Oggi vi posto un famoso caso britannico, con la sua autorizzazione, Philip Mantle mi ha girato l’articolo in inglese del caso Normanton di cui lui si è occupato, ovviamente ve lo traduco e lo commento a seguire.

ATTERRAGGIO UFO E OCCUPANTI A NORMANTON, WEST YORKSHIRE, INGHILTERRA

Uno sguardo indietro a un vecchio caso – di Philip Mantle

Quando guardo indietro, sono stupito di scoprire che sono stato coinvolto nella ricerca e nelle indagini sugli UFO per trent’anni. In quegli anni sono stato membro di sei gruppi UFO, quattro dei quali nel Regno Unito e due all’estero. Sono sempre stato interessato a tutte le cose “paranormali”, ma per qualche ragione gli UFO hanno attirato la mia piena attenzione alla fine degli anni ’70.

Mi è stato chiesto molte volte quale caso di UFO mi ha colpito di più. È l’incidente UFO a Roswell, o gli eventi nella foresta di Rendlesham nel 1980, la mia risposta a questa domanda è nessuno di questi. È senza dubbio il caso degli UFO che mi ha più colpito, è quello che ho indagato con Mark Birdsall quando entrambi facevamo parte della Yorkshire UFO Society. Mark ora possiede e cura la rivista di successo “EYE SPY” e ha fatto parte per molti anni della rivista di grande successo UFO MAGAZINE con il suo defunto fratello Graham Birdsall. Dubito che tu abbia mai sentito parlare del seguente caso su cui Mark e io abbiamo indagato, ma ricordo di aver interrogato i testimoni come se fosse solo ieri.

Il seguente resoconto è stato pubblicato per la prima volta nel numero di luglio/agosto della rivista QUEST, all’epoca la pubblicazione stampata a mano della Yorkshire UFO Society (YUFOS).

Illustrazione artistica del caso.

Un importante venerdì

Venerdì 13 ottobre 1986 ero apparso sul quotidiano regionale Wakefield Express. L’articolo in questione parlava del mio coinvolgimento con YUFOS e incoraggiava i suoi lettori a segnalarci eventuali avvistamenti UFO. Ci sono state segnalate una serie di osservazioni, ma una si è distinta tra le altre. Mi ha telefonato una signora di nome Westerman. Ha iniziato affermando che “non le crederei”. Lo ha ripetuto diverse volte prima di dirmi che lei e alcuni dei suoi figli avevano assistito all’atterraggio di un UFO vicino alla sua casa a Normanton, nel West Yorkshire, alcuni anni prima, completo di occupanti umanoidi al di fuori di esso in un campo vicino. Ho preso rapidamente i suoi dettagli di contatto e insieme a Mark Birdsall ho organizzato un appuntamento per vederla e condurre un’intervista.

Non passò molto tempo prima che io e Mark Birdsall la intervistassimo a casa sua a Normanton. C’erano sette testimoni degli eventi in questione, sei dei quali erano i figli della signora Westerman. Nel 1986 Normanton aveva una grande comunità mineraria che ora è scomparsa. Si trova a poche miglia dalla città di Wakefield e le autostrade M62 e M1 passano nelle vicinanze.

Il racconto della Westerman

Normanton
Luogo di atterraggio a Normanton in una illustrazione artistica.

La signora Westerman ha affermato che il periodo dell’incidente era l’estate del 1979. Non riusciva a ricordare la data, ma ipotizzò che potesse essere maggio o giugno. La signora Westerman ha continuato informandoci che il giorno in questione era a casa a fare il bucato. Era un pomeriggio soleggiato e una giornata perfetta per fare il bucato. I suoi figli erano fuori a giocare a palla e godersi il sole. Non erano in vacanza scolastica, quindi doveva essere un fine settimana.

Era circa a metà pomeriggio quando sua figlia di otto anni è corsa improvvisamente in casa urlando e piangendo e dicendo a sua madre “vieni presto, un aeroplano era appena atterrato nel campo”. La casa di Westerman era una proprietà sopraelevata ed era vicino alla fine di un cul-de-sac (un luogo sperduto) e oltre c’erano alcuni campi che contenevano tralicci dell’elettricità. La signora Westerman ha spento la lavatrice ed è corsa fuori. A poche centinaia di metri di distanza, nei campi adiacenti a casa sua, vide un oggetto per terra.

