Recentemente stavo leggendo un intervista che l’amico Simone Leoni ha fatto a Nick Pope per la Federazione Ufologica Italiana, articolo già pubblicato poco tempo addietro. Qui trovate l’articolo sopracitato. In contemporanea stavo leggendo alcuni articoli su eminenti network statunitensi, dove si parlava di casi valutati proprio da Pope e sue interviste, una in particolar modo sul The Sun, che mi ha poi suggerito lui stesso, riguardo ad un caso di cui mi sono recentemente interessato e su cui ho recentemente pubblicato un lungo ed interessante caso UFO dell’epoca in cui Nick lavorava al Ministero, è che in questo periodo è tornato a far discutere per motivi che non vi anticipo in questa sede. A seguire trovate quindi il mio articolo sul caso del Calvine Incidente.

Nick Pope in un opera grafica presa dalla Rete.

Inizio dell’intervista:

Gabriele Lombardo: Buongiorno Nick,

Prima di cominciare con le domande di questa intervista, volevo chiederti un extra,

siccome sto lavorando ad un articolo sul caso dell’Incidente di Calvine in Scozia, di cui tu a suo tempo ti sei occupato, ho letto l’articolo che mi hai girato sul Sun, ed altri che ho trovato in rete, insieme alle poche informazioni sul caso reperibili, naturalmente alla ricostruzione che hai fatto fare tu ed al disegno-fotocopia. Peccato non poter visionare le foto reali ed avere la documentazione in mano del caso, ma su cosa mi debbo basare. Prima di pubblicarlo vorrei quindi sapere se hai qualche affermazione o qualche dato che puoi darmi o dirmi. Naturalmente senza infrangere alcun vincolo che hai (per il lavoro svolto nel Regno Unito) e che non è ancora stato pubblicato. Oppure se vuoi ricalcare qualcosa di detto che può dare importanti indizi o essere un fatto su cui lavorare o meditare sopra.

Nick Pope: Non credo di avere nulla da aggiungere all’articolo che ho scritto su The Sun, a parte il fatto che ho lavorato a stretto contatto con l’artista CGI sulla ricostruzione che i media usano per illustrare questa storia, e posso confermare che è molto, molto vicino all’originale. Un ex collega del Ministero della Difesa che ha visto anche la foto originale ingrandita sul muro del mio ufficio ha concordato e ha detto che era una somiglianza molto buona.

L’interesse per gli UFO, il caso più importante ed il lavoro per il Ministero della Difesa UK

Gabriele Lombardo: Ciao Nick, cosa ti ha spinto a lavorare per il Governo britannico, ed una volta dentro, come è avvenuto se puoi dirlo il contatto che ti ha portato a lavorare sugli UFO, se puoi spiega anche che caratteristiche ci vogliono per fare questo tipo di lavoro?

Nick Pope: Sono entrato al Ministero della Difesa (MoD) perché preferivo l’idea di servire il mio Paese all’idea di lavorare nel settore privato. Ero al livello manageriale junior ed era politica del Ministero della Difesa spostare le persone ogni pochi anni, in modo che acquisissero esperienza in una vasta gamma di aree. È stato solo un caso che il posto vacante per il posto di “UFO Desk” sia apparso nel momento esatto in cui dovevo traslocare. Non avevo alcun interesse precedente per l’argomento.

Gabriele Lombardo: Qual è stato il caso più eclatante su cui hai indagato, ed eventualmente puoi raccontare l’episodio?

Nick Pope: È stata un’ondata di avvistamenti che si è verificata in un periodo di circa 6 ore nel marzo 1993, coinvolgendo avvistamenti in più località del Regno Unito. Molti dei testimoni erano Ufficiali di polizia e personale militare, e ci sono stati avvistamenti in due basi della Royal Air Force, Cosford e Shawbury. Molti testimoni hanno descritto un grande velivolo nero di forma triangolare in grado di muoversi molto lentamente e persino librarsi, per poi accelerare verso l’orizzonte in una frazione di secondo, senza boom sonico. Alcuni dei testimoni hanno anche sentito uno sgradevole ronzio a bassa frequenza proveniente dall’imbarcazione. Abbiamo avviato un’indagine completa, ma gli avvistamenti rimangono inspiegabili fino ad oggi.

Le indagini per il Ministero e le convinzioni di Pope sulla vita extraterrestre

Gabriele Lombardo: Quando sei entrato in contatto la prima volta con una realtà documentale, visiva, ecc., che aveva molte probabilità di essere extraterrestre, cosa pensavi e che domande ti ponevi?

