Il mistero della foto UFO più chiara della Gran Bretagna risalente all’incidente di Calvine sarà risolto nel 2072. La foto dell’UFO dell’incidente di Calvine che dovrebbe essere pubblicata nel 2072 secondo indiscrezioni sulla rete, è un’altra bufala? Questo articolo è tratta da due articoli del giornalista Vichy Verna e da un articolo del Sun con intervista a Nick Pope da lui stesso consigliatomi.

Ci sono molti video e fotografie di UFO su Internet, e alcuni di questi sono credibili, altri purtroppo no. Da ufologo e ricercatore, spesso sono costretto a valutazioni di materiale interessante ma scadente. Altre volte a materiale importante ma incerto. Nei video per esempio sono spesso combattuto, perchè alcuni sono palesemente ritoccati, ma probabilmente su scee reali, questo è frustrante, perchè vorresti far capire ad altri che il footage è vero ma contiene ritocchi, ma quest’ultimi inficiano l’autenticità stessa facendone perdere la credibilità.

C’è una fotografia, inviata al Ministero della Difesa del Regno Unito, che è considerata la foto UFO più spettacolare della stira britannica, anche se in qualche modo essa è scomparsa. La fotografia del Calvine Incident conterrebbe un disco volante a forma di diamante di quasi 100 piedi, in volo stazionario vicino ad un villaggio chiamato Calvine nelle Highlands scozzesi. La foto è stata scattata nel 1990 è non è mai apparsa in pubblico. Ciò che sappiamo sul caso e la foto è principalmente stato detto o messo in rete dal ricercatore Nick Pope.

Nick Pope ed il Calvine Incident
Nick Pope durante la sua permanenza in MOD (foto da The Sun).

Nick Pope ed il Calvine Incident

Mr Pope ha lavorato per 21 anni per il Ministero della Difesa britannico (MoD). Dal 1991 al 1994 è stato a capo del progetto studi UFO del Ministero della Difesa. Egli ha detto che durante il suo periodo nel Ministero della Difesa, si è imbattuto in diversi casi credibili di UFO. Uno di questi casi riguarda proprio la fotografia del Calvine Incident.

Calvine Incident
L’immagine grafica dell’UFO a forma di diamante sulle Highlands scozzesi nel 1990, che lo stesso Nick Pope ha fatto preparare. Nell’illustrazione oltre all’UFO notiamo anche un velivolo d’attacco Harrier, molto improbabile che quest’ultimo fosse li per intercettare il velivolo perchè inadeguato al ruolo.

La storia della fotografia

La storia di come la fotografia ha raggiunto l’ufficio del Ministero della Difesa è fenomenale. Il signor Pope ha detto che quando ha iniziato la sua indagine sugli UFO nel 1991, lo ha portato a un poster, appeso al muro vicino alla sua scrivania. Il poster era una fotografia a colori ingrandita dell’UFO dell’incidente di Calvine.

“X-Files è andato in onda per la prima volta nel Regno Unito nel 1994 e ho acquisito lo stesso soprannome (Spooky) di Fox Mulder, per ovvie ragioni”, continua Nick. “Notoriamente Mulder aveva il suo poster ‘Voglio credere’ UFO sul muro del suo ufficio e, sebbene senza didascalia, suppongo che questo fosse il mio equivalente.”

Nick Pope sul The Sun

Secondo il signor Pope, la fotografia del Calvine Incident conteneva un velivolo a forma di diamante di 80 piedi con un jet militare sullo sfondo. Anche se le misure non concordano alla perfezione, i dati sono comunque congruenti. Come è arrivata la foto al Ministero della Difesa?

Due escursionisti senza nome della regione del Perthshire avrebbero scattato la foto di un grande UFO mentre camminavano vicino al villaggio di Calvine il 4 agosto 1990. Essi hanno visto l’oggetto librarsi sopra il villaggio senza alcun rumore. Rimase lì per un poco prima di ripartire verso l’alto nel cielo con una “velocità enorme”. Poi scomparve definitivamente. I testimoni hanno inviato la presunta fotografia al giornale locale e da lì, dopo un sequestro è arrivata al Ministero della Difesa.