Era di un colore grigio opaco e aveva l’aspetto di un cappello messicano”. Intorno all’oggetto c’erano tre “uomini” molto alti che sembravano tutti vestiti con abiti d’argento. Questi uomini sembravano puntare a terra uno strumento scuro. I bambini e la signora Westerman hanno attraversato il campo verso questo oggetto e si sono fermati a una staccionata. Gli uomini si sono diretti verso la parte posteriore dell’oggetto e questo si è alzato verticalmente, si è fermato a mezz’aria e poi è sparito ad angolo ad alta velocità. Inutile dire che sono rimasti senza parole.

Questa è stata una breve descrizione data dalla signora Westerman, ma abbiamo anche approfittato per parlare con alcuni bambini. A differenza della signora Westerman, avevano effettivamente visto anche l’oggetto atterrare. I bambini sono stati intervistati separatamente e la loro storia è stata molto coerente. Questo è quello che avevano da dire:

Normanton
Descrizione artistica di un magazine.

La testimonianza dei bambini

I bambini stavano giocando a palla dietro la casa in cui viveva la signora Westerman. Sandra, otto anni, ci ha raccontato come la palla con cui stavano giocando fosse stata lanciata in aria come parte del gioco. Mentre andava a prendere la palla osservò uno strano oggetto nel cielo. Sandra gridò al resto dei bambini di guardare e indicò il cielo. Tutti osservarono un oggetto di colore argenteo, a forma di disco con un bordo attorno al perimetro. L’oggetto era a un livello basso ed è stato visto appena sopra i tralicci dell’elettricità. Si fermò improvvisamente a mezz’aria a poche centinaia di metri di altezza, rimase sospeso per alcuni secondi, prima di atterrare lentamente nel campo. Sandra è subito partita a questo punto per prendere sua madre.

Mentre Sandra andava a prendere sua madre gli altri bambini corsero verso l’oggetto atterrato ma si fermarono quando raggiunsero una staccionata che recintava il campo. L’oggetto in sé non era molto grande, forse lungo quanto una grande automobile Volvo. Tuttavia, gli “uomini” intorno all’oggetto sembravano tutti molto alti e l’oggetto nella loro mano sembrava simile a una torcia. Questi tre umanoidi molto alti erano stati visti emergere dalla parte posteriore dell’oggetto atterrato. Le loro teste e il viso erano coperti da una sorta di “visiera”. I loro abiti d’argento non avevano cerniere, bottoni o sembianze, avevano guanti o muffole che coprivano le mani e indossavano uno stivale a forma di cuneo. Nessuno di questi uomini sembrava comunicare tra loro e le loro azioni erano lente e precise.

Normanton
Il luogo ipotetico dell’atterraggio. I piloni di Normanton.

I testimoni e l’incontro

Fu a questo punto che la signora Westerman e sua figlia Sandra raggiunsero gli altri bambini. Continuarono ad osservare questo strano spettacolo per circa un minuto. Improvvisamente, una delle figure umanoidi alzò lo sguardo e notò la signora Westerman e i bambini in piedi dietro il recinto. Ora questi tre uomini molto alti si allontanarono rapidamente dietro l’oggetto e non furono mai più visti. Pochi secondi dopo l’oggetto si sollevò silenziosamente da terra, si fermò in aria, prima di allontanarsi ad angolo ad alta velocità. Tutto sette persone rimasero stupite da ciò che avevano appena visto e la signora Westerman, l’unica adulta presente, dovette calmare i bambini. Tutti e sette i testimoni hanno parlato a malapena di questo incidente nel corso degli anni e non l’hanno mai detto a nessuno al di fuori della famiglia fino a quando non lo hanno riferito a me e Mark Birdsall.

Tutti e sei i bambini ci hanno raccontato storie simili. C’erano piccole discrepanze, ma ci aspettavamo di trovarle da persone diverse e diverse lacrime dopo che era successo. Tutti i bambini erano dell’opinione che l’oggetto scuro che gli uomini avevano in mano e si muovevano sembrava una torcia ma non aveva luce e non emetteva alcun suono. Le “divise” che indossavano gli uomini erano d’argento metallico e si piegavano quando gli uomini si muovevano. Tutti i testimoni hanno affermato abbastanza chiaramente che sia all’atterraggio che alla partenza questo oggetto non ha mai fatto rumore.

Normanton
La copertina del questionario di Normanton sul caso.

Il luogo dell’evento

La location di questo evento è interessante. Il campo si trova alla fine delle case che in urna fanno parte di un grande complesso residenziale. Ci sono molti piloni dell’elettricità nel campo che rendono molto difficile l’atterraggio di cose come gli elicotteri. Alla nostra intervista un giovane di nome Andrew Lewis è stato invitato a partecipare dalla signora Westerman. All’epoca era un amico dei bambini e sebbene non avesse notato nulla di insolito, arrivò poco dopo e confermò quanto fossero tutti eccitati. Un altro amico era Danny Shore. Era uno dei sette testimoni originali e all’epoca aveva tredici anni. Ha stimato che l’intero incidente non dura più di cinque o dieci minuti.

Sia io che Mark abbiamo visitato il luogo e siamo rimasti colpiti dalla credibilità dei testimoni. In nessun momento hanno chiamato l’oggetto “astronave” di un “disco volante” e non c’era modo che la signora Westerman volesse pubblicità, non ci avrebbe nemmeno permesso di fotografarla. Erano persone oneste e con i piedi per terra. I resoconti dei bambini erano coerenti e tutti e sette i testimoni non avevano dubbi di aver osservato qualcosa fuori dall’ordinario. Sia io che Mark non riuscivamo a trovare alcun motivo per inventare una storia del genere. La signora Westerman ha affermato di essere rimasta stupita dal fatto che nessun altro avesse visto l’oggetto. Era una giornata di sole e sorvolava a bassa quota il complesso residenziale. Così il gioco è fatto.

Un caso UFO che colpisce

Questo è l’unico caso di UFO che più di tutti gli altri mi colpisce. Come mai? Beh, non è solo perché ci sono stato coinvolto, e non è necessariamente ciò che i testimoni ci hanno riferito. Invece sono i testimoni stessi. Normanton aveva una grande comunità di minatori. In effetti il ​​marito della signora Waterman lavorava in una miniera di carbone locale. Il mio defunto padre ha lavorato nelle miniere per tutta la vita e io sono cresciuto con persone molto simili alla signora Westerman. In aggiunta a ciò, e nonostante i nostri migliori sforzi, né Mark Birdsall né io siamo riusciti a trovare alcuna spiegazione razionale per questo evento. O è successo e lo hanno riferito o stavano mentendo e non siamo riusciti a trovare alcuna prova di quest’ultimo.

Questo incidente mi ha portato a iniziare uno studio a lungo termine sui presunti rapporti di atterraggio di UFO nel Regno Unito. Vorrei quindi sentire da chiunque altro, testimone o ricercatore UFO, che abbia informazioni sugli atterraggi UFO nel Regno Unito. Posso essere contattato via e-mail all’indirizzo: philip.mantle@gmail.com, altri metodi per contattarmi possono essere individuati tramite il nostro blog all’indirizzo: http://flyingdiskpress.blogspot.co.uk/ Informazioni sull’autore: Philip Mantle è un autore, conferenziere e conduttore pubblicato a livello internazionale sul tema degli UFO e vive nel West Yorkshire, in Inghilterra.

Leggi anche la mia intervista a Philip Mantle.

Conclusioni di Gabriele Lombardo sul caso Normanton

Partiamo subito dal presupposto, che Philip Mantle è un ufologo di fama e degno di fiducia per il suo lavoro di ricerca: prudente, meticoloso e documentato. Ho avuto modo di intervistarlo pochi giorni fa e mi ha dimostrato di essere persona disponibile e sincera, con grande interesse alla collaborazione tra ricercatori. D’altra parte lui stesso ha scritto molti libri con altri autori e la sua organizzazione pubblica manoscritti di vari personaggi di tutto il mondo.

Il caso di Normanton è interessante ed importante e per tipologia e dettagli ricorda molto i casi sovietici, in particolar modo il caso di Voronezh. Condivido i dubbi e le certezze del Collega Mantle su questo caso, che trovo interessante, vorrei però azzardare un paio di ipotesi.