Nick Pope: Inizieremo considerando spiegazioni alternative. La maggior parte degli avvistamenti UFO si è rivelata un’identificazione errata di oggetti o fenomeni ordinari, quindi il nostro primo compito era vedere se potevamo eliminare queste spiegazioni convenzionali. Quello che stavamo cercando erano prove che suggerissero l’esistenza di capacità o tecnologie che non possedevamo. E le nostre indagini sono state in grado di utilizzare le risorse e le capacità della comunità militare e dell’intelligence, compresi i sistemi radar, l’analisi delle immagini e altro ancora. Ci siamo chiesti: potrebbe essere la Russia, potrebbe essere la Cina o potrebbe essere qualcos’altro!

Gabriele Lombardo: Prima di lasciare il lavoro per il Governo britannico, quali sono state le tue conclusioni sul fenomeno UFO e la vita extraterrestre?

Nick Pope: Ero convinto che la vita extraterrestre esistesse altrove nell’universo, ma ero indeciso sulla questione se fossimo stati visitati o meno. Non potevo escludere la possibilità, e c’erano alcune prove intriganti, ma non c’erano prove definitive.

Il trasferimento negli USA

Gabriele Lombardo: Quali sono i motivi (se puoi parlarne) che ti hanno spinto a lasciare quel lavoro ed a trasferirti poi negli USA?

Nick Pope: Nel 1994 sono stato promosso e mi sono trasferito in un altro lavoro del Ministero della Difesa. Poi ho vinto altre promozioni e sono stato vicedirettore ad interim in una divisione che si occupava di questioni di sicurezza. Ma a quel tempo avevo prestato servizio per 21 anni e ho deciso che era tempo di cercare nuove sfide, quindi sono andato in pensione anticipata nel 2006. Nel 2010 ho incontrato mia moglie, che è cittadina statunitense. Ci siamo sposati nel 2011 e mi sono trasferito negli Stati Uniti nel 2012.

Gabriele Lombardo: Arrivato negli USA, il mondo dei media ti ha aperto molte porte, soprattutto quello documentaristico, ma come si svolge il tuo normale lavoro di ricercatore nel campo dell’ufologia, del mistero, ecc.. Ti va di raccontarti, se puoi naturalmente?

Nick Pope: Ora che lavoro negli Stati Uniti, lavoro molto per il cinema e la TV. Ciò include agire come consulente o portavoce in film a tema alieno, ospitare programmi TV e apparire in notiziari e documentari televisivi. Scrivo anche per vari giornali e riviste, e sono spesso citato in storie di UFO, inspiegabili e teorie del complotto. Inoltre, sono stato coinvolto in alcuni lavori dietro le quinte per cercare di portare avanti questo argomento all’interno del Governo, sia negli Stati Uniti che nel Regno Unito (ho ancora alcuni contatti del tempo in cui lavoravo ufficialmente su questo argomento). Infine, ho recentemente aderito al Progetto Galileo come affiliato di ricerca (hanno aderito anche Chris Mellon e Lue Elizondo, nella stessa veste).

Conclusione dell’intervista

Gabriele Lombardo: Prima di lasciarci, vorrei porti un’ultima domanda, ovviamente rispondi se puoi e come puoi.

Hai mai visto un Ufo dal vivo?

Nick Pope: Purtroppo non ho mai visto un UFO.

Gabriele Lombardo: Hai mai assistito a fenomeni inspiegabili?

Nick Pope: Non ho mai assistito a fenomeni inspiegabili.

Gabriele Lombardo: Credi che il report al Congresso, USA la questione UAP ecc., porteranno davvero ad una disclosure e alla divulgazione pubblica di alcune prove, magari diluite nel tempo, che possano condurre a delle conclusioni che non scatenino panico e problemi, tra la popolazione non credente al fenomeno o scettica per paura?

Nick Pope: L’interesse attualmente mostrato dal Congresso per l’UAP sta chiaramente avendo un effetto, con il Comitato per l’intelligence del Senato e altri che stanno esaminando da vicino questo aspetto. In risposta, l’esercito e la comunità dell’intelligence stanno intraprendendo azioni per aumentare e migliorare la ricerca e le indagini. Tuttavia, molte di queste sono ancora classificate, quindi resta da vedere quante informazioni possono essere rese pubbliche.

Gabriele Lombardo: Sei stato gentilissimo, ti auguro una buona giornata e ti ringrazio per la tua disponibilità.

Conclusione

Nick Pope è sempre stato per me un uomo di valori e serietà indiscutibili. Con le sue parole in questa intervista, mi ha confermato ciò che ho sempre pensato di lui come ricercatore e consulente. Non potevo non chiedergli se aveva mai avvistato e quindi visto un UFO, oppure se aveva mai assistito a fenomeni insoliti e quindi paranormali. In questo periodo Nick, sta apparendo sempre più spesso in TV, dove esprime le sue opinioni, qui a seguire alcune immagini delle sue recenti comparse su Fox News.

Nick Pope
Nick Pope
Nick Pope

Mr Pope è un personaggio ormai di fama globale, la sua consulenze per TV, Cinema e Documentari è riconosciuta dalla comunità internazionale di ricercatori ufologici e del mistero attraverso marchi come Discovery Channel e tanti altri. Ma lui rimane sempre un ricercatore ed un giornalista. Recentemente come ci ha detto prima, egli ha aderito al progetto Genesis insieme ad altri personaggi, che in questo momento stanno affrontando la situazione della disclosure sulla questione degli UAP e del Report al Congresso USA.

A seguire vi posto come sempre il video è l’articolo che parlano di questo. Prima però di accennare al Project Genesis di cui è entrato a far parte, vorrei sottolineare una cosa a mio avviso davvero importante accennata e sottointesa a mio avviso da Nick Pope durante l’intervista.

Il Video su UFO NEWS.
L’articolo su Stato di Emergenza.

Una curiosità

Inoltre, sono stato coinvolto in alcuni lavori dietro le quinte per cercare di portare avanti questo argomento all’interno del Governo, sia negli Stati Uniti che nel Regno Unito

Nick Pope

Questa frase per me dice tutto e non necessita commenti. Qualcosa di serio si sta muovendo dentro al Governo statunitense riguardo alla questione degli UFO. A mio avviso anche se con un lento rilascio, questo sta già avvenendo. Come ho più volte detto in questa sede ed anche sul Canale YouTube UFO NEWS, avverrà il famoso rilascio di informazioni ufologiche, ma con i criteri ed i tempi che sceglieranno per la loro convenienza. Il tutto però sarà censurato e valutato, pieno di omissis e quant’altro possa suscitare ed incitare problemi sociali e paure incontenibili. E’ per questo che ho posto a Nick Pope la domanda sugli scettici per paura ecc.. Spero in futuro di poter re-intervistate il ricercatore su un caso importante del Regno Unito.

Vedi anche il mio articolo sul Calvine incident che Nick Pope ebbe modo di indagare durante il lavoro al dipartimento della Difesa UK, qui a seguire.

Di Gabriele Lombardo

Gabriele Lombardo è nato il 17 gennaio 1975 a Palermo. Diplomato al Liceo Artistico e grafico per reti internet/intranet, egli ha acquisito nel tempo maggiori e più precise conoscenze artistico/culturali anche nel campo della clipeologia e degli studi associati e paralleli come il simbolismo, l’archeologia misteriosa e la paleoastronautica (teoria degli antichi astronauti). Esperienze E’ stato investigatore privato ed addetto alla sicurezza, cose che gli sono servite per sviluppare attitudini all’investigazione e le tecniche di analisi. Soprattutto ha sviluppato doti idonee ad un approfondito profilo di investigatore ufologico e del paranormale, nonché più generalmente di tipo misterico. E’ stato aspirante pubblicista-giornalista di controinformazione per quasi quattro anni, scrivendo di guerre, crisi internazionali, scienza, ufologia, archeologia del mistero, complotti internazionali, ecc.. a scritto per X-Time, Seven Network, Seven Radio, Il vespro ed altre riviste o network. Attualmente è anche autore. Convegni e conferenze Fin dall’età di tredici anni è stato appassionato di antiche culture, storia, scienza e misteri di tutti i tipi. Negli anni è stato testimone diretto ed indiretto di molti eventi ufologici ed alcuni paranormali. Nel 2006 intraprende il suo interesse verso l’ufologia, dopo circa sei anni dedicati al paranormale più in generale e comincia a scrivere in rete su vari blog e forum a tema misterico-ufologico. Nel 2010 ad Alcamo (Trapani) effettua il suo primo convegno pubblico con i rappresentanti di CUN, CISU ed un astronomo, su invito dell’Associazione Culturale Impronta di Palermo. Dopo aver fatto alcuni importanti convegni sulla controinformazione, il controspionaggio, la propaganda storica, l’ufologia storica, le scie chimiche e tecnologie come HAARP e MUOS, ha elaborato una propria tesi che unisce insieme la sperimentazione delle tecnologie sopracitate, il fenomeno ufo e le armi ad energia solida o ad energia più ingenerale (laser, microonde, ecc.). Ha anche effettuato un reportage fotografico sul MUOS durante la sua costruzione. Ruoli e gruppi fondati Gabriele Lombardo diventa Coordinatore e Responsabile per Il CUS (Centro Ufologico Siciliano) tra il 2011/2012, dove ha svolto indagini ufologiche territoriali, ha formato un gruppo di sostegno e ricerca per la Sicilia Occidentale, ed ha svolto attività convegnistiche organizzando con esso ben 3 convegni a Carini (Palermo); ha inoltre contribuito alla stesura di un Libro dal titolo “Gli Ufo in Sicilia – Parlano i Testimoni” di Salvatore Giusa, con alcuni casi indagati personalmente e documentati fotograficamente. Nel 2014 fonda l’Associazione Culturale “Nuovo Millennio – UFO Hunter Italia” poi chiusa i primi del 2018, di cui è stata Presidente, organizzando e partecipando come relatore o guida a 13 convegni (Trapani, Palermo, Carini, Caccamo), 10 skywatching ufo/astronomici e 3 gite archeologiche organizzate. Con la stessa Associazione e con il supporto di Giornalisti d’inchiesta, un tecnico del CIR di Roma e ricercatori indipendenti, ha condotto e documentato le indagini degli ultimi 5-6 anni presso Canneto di Caronia (Messina), dove autocombustioni, fenomeni magnetici, contatti alieni, fenomeni paranormali, eventi medianici, anomalie di vario genere ed avvistamenti UFO, hanno generato molte ipotesi. Ha anche condotto indagini sulle rotte UFO sopra le città di Palermo, Marausa-Birgi (Trapani) e Carini-Aeroporto Falcone Borsellino. Ha anche condotto indagini sulla casistica delle Province di Palermo, Trapani ed Agrigento per due anni. E’ anche stato autore di molti avvistamenti fotografati e ripresi. Ha organizzatore numerosi convegni e skywatching, spedizioni investigative, archeologiche ed antropologiche. Interviste ed esperienze radiofoniche e TV Gabriele Lombardo è stato in radio diverse volte come ospite per parlare di temi ufologici, di contattismo, scie chimiche, storia, occultismo, esoterismo, ecc.. E’ anche stato più volte ospite di una TV Monte Lepre (Palermo), dove ha coo-condotto come ospite speciale due trasmissioni a tema ufologico-scientifico-misterico affrontando temi come: il Meteorite di Celiabynsk, area 51, Casistica regionale siciliana e Roswell. Egli è stato intervistato dalla trasmissione TV Voyager dove ha potuto esporre una personale tesi che collegherebbe i fenomeni di Canneto di Caronia con le frane del Messinese di qualche anno fa. E’ stato anche intervistato per la galleria di Tremmonzelli in Sicilia (dove avvengono strani fenomeni, avvistamenti UFO e combustioni spontanee correlate ad anomalie magnetiche ed impulsi elettromagnetici o microonde). Gabriele è anche stato ideatore e Conduttore radiofonico della trasmissione “Nuovo Millennio” che andava in onda ogni venerdì dalle 22:00 alle 00:00 su Radio Carini, e condotta insieme ad altre persone. Gabriele Lombardo è anche cittadino di “Asgardia“, la prima Nazione spaziale che attualmente è in trattativa per un seggio all’ONU ed effettua missioni spaziali automatizzate. Egli ha anche un diploma ad Honorem causa “in antichi culti e religioni” Rilasciato dalla chiesa Universale degli USA ed è autorizzato Press presso la stessa istituzione negli Stati Uniti. Ora è ricercatore indipendente e ha dato e continua a dare il suo contributo alla formazione ed il mantenimento delle attività della F.U.I. (Federazione Ufologica italiana), di cui è uno dei promotori e fondatori. Ruoli nella FUI e pubblicazioni Allo stato attuale è a Capo di alcuni dipartimenti ed è vice Capodipartimento di altri. Nel 2019, ha contribuito alla stesura del libro: Il Paradosso di Fermi. “Where is everybody?” Ricerca Aerospaziale Quaderno n. 4 – Anno 2019 insieme a Dario Del Buono, Francesca Maria Manoni, Giuliana Conforto, Giuseppe GM Quartieri, Laura Quartieri, Paolo Saraceno, Piercamillo Quercia. Gabriele Lombardo si occupa anche di analisi foto video, di investigazione dei casi UFO, di fenomeni ad essi connessi e di tutto ciò che è mistero o scienza, scrive articoli e libri. Mail personale: gabrielelomb75@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.