Giugno 14, 2024

Ex Astronauta della NASA Brian O’Leary disse: abbiamo contatti con culture aliene e il loro aspetto è bizzarro

6

Il 28 luglio 2011, l’ex astronauta e scienziato Brian O’Leary è morto poco dopo aver fatto una grande dichiarazione. Qualcuno vi ha speculato sopra, tirando in ballo teorie secondo cui è stato infine ucciso in modo occulto, ma non sono qui per esporre tali teorie, ma ben altro.

Quando l’Agenzia spaziale statunitense NASA selezionò il suo sesto gruppo di