1) le tute argentate flessibili, le scarpe a cuneo, ecc. potrebbero indicare più che una forma di vita scafandrata (cosa che comunque non escludo), androidi o robot, in effetti i loro lenti movimenti metodici potrebbero esserne una ulteriore prova. L’oggetto sembra rientrare nella casistica generale dei dischi volanti di quegli anni, ma io vedo una caratteristica diversa. Arriviamo quindi al punto due.

2) a me, questo UFO, sembra per forma, il classico OVNI di plasma di piccole dimensioni, che sempre più spesso viene avvistato, soprattutto in Sudamerica. In effetti questi sono grandi più o meno come un furgone, ed in genere hanno forma di disco appiattito di sotto oppure ovoidale. Il fatto che sia spento, potrebbe esser giustificato dal fatto che è atterrato, poggiando direttamente al suolo, cosa che potrebbe spiegare il fatto che non c’è una cortina di plasma intorno ad esso, perchè questa è disabilitata altrimenti lo scafo avrebbe incendiato tutta la vegetazione intorno e lasciato il terreno marchiato in modo indelebile.

Fonti originali

Didascalie: Quest Magazine nel 1986.

La pubblicazione originale fatta a mano che descriveva in dettaglio l’atterraggio degli UFO a Normanton.

Impressione dell’artista originale: Nella pubblicazione del 1986 è presente questo schizzo in loco delle entità di Mark Birdsall.

Normanton 1979 colore 7 x 5 alta risoluzione: Rappresentazione artistica di David Sankey del caso di atterraggio UFO del 1979.

Copyright David Sankey (www.davidsankey.com) Normanton: vicino alla posizione a Normanton, nello Yorkshire occidentale

Di Gabriele Lombardo

Gabriele Lombardo è nato il 17 gennaio 1975 a Palermo. Diplomato al Liceo Artistico e grafico per reti internet/intranet, egli ha acquisito nel tempo maggiori e più precise conoscenze artistico/culturali anche nel campo della clipeologia e degli studi associati e paralleli come il simbolismo, l’archeologia misteriosa e la paleoastronautica (teoria degli antichi astronauti). Esperienze E’ stato investigatore privato ed addetto alla sicurezza, cose che gli sono servite per sviluppare attitudini all’investigazione e le tecniche di analisi. Soprattutto ha sviluppato doti idonee ad un approfondito profilo di investigatore ufologico e del paranormale, nonché più generalmente di tipo misterico. E’ stato aspirante pubblicista-giornalista di controinformazione per quasi quattro anni, scrivendo di guerre, crisi internazionali, scienza, ufologia, archeologia del mistero, complotti internazionali, ecc.. a scritto per X-Time, Seven Network, Seven Radio, Il vespro ed altre riviste o network. Attualmente è anche autore. Convegni e conferenze Fin dall’età di tredici anni è stato appassionato di antiche culture, storia, scienza e misteri di tutti i tipi. Negli anni è stato testimone diretto ed indiretto di molti eventi ufologici ed alcuni paranormali. Nel 2006 intraprende il suo interesse verso l’ufologia, dopo circa sei anni dedicati al paranormale più in generale e comincia a scrivere in rete su vari blog e forum a tema misterico-ufologico. Nel 2010 ad Alcamo (Trapani) effettua il suo primo convegno pubblico con i rappresentanti di CUN, CISU ed un astronomo, su invito dell’Associazione Culturale Impronta di Palermo. Dopo aver fatto alcuni importanti convegni sulla controinformazione, il controspionaggio, la propaganda storica, l’ufologia storica, le scie chimiche e tecnologie come HAARP e MUOS, ha elaborato una propria tesi che unisce insieme la sperimentazione delle tecnologie sopracitate, il fenomeno ufo e le armi ad energia solida o ad energia più ingenerale (laser, microonde, ecc.). Ha anche effettuato un reportage fotografico sul MUOS durante la sua costruzione. Ruoli e gruppi fondati Gabriele Lombardo diventa Coordinatore e Responsabile per Il CUS (Centro Ufologico Siciliano) tra il 2011/2012, dove ha svolto indagini ufologiche territoriali, ha formato un gruppo di sostegno e ricerca per la Sicilia Occidentale, ed ha svolto attività convegnistiche organizzando con esso ben 3 convegni a Carini (Palermo); ha inoltre contribuito alla stesura di un Libro dal titolo “Gli Ufo in Sicilia – Parlano i Testimoni” di Salvatore Giusa, con alcuni casi indagati personalmente e documentati fotograficamente. Nel 2014 fonda l’Associazione Culturale “Nuovo Millennio – UFO Hunter Italia” poi chiusa i primi del 2018, di cui è stata Presidente, organizzando e partecipando come relatore o guida a 13 convegni (Trapani, Palermo, Carini, Caccamo), 10 skywatching ufo/astronomici e 3 gite archeologiche organizzate. Con la stessa Associazione e con il supporto di Giornalisti d’inchiesta, un tecnico del CIR di Roma e ricercatori indipendenti, ha condotto e documentato le indagini degli ultimi 5-6 anni presso Canneto di Caronia (Messina), dove autocombustioni, fenomeni magnetici, contatti alieni, fenomeni paranormali, eventi medianici, anomalie di vario genere ed avvistamenti UFO, hanno generato molte ipotesi. Ha anche condotto indagini sulle rotte UFO sopra le città di Palermo, Marausa-Birgi (Trapani) e Carini-Aeroporto Falcone Borsellino. Ha anche condotto indagini sulla casistica delle Province di Palermo, Trapani ed Agrigento per due anni. E’ anche stato autore di molti avvistamenti fotografati e ripresi. Ha organizzatore numerosi convegni e skywatching, spedizioni investigative, archeologiche ed antropologiche. Interviste ed esperienze radiofoniche e TV Gabriele Lombardo è stato in radio diverse volte come ospite per parlare di temi ufologici, di contattismo, scie chimiche, storia, occultismo, esoterismo, ecc.. E’ anche stato più volte ospite di una TV Monte Lepre (Palermo), dove ha coo-condotto come ospite speciale due trasmissioni a tema ufologico-scientifico-misterico affrontando temi come: il Meteorite di Celiabynsk, area 51, Casistica regionale siciliana e Roswell. Egli è stato intervistato dalla trasmissione TV Voyager dove ha potuto esporre una personale tesi che collegherebbe i fenomeni di Canneto di Caronia con le frane del Messinese di qualche anno fa. E’ stato anche intervistato per la galleria di Tremmonzelli in Sicilia (dove avvengono strani fenomeni, avvistamenti UFO e combustioni spontanee correlate ad anomalie magnetiche ed impulsi elettromagnetici o microonde). Gabriele è anche stato ideatore e Conduttore radiofonico della trasmissione “Nuovo Millennio” che andava in onda ogni venerdì dalle 22:00 alle 00:00 su Radio Carini, e condotta insieme ad altre persone. Gabriele Lombardo è anche cittadino di “Asgardia“, la prima Nazione spaziale che attualmente è in trattativa per un seggio all’ONU ed effettua missioni spaziali automatizzate. Egli ha anche un diploma ad Honorem causa “in antichi culti e religioni” Rilasciato dalla chiesa Universale degli USA ed è autorizzato Press presso la stessa istituzione negli Stati Uniti. Ora è ricercatore indipendente e ha dato e continua a dare il suo contributo alla formazione ed il mantenimento delle attività della F.U.I. (Federazione Ufologica italiana), di cui è uno dei promotori e fondatori. Ruoli nella FUI e pubblicazioni Allo stato attuale è a Capo di alcuni dipartimenti ed è vice Capodipartimento di altri. Nel 2019, ha contribuito alla stesura del libro: Il Paradosso di Fermi. “Where is everybody?” Ricerca Aerospaziale Quaderno n. 4 – Anno 2019 insieme a Dario Del Buono, Francesca Maria Manoni, Giuliana Conforto, Giuseppe GM Quartieri, Laura Quartieri, Paolo Saraceno, Piercamillo Quercia. Gabriele Lombardo si occupa anche di analisi foto video, di investigazione dei casi UFO, di fenomeni ad essi connessi e di tutto ciò che è mistero o scienza, scrive articoli e libri. Mail personale: gabrielelomb75@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.