L’aereo della foto e dell’incidente

Durante l’incidente, gli escursionisti hanno visto un caccia della RAF volare vicino all’UFO, ma non è stato determinato se stesse scortando il velivolo o se fosse apparso lì per coincidenza. visto il periodo non è improbabile che il caccia sia un Sepecat Jaguar ancora in servizio, un Tornado, l’Eurofighter Typhoon sarebbe entrato in servizio nel 2003.

“La foto è stata quindi inviata al Defense Intelligence Staff (DIS) che l’ha poi inviata agli analisti di immagini del JARIC (Joint Air Reconnaissance Intelligence Center). Eppure, a quel tempo, il Ministero della Difesa non aveva nemmeno riconosciuto pubblicamente che vi fosse alcun interesse di intelligence negli UFO”, ha spiegato Pope.

Nick Pope in The sun

L’interesse del Ministero per gli UFO

Secondo Mr. Pope, il Ministero della Difesa aveva un grande interesse per gli avvistamenti UFO , ma era semplicemente interessato all’origine di questi strani mezzi. Stavano cercando la tecnologia che muove e di cui sono composti questi strani oggetti, esattamente come fanno gli USA e certamente altri Paesi, soprattutto Russia e Cina.

È interessante notare che la foto del Calvine Incident è scomparsa senza lasciare traccia quando gli investigatori UFO, hanno interrogato il Ministero della Difesa, sul fatto che gli americani stessero testando prototipi di aerei segreti nell’area. Il signor Pope ha chiesto agli Stati Uniti se l’imbarcazione appartenesse a loro, ma si sono rifiutati di ammetterlo. Da li sarebbero nati problemi e quasi un dibattito diplomatico in ambiente militare, che rischiava di peggiorare.

Secondo una legge di 30 anni fa nel Regno Unito, il Ministero della Difesa avrebbe dovuto rilasciare un dossier segreto sugli UFO sul Calvine Incident, il 1 gennaio 2021 (mai accaduto). Strano che sia quasi coinciso con il mese in cui il Presidente USA Trump ha leggiferato per obbligare i Servizi americani a svelare al congresso la questione degli UAP. Il governo del Regno Unito ha vietato invece il rilascio per altri 50 anni. Si dice, che questo file segreto contenga tra le tante cose, la foto dell’UFO dell’incidente di Calvine.

Ora il dossier è impostato per essere rilasciato il 1 gennaio 2072. Ma recenti eventi, come le parole di Avril Hines, Capo coordinatore dei Servizi Segreti USA, ha detto che il governo americano aspetta il supporto e la declassificazione di importanti File UFO dall’alleato Regno Unito. Vi invito pertanto a leggere l’articolo a seguire ed a vedere il video sullo stesso argomento al suo interno.

L’articolo: Avril Haines capo delle Agenzie spionistiche USA: gli UAP potrebbero essere alieni.

All’interno anche il video.

La frustrazione degli ufologi

I cacciatori di UFO si sono sentiti frustrati dopo questa decisione sulla foto del Calvine Incident. Hanno detto che quando il file sarà rilasciato, i testimoni saranno già morti. Inoltre, i nomi e i recapiti degli escursionisti sono stati rimossi dal fascicolo. Qui mi pongo una domanda, ma se il fascicolo non è stato rilasciato, come fanno a sapere che i nomi sono stati rimossi? La domanda rimarrà sicuramente senza alcuna risposta.

“Nick Pope ha suggerito, che il Governo degli Stati Uniti dovrebbe prendere l’iniziativa e rilasciare la foto perché i funzionari statunitensi coinvolti nell’Advanced Aerospace Threat Identification Program (il programma non classificato del Governo degli Stati Uniti per studiare gli UFO) sapevano dell’incidente di Calvine.”

articolo sul Calvine Incident
Calvine Incident
Un’altra illustrazione dell’incidente di Calvine

“Le foto sono state inviate al Defense Intelligence Staff (DIS), che le ha poi inviate agli analisti di immagini del JARIC (Joint Air Reconnaissance Intelligence Center). Eppure, a quel tempo, il Ministero della Difesa non aveva nemmeno riconosciuto pubblicamente, che vi fosse alcun interesse di intelligence negli UFO”, ha spiegato Pope.

È interessante notare che la foto del Calvine Incident è scomparsa senza lasciare traccia quando gli investigatori UFO hanno interrogato il Ministero della Difesa se gli americani stessero testando prototipi di aerei segreti nell’area. Il signor Pope ha chiesto agli Stati Uniti se l’imbarcazione appartenesse a loro, ma si sono rifiutati di ammetterlo.

Una bufala secondo il Professor Clarke?

David Clarke, Professore Associato presso il Dipartimento di Media Arts and Communication presso la Sheffield Hallam University, nel Regno Unito, ha recentemente rilasciato una risposta alle sue richieste FOIA sul caso del Calvine Incident. Scrive:

“Secondo tre diverse fonti e documenti senior del Ministero della Difesa che ho ottenuto dalle risposte alle richieste di libertà di informazione, le fotografie sono state effettivamente oggetto di diverse indagini di esperti. Questi sono stati effettuati dallo Staff dell’Intelligence della Difesa, dall’agenzia JARIC della RAF e dal Pentagono.

Il dossier rivela come, nel 1992, il DIS abbia inviato alla CIA l’immagine di un “possibile veicolo di ricerca” in volo nello spazio aereo scozzese. Quell’immagine è stata inviata al Pentagono dove è stata oggetto di ulteriori analisi USA-Regno Unito, come rivelato in un documento scritto dall’Air Attache del Regno Unito a Washington DC.

Richieste FOIA dal Dr. David Clarke.

Clarke ha detto che una fonte del Ministero della Difesa afferma che si trattava di un aereo sperimentale statunitense. Sebbene sottolinei anche che ciò contraddice le conclusioni originarie delle indagini degli anni ’90. Simon Baldwin, che era l’addetto dell’aviazione britannica a Washington all’epoca in cui la fotografia è apparsa al Pentagono, ha detto a Clarke che crede che la storia sia una bufala elaborata e che la foto sia un falso. Ma uno che ha ingannato i servizi di intelligence su entrambe le sponde dell’Atlantico. Sir Donald Spiers, l’ex assistente capo scienziato della RAF ha detto a Clarke, che “non aveva dubbi sul fatto che la fotografia fosse una parodia, dopo l’analisi di “esperti tecnici”.

Dr. David Clarke.

Le conclusioni di Clarke sul caso dell’Incidente di Calvine

Clarke ha presentato tre opzioni sul mistero dell’incidente UFO di Calvine e le riporto per come sono state scritte:

1. Un veicolo spaziale sconosciuto forse ET e un insabbiamento.

Sottolinea che se questo era così segreto, perché una versione in formato poster della foto poteva essere visualizzata in un ufficio del Ministero della Difesa in vista di dipendenti/visitatori civili?

Perché a Nick Pope è stato permesso di raccontare la storia in un libro che sostiene fosse soggetto a nulla osta di sicurezza e perché rilasciare al pubblico l’immagine di bassa qualità della foto nei file MoD UFO?

2. Un aereo top secret USA/Regno Unito

Clarke lo trova improbabile. Testarlo in pieno giorno sulla Scozia, quando altri luoghi come l’oceano sarebbero più sicuri, sembra sciocco. Anche se non lo esclude del tutto.

3. Una bufala

Clarke sta pensando che l’intera faccenda sia una bufala e spiega perché. Egli ha detto:

Clarke sostiene che sia tutta una bufala

“A causa della natura compartimentata del Ministero della Difesa britannico, questo spiegherebbe perché sia ​​Nick Pope che la mia fonte DI non avevano bisogno di conoscere i risultati dell’analisi Regno Unito-USA delle immagini che deve essere avvenuta all’inizio del 1993 e non ha lasciato registrare nei documenti rilasciati.

Spiegherebbe anche perché il fotografo non si è fatto avanti, nonostante la significativa copertura mediatica. Potrebbe anche spiegare perché il Daily Record ha corretto la storia e perché nessuno (incluso il Ministero della Difesa all’epoca) è stato in grado di rintracciare la fonte del RAF Harrier mostrato nell’immagine.

Se si trattasse davvero di una parodia, anche la data, l’ora e il luogo insoliti forniti nel rapporto originale al Ministero della Difesa potrebbero essere falsi. Poiché si tratta di un’immagine pre-digitale, non ci sarebbe modo di dimostrare la sua precisa provenienza…”

Clarke crede che l’UFO nell’incidente di Calvine non fosse un’astronave aliena, non sarebbe stato accettabile per molte persone, in particolare per Nick Pope. Non posso che non essere d’accordo con il Ricercatore che personalmente non conosco. Seguo Nick Pope da sempre, anche se non l’ho mai conosciuto di persona, lo reputo un serio ricercatore, una persona dalle grandi conoscenze e sicuramente vincolata a segreto per il lavoro che ha fatto.

E’ facile aggredire o sospettare chi per legge non può difendersi ed argomentare perchè se dice troppo rischia la prigione e minacce. Le spiegazioni di Clarke sono convincenti e sicuramente valide, ma non le condivido per nulla, anche se siamo davanti ad un caso tutto teorico fino all’emersione delle prove dal baratro profondo in cui sono sepolte, tutto sembra collimare e non ho motivo di dubitare delle affermazioni di Pope.

Vi consiglio di leggere anche l’intervista che ho fatto a Nick Pope in questi giorni.

Di Gabriele Lombardo

Gabriele Lombardo è nato il 17 gennaio 1975 a Palermo. Diplomato al Liceo Artistico e grafico per reti internet/intranet, egli ha acquisito nel tempo maggiori e più precise conoscenze artistico/culturali anche nel campo della clipeologia e degli studi associati e paralleli come il simbolismo, l’archeologia misteriosa e la paleoastronautica (teoria degli antichi astronauti). Esperienze E’ stato investigatore privato ed addetto alla sicurezza, cose che gli sono servite per sviluppare attitudini all’investigazione e le tecniche di analisi. Soprattutto ha sviluppato doti idonee ad un approfondito profilo di investigatore ufologico e del paranormale, nonché più generalmente di tipo misterico. E’ stato aspirante pubblicista-giornalista di controinformazione per quasi quattro anni, scrivendo di guerre, crisi internazionali, scienza, ufologia, archeologia del mistero, complotti internazionali, ecc.. a scritto per X-Time, Seven Network, Seven Radio, Il vespro ed altre riviste o network. Attualmente è anche autore. Convegni e conferenze Fin dall’età di tredici anni è stato appassionato di antiche culture, storia, scienza e misteri di tutti i tipi. Negli anni è stato testimone diretto ed indiretto di molti eventi ufologici ed alcuni paranormali. Nel 2006 intraprende il suo interesse verso l’ufologia, dopo circa sei anni dedicati al paranormale più in generale e comincia a scrivere in rete su vari blog e forum a tema misterico-ufologico. Nel 2010 ad Alcamo (Trapani) effettua il suo primo convegno pubblico con i rappresentanti di CUN, CISU ed un astronomo, su invito dell’Associazione Culturale Impronta di Palermo. Dopo aver fatto alcuni importanti convegni sulla controinformazione, il controspionaggio, la propaganda storica, l’ufologia storica, le scie chimiche e tecnologie come HAARP e MUOS, ha elaborato una propria tesi che unisce insieme la sperimentazione delle tecnologie sopracitate, il fenomeno ufo e le armi ad energia solida o ad energia più ingenerale (laser, microonde, ecc.). Ha anche effettuato un reportage fotografico sul MUOS durante la sua costruzione. Ruoli e gruppi fondati Gabriele Lombardo diventa Coordinatore e Responsabile per Il CUS (Centro Ufologico Siciliano) tra il 2011/2012, dove ha svolto indagini ufologiche territoriali, ha formato un gruppo di sostegno e ricerca per la Sicilia Occidentale, ed ha svolto attività convegnistiche organizzando con esso ben 3 convegni a Carini (Palermo); ha inoltre contribuito alla stesura di un Libro dal titolo “Gli Ufo in Sicilia – Parlano i Testimoni” di Salvatore Giusa, con alcuni casi indagati personalmente e documentati fotograficamente. Nel 2014 fonda l’Associazione Culturale “Nuovo Millennio – UFO Hunter Italia” poi chiusa i primi del 2018, di cui è stata Presidente, organizzando e partecipando come relatore o guida a 13 convegni (Trapani, Palermo, Carini, Caccamo), 10 skywatching ufo/astronomici e 3 gite archeologiche organizzate. Con la stessa Associazione e con il supporto di Giornalisti d’inchiesta, un tecnico del CIR di Roma e ricercatori indipendenti, ha condotto e documentato le indagini degli ultimi 5-6 anni presso Canneto di Caronia (Messina), dove autocombustioni, fenomeni magnetici, contatti alieni, fenomeni paranormali, eventi medianici, anomalie di vario genere ed avvistamenti UFO, hanno generato molte ipotesi. Ha anche condotto indagini sulle rotte UFO sopra le città di Palermo, Marausa-Birgi (Trapani) e Carini-Aeroporto Falcone Borsellino. Ha anche condotto indagini sulla casistica delle Province di Palermo, Trapani ed Agrigento per due anni. E’ anche stato autore di molti avvistamenti fotografati e ripresi. Ha organizzatore numerosi convegni e skywatching, spedizioni investigative, archeologiche ed antropologiche. Interviste ed esperienze radiofoniche e TV Gabriele Lombardo è stato in radio diverse volte come ospite per parlare di temi ufologici, di contattismo, scie chimiche, storia, occultismo, esoterismo, ecc.. E’ anche stato più volte ospite di una TV Monte Lepre (Palermo), dove ha coo-condotto come ospite speciale due trasmissioni a tema ufologico-scientifico-misterico affrontando temi come: il Meteorite di Celiabynsk, area 51, Casistica regionale siciliana e Roswell. Egli è stato intervistato dalla trasmissione TV Voyager dove ha potuto esporre una personale tesi che collegherebbe i fenomeni di Canneto di Caronia con le frane del Messinese di qualche anno fa. E’ stato anche intervistato per la galleria di Tremmonzelli in Sicilia (dove avvengono strani fenomeni, avvistamenti UFO e combustioni spontanee correlate ad anomalie magnetiche ed impulsi elettromagnetici o microonde). Gabriele è anche stato ideatore e Conduttore radiofonico della trasmissione “Nuovo Millennio” che andava in onda ogni venerdì dalle 22:00 alle 00:00 su Radio Carini, e condotta insieme ad altre persone. Gabriele Lombardo è anche cittadino di “Asgardia“, la prima Nazione spaziale che attualmente è in trattativa per un seggio all’ONU ed effettua missioni spaziali automatizzate. Egli ha anche un diploma ad Honorem causa “in antichi culti e religioni” Rilasciato dalla chiesa Universale degli USA ed è autorizzato Press presso la stessa istituzione negli Stati Uniti. Ora è ricercatore indipendente e ha dato e continua a dare il suo contributo alla formazione ed il mantenimento delle attività della F.U.I. (Federazione Ufologica italiana), di cui è uno dei promotori e fondatori. Ruoli nella FUI e pubblicazioni Allo stato attuale è a Capo di alcuni dipartimenti ed è vice Capodipartimento di altri. Nel 2019, ha contribuito alla stesura del libro: Il Paradosso di Fermi. “Where is everybody?” Ricerca Aerospaziale Quaderno n. 4 – Anno 2019 insieme a Dario Del Buono, Francesca Maria Manoni, Giuliana Conforto, Giuseppe GM Quartieri, Laura Quartieri, Paolo Saraceno, Piercamillo Quercia. Gabriele Lombardo si occupa anche di analisi foto video, di investigazione dei casi UFO, di fenomeni ad essi connessi e di tutto ciò che è mistero o scienza, scrive articoli e libri. Mail personale: gabrielelomb75@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *