Uri Geller, la NASA e gli Alieni: PIEGA LA MENTE

Gli UFO SONO reali… La Nasa mi ha mostrato astronavi aliene e ho contattato segretamente ET per anni, dice Uri Geller

Uri Geller (famoso illusionista o mago il cui vero nome è Spoon Bender) afferma di aver lavorato segretamente con gli americani per anni per contattare gli alieni.

Egli, ha adesso 74 anni, dice di aver avuto incontri segreti con l’ingegnere missilistico tedesco Wernher Von Braun alla NASA e gli è stato mostrato un pezzo di un UFO precipitato (forse quello di Roswell).

Uri Geller
Il sensitivo Uri Geller afferma che la NASA gli ha mostrato un pezzo di UFO precipitato Credito: Twitter
Uri Geller e verner von Browne
Nella biografia di Uri Geller si afferma di aver incontrato l’ingegnere missilistico tedesco Wernher Von Braun Credito: Twitter
Uri Geller e verner Von brown
Uri Geller ha detto che lo scienziato lo ha portato in un luogo segreto per motivi della NASA Credito: Twitter
Uri Geller
Un giovane Uri al Goddard Space Flight Center

Vediamo cosa dice Uri geller

“Per anni ho dovuto negare la mia vera missione e camuffare il mio lavoro”

“Poche persone conoscono la verità. Presumo che tutti i leader mondiali – Obama, Trump, Netanyahu – stiano comunicando con ET”.

Egli ha parlato dopo che il Pentagono ha rilasciato il suo rapporto preliminare sugli UFO al Congresso degli Stati Uniti. Uri ha detto poi che “da anni” il Pentagono sa che gli UFO sono reali.

“Potrebbero suggerire di essere una tecnologia segreta proveniente dalla Cina o dalla Russia, ma credetemi, sanno molto di più di questo”.

I risultati del report preliminare si basano sui rapporti della task force segreta UAP che ha studiato il fenomeno tra il 2004 e il 2021. Solo uno degli UFO è stato identificato come un pallone sgonfio.

Inutile continuare con le spiegazioni del report dato che ne ho abbondantemente parlato, vi rimando ad un articolo ed un video che vi chiariscono e spiegano tutto dettagliatamente:

YouTube player

In risposta ai dubbi dei Congress man, l’esercito americano allestirà un vero e proprio “ufficio X-Files” e formulerà raccomandazioni alle basi militari. A tal fine sono già stati chiesti nuovi finanziamenti. vedi anche il video a seguire:

YouTube player

In una lettera ai capi militari, il Segretario alla Difesa Kathleen Hicks ha dichiarato: “Tutti i membri del dipartimento utilizzeranno questi processi per garantire che l’UAPTF o la sua attività di follow-up, abbia rapporti di osservazioni UAP entro due settimane dall’evento”.

‘Non posso credere ai miei occhi’

Uri afferma che gli sono state mostrate prove dell’esistenza di alieni durante esperimenti segreti al Goddard Space Flight Center.

Egli ha anche detto: “Dopo aver guidato con Wernher Von Braun abbiamo fatto tre rampe di scale nell’edificio e ci hanno dato cappotti arancioni come quelli per le spedizioni antartiche (con badge blu della NASA ricamati).

“Le porte del congelatore pesanti e spesse sono state aperte. Non potevo credere ai miei occhi, ma l’ho sempre saputo da quando avevo 5 anni.”

Uri è stato costretto a incontrare l’ingegnere missilistico tedesco dal suo amico, l’astronauta statunitense Edgar Mitchell. quindi racconta una parte di quell’incontro e dice:

“Con mia scioccante sorpresa mi ha mostrato un pezzo di un UFO schiantato”.

Uri, noto per il suo piegamento del cucchiaio, afferma che suo cognato ha scattato una foto dell’incontro con una telecamera spia in una stanza ristretta. Ed ha poi aggiunto: “Il partito nazista era ossessionato dall’occulto. Hanno setacciato il globo alla ricerca di forze misteriose che avrebbero permesso loro di costruire il loro Reich di 1000 anni”.

L’incontro con Wernher von Braun

Quando l’ingegnere aerospaziale tedesco Wernher von Braun si unì ai programmi militari e spaziali degli Stati Uniti dopo la seconda guerra mondiale, divenne rapidamente uno dei principali scienziati a cui fu attribuito lo sviluppo del missile balistico, la creazione di una stazine spaziale orbitale, l’esplorazione spaziale e mandare l’uomo sulla Luna.

“Quando l’ho incontrato, Wernher von Braun ha preso un oggetto da una cassaforte e me l’ha presentato. Ha detto che era un pezzo di un UFO schiantato”.

“Voleva che gli dicessi cosa sentivo dal materiale. Ho sentito che non era terrestre: era metallico, allungato e aveva una tonalità che non avevo mai visto prima”.

URI ricorda come Von brown disse che il materiale sembrava “come se fosse vivo”, come se respirava “respirava”.

“La superficie aveva una qualità simile a una perla che sembrava quasi avere un colore tridimensionale”.

Il principe Filippo, che è noto fosse molto interessato al fenomeno UFO e collezionasse avvistamenti, la cui documentazione teneva in una camera privata, una volta ha avuto il coraggio di ascoltare con Uri Geller gli UFO e gli ET. Uri ha detto di aver chiacchierato con un extraterrestre a un evento di beneficenza al St James’s Palace alla fine degli anni ’90. Confermare tali racconti è impossibile.

Geller dice: sentivo che non era terrestre, la voce era metallica, allungata e aveva una tonalità che non avevo mai sentito prima. Sembrava che fosse vivo. Come se stesse respirando.

Vi ricordo che Uri Geller è un sensitivo di fama mondiale. Leggiamo cosa ha detto a proposito dell’incontro con il Principe Filippo.

“Ciò che mi ha sbalordito è stata la conoscenza che il principe Filippo aveva della vita extraterrestre, della coscienza, dell’Universo e oltre. Ha detto che credeva che gli UFO esistessero”.

I Poteri psichici di Uri Geller e gli alieni

Uri afferma che gli alieni gli hanno conferito poteri psichici quando era un bambino. A soli tre anni, ha avuto un incontro UFO il giorno di Natale del 1949, vicino al quartiere operaio in Israele, dove egli è cresciuto. Questo almeno secondo una sua nuova biografia.

Dopo aver sentito i gattini, si dice che il giovane Uri Geller abbia vagato in un pezzo di terra sul retro della sua casa. Improvvisamente una luce brillante apparve sopra di lui e lo colpì, apparentemente attivando i suoi poteri. Più tardi nella vita, è stato sottoposto a una serie di bizzarri esperimenti segreti, che miravano ad armare le abilità psichiche, almeno, questo (secondo il giornalista Adrian Zorzut per il The SUN, che lo ha intervistato) sarebbe emerso da alcuni documenti della CIA sul sensitivo. anche quest’ultima informazione non è stato possibile confermarla.

YouTube player

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *