliore che possiamo fare è trattarci meglio, perché siamo tutto ciò che abbiamo. E spero che la conoscenza che ci sono alieni là fuori rafforzerebbe il senso della gente che ciò che abbiamo in comune è un po’ più importante.
Ma senza dubbio ci sarebbero discussioni immediate sul fatto che, beh, dobbiamo spendere molti più soldi in sistemi d’arma per difenderci. E sarebbero spuntate nuove religioni, e chissà in che tipo di argomenti ci troveremmo. Siamo bravi a creare argomenti l’uno per l’altro.

Lo speaker fa una domanda ambigua, che sembra riferita al consulente scientifico citato prima da Obama, ma l’es Presidente, sembra rispondere ad altro, infatti la sua frase “Beh, a volte li rallegrava. A volte alzavano gli occhi al cielo e dicevano, oh, eccolo di nuovo” è chiaramente riferita agli UFO-UAP, ma perchè a volte li rallegra ed altre volte no?

Vediamo di capire questa parte dell’intervista

Sembra possibile che l’umore dello staff cambiasse a seconda di quello che vedevano, qui è chiaro un riferimento al fatto che oggetti diversi appaiono e suscitano emozioni diverse. Alcuni suscitano gioie ed altri problemi e pensieri negativi, forse una poco chiara affermazione, che gli “alieni” siano alcuni positivi ed altri non lo siano affatto? Poi parla di tragedie umane causate alla politica, che ha sempre fatto differenze sociali e di razza, come a voler sottolineare che l’arrivo di eventuali razze extraterrestri, farà la stessa cosa.

In quest’altra affermazione “E spero che la conoscenza che ci sono alieni là fuori rafforzerebbe il senso della gente che ciò che abbiamo in comune è un po’ più importante”, mi sembra chiaro è sottinteso che lì fuori ci sono molte razze aliene diverse tra loro, e che questa differenza razziale potrebbe unire di più gli umani, un chiaro riferimento alle parole di Ronald Reagan all’ONU nei lontani anni ’80.

Qui a seguire ritroviamo una frase di Obama che conferma ciò che dico ormai da settimane

Poi aggiunge “ma senza dubbio ci sarebbero discussioni immediate sul fatto che, beh, dobbiamo spendere molti più soldi in sistemi d’arma per difenderci. E sarebbero spuntate nuove religioni”. Qui è importante mettere i puntini sulle “I” Partiamo dal presupposto che ho già dichiarato in ben due lunghissimi articoli le intenzioni USA di militarizzare lo spazio ed aumentare ancora le space militari, con la scusa del fenomeno UFO-UAP e delle varie dichiarazioni di poco conto e poca roba, che sono attualmente in atto.

L’affermazione di Obama è chiara, ci sono alieni ostili da cui dovremmo poterci difendere con nuove armi ottenute da nuovi finanziamenti. Dice anche che ci saranno sconvolgimenti religiosi che potrebbero portare alla creazione di una unica religione globale, in pratica il progetto degli Illuminati. A supporto della mia tesi, oltre a leggere i due articoli di questo stesso sito “Stato di Emergenza”Vi consiglio di vedere i video del Canale UFO NEWS su space force USA, giapponesi e del Regno Unito, a cui faranno seguito a breve quelli di: Italia, Russia e Cina.

Obama parla di clima e pianeta, quindi di umanità del futuro

ezra klein: Ecco un’altra domanda a lungo termine. Cosa stiamo facendo ora, umanità, per cui saremo giudicati più duramente tra 100 anni?
Barack Obama: Bene, se non riusciamo a gestire il cambiamento climatico, allora se c’è qualcuno in giro per giudicarci, ci giudicheranno piuttosto severamente su questo. Perché i dati sono qui. Lo sappiamo. Una cosa che penso che forse la pandemia abbia fatto è iniziare a convincere le persone a pensare in scala.

Puoi effettivamente mettere una cifra in dollari su ciò che sarebbe necessario per la transizione verso un’economia pulita. È di migliaia di miliardi di dollari all’anno a livello globale. Ma quando pensi a quanto è stato speso e quanto è stato perso in un anno, a causa della pandemia, improvvisamente, fare investimenti, ovviamente, nei sistemi sanitari pubblici dice immediatamente, oh, questo è un buon investimento. Allo stesso modo, forse apre l’immaginazione delle persone dicendo che possiamo davvero permetterci di fare questa transizione. Ci sono dei sacrifici, ma possiamo farcela.

Analizziamo insieme questa parte dell’intervista

Obama cita la pandemia globale, ma qui pesa molto le parole, in sostanza parla indirettamente di una opportunità arrivata dal virus, qualcosa che potrebbe aiutarci a gestire l’economia globale, gli investimenti sul pianeta e quindi la soluzione ai problemi climatici, non dice però come; lo dico io, reset globale, un altro progetto del NWO.

Infine dice una cosa ancora più importante “se non riusciamo a gestire il cambiamento climatico, allora se c’è qualcuno in giro per giudicarci, ci giudicheranno piuttosto severamente su questo”. Quindi è chiaro dalle sue parole, che siamo sotto esame degli Alieni, che potrebbero punirci per un fallimento di un progetto globale atto ad evitare la totale catastrofe ecologica del pianeta. In pratica, senza volerci girare in tondo, una via di mezzo tra il presunto messaggio contattistico di molti Addotti consapevoli è la chiara ammissione, che per gli alieni noi siamo meno importanti del nostro Pianeta.

Ne consegue, che il progetto potrebbe essere la drastica diminuzione del numero di umani e la modificazione radicale del modo di vivere per poter salvare il pianeta, che non è poi così nostro, in pratica un genocidio di massa. Certo non ha minimamente detto questo, ma ragionate su certe affermazioni e arriverete alle mie stesse conclusioni e capirete.

Alcuni video di UFO storici ed ufficiali ma che non vengono considerati

Come è ormai mia abitudine, quando scrivo articoli ufologici mi piace mettere due o tre video di UFO, in questo caso vi ripropongo nuovamente dal mio canale Youtube UFO NEWS: il filmato USA di Great Falls, un interessantissimo avvistamento sopra la base aerea di Nellis ed infine il video in cui racconto il recentissimo tracciato radar di un UFO avvistato in ben due stati. Il primo video è del 1950. Il secondo filmato è del 1995. Il terzo footage è del 2021.Buona visione ed iscrivetevi al canale, lasciate un like ai video e se volete fateli girare…

YouTube player
YouTube player
YouTube player

Conclusioni sull’intervista

A questo punto si conclude l’intervista con saluti e consigli. Ma sono passate alcune importanti informazioni. Vediamole insieme.

  1. gli UFO-UAP sono di provenienza sconosciuta;
  2. essi sono inviati da qualcuno;
  3. vengono da molto lontano (si tratta ovviamente di extraterrestri);
  4. siamo davanti a sonde (le sonde servono a studiare e prelevare campioni, una conferma dei loro esperimenti scientifici e delle abduction?);
  5. gli UAP sono sonde;
  6. non possiamo contattare quelli che mandano le sonde.
  7. siamo davanti ad un cambiamento epocale;
  8. cambierà la religione;
  9. cambierà la scienza;
  10. ci sarà una militarizzazione spaziale ed una struttura di difesa apposita;
  11. Ci sono UFO che fa piace vedere ed altri che non fa affatto piacere vedere, quindi alieni con buone intenzioni e con cattive intenzioni;
  12. il nostro mondo per loro è più importante di noi;
  13. il progetto prevede di ripristinare il pianeta, anche a discapito dei nostri usi e costumi, o addirittura di una nostra esclusione parziale dall’ecosistema.

Sorgono però molte domande, che forse non avranno risposte…

Siamo forse realmente davanti ad un cambiamento epocale. Ma questo, chi lo ha voluto e lo vuole? Quali reali forze ci sono in ballo? Lo scopo finale di questa disclosure, come ho sempre sostenuto io, è la militarizzazione dello spazio? Daranno maggiori informazioni, oppure come sembra che debba andare, si fermeranno ai contentini di pochi video e qualche migliaio di documenti desecretati, senza realmente spiegare nulla, ma soltanto confermando qualcosa, e lasciando segreti decine di milioni di documenti e decine di migliaia di video e foto ben più nitide di quelle fino ad ora mostrate? Cosa dirà il Presidente Biden o chi ne far le veci al Congresso USA?

Di Gabriele Lombardo

Gabriele Lombardo è nato il 17 gennaio 1975 a Palermo. Diplomato al Liceo Artistico e grafico per reti internet/intranet, egli ha acquisito nel tempo maggiori e più precise conoscenze artistico/culturali anche nel campo della clipeologia e degli studi associati e paralleli come il simbolismo, l’archeologia misteriosa e la paleoastronautica (teoria degli antichi astronauti). Esperienze E’ stato investigatore privato ed addetto alla sicurezza, cose che gli sono servite per sviluppare attitudini all’investigazione e le tecniche di analisi. Soprattutto ha sviluppato doti idonee ad un approfondito profilo di investigatore ufologico e del paranormale, nonché più generalmente di tipo misterico. E’ stato aspirante pubblicista-giornalista di controinformazione per quasi quattro anni, scrivendo di guerre, crisi internazionali, scienza, ufologia, archeologia del mistero, complotti internazionali, ecc.. a scritto per X-Time, Seven Network, Seven Radio, Il vespro ed altre riviste o network. Attualmente è anche autore. Convegni e conferenze Fin dall’età di tredici anni è stato appassionato di antiche culture, storia, scienza e misteri di tutti i tipi. Negli anni è stato testimone diretto ed indiretto di molti eventi ufologici ed alcuni paranormali. Nel 2006 intraprende il suo interesse verso l’ufologia, dopo circa sei anni dedicati al paranormale più in generale e comincia a scrivere in rete su vari blog e forum a tema misterico-ufologico. Nel 2010 ad Alcamo (Trapani) effettua il suo primo convegno pubblico con i rappresentanti di CUN, CISU ed un astronomo, su invito dell’Associazione Culturale Impronta di Palermo. Dopo aver fatto alcuni importanti convegni sulla controinformazione, il controspionaggio, la propaganda storica, l’ufologia storica, le scie chimiche e tecnologie come HAARP e MUOS, ha elaborato una propria tesi che unisce insieme la sperimentazione delle tecnologie sopracitate, il fenomeno ufo e le armi ad energia solida o ad energia più ingenerale (laser, microonde, ecc.). Ha anche effettuato un reportage fotografico sul MUOS durante la sua costruzione. Ruoli e gruppi fondati Gabriele Lombardo diventa Coordinatore e Responsabile per Il CUS (Centro Ufologico Siciliano) tra il 2011/2012, dove ha svolto indagini ufologiche territoriali, ha formato un gruppo di sostegno e ricerca per la Sicilia Occidentale, ed ha svolto attività convegnistiche organizzando con esso ben 3 convegni a Carini (Palermo); ha inoltre contribuito alla stesura di un Libro dal titolo “Gli Ufo in Sicilia – Parlano i Testimoni” di Salvatore Giusa, con alcuni casi indagati personalmente e documentati fotograficamente. Nel 2014 fonda l’Associazione Culturale “Nuovo Millennio – UFO Hunter Italia” poi chiusa i primi del 2018, di cui è stata Presidente, organizzando e partecipando come relatore o guida a 13 convegni (Trapani, Palermo, Carini, Caccamo), 10 skywatching ufo/astronomici e 3 gite archeologiche organizzate. Con la stessa Associazione e con il supporto di Giornalisti d’inchiesta, un tecnico del CIR di Roma e ricercatori indipendenti, ha condotto e documentato le indagini degli ultimi 5-6 anni presso Canneto di Caronia (Messina), dove autocombustioni, fenomeni magnetici, contatti alieni, fenomeni paranormali, eventi medianici, anomalie di vario genere ed avvistamenti UFO, hanno generato molte ipotesi. Ha anche condotto indagini sulle rotte UFO sopra le città di Palermo, Marausa-Birgi (Trapani) e Carini-Aeroporto Falcone Borsellino. Ha anche condotto indagini sulla casistica delle Province di Palermo, Trapani ed Agrigento per due anni. E’ anche stato autore di molti avvistamenti fotografati e ripresi. Ha organizzatore numerosi convegni e skywatching, spedizioni investigative, archeologiche ed antropologiche. Interviste ed esperienze radiofoniche e TV Gabriele Lombardo è stato in radio diverse volte come ospite per parlare di temi ufologici, di contattismo, scie chimiche, storia, occultismo, esoterismo, ecc.. E’ anche stato più volte ospite di una TV Monte Lepre (Palermo), dove ha coo-condotto come ospite speciale due trasmissioni a tema ufologico-scientifico-misterico affrontando temi come: il Meteorite di Celiabynsk, area 51, Casistica regionale siciliana e Roswell. Egli è stato intervistato dalla trasmissione TV Voyager dove ha potuto esporre una personale tesi che collegherebbe i fenomeni di Canneto di Caronia con le frane del Messinese di qualche anno fa. E’ stato anche intervistato per la galleria di Tremmonzelli in Sicilia (dove avvengono strani fenomeni, avvistamenti UFO e combustioni spontanee correlate ad anomalie magnetiche ed impulsi elettromagnetici o microonde). Gabriele è anche stato ideatore e Conduttore radiofonico della trasmissione “Nuovo Millennio” che andava in onda ogni venerdì dalle 22:00 alle 00:00 su Radio Carini, e condotta insieme ad altre persone. Gabriele Lombardo è anche cittadino di “Asgardia“, la prima Nazione spaziale che attualmente è in trattativa per un seggio all’ONU ed effettua missioni spaziali automatizzate. Egli ha anche un diploma ad Honorem causa “in antichi culti e religioni” Rilasciato dalla chiesa Universale degli USA ed è autorizzato Press presso la stessa istituzione negli Stati Uniti. Ora è ricercatore indipendente e ha dato e continua a dare il suo contributo alla formazione ed il mantenimento delle attività della F.U.I. (Federazione Ufologica italiana), di cui è uno dei promotori e fondatori. Ruoli nella FUI e pubblicazioni Allo stato attuale è a Capo di alcuni dipartimenti ed è vice Capodipartimento di altri. Nel 2019, ha contribuito alla stesura del libro: Il Paradosso di Fermi. “Where is everybody?” Ricerca Aerospaziale Quaderno n. 4 – Anno 2019 insieme a Dario Del Buono, Francesca Maria Manoni, Giuliana Conforto, Giuseppe GM Quartieri, Laura Quartieri, Paolo Saraceno, Piercamillo Quercia. Gabriele Lombardo si occupa anche di analisi foto video, di investigazione dei casi UFO, di fenomeni ad essi connessi e di tutto ciò che è mistero o scienza, scrive articoli e libri. Mail personale: gabrielelomb75@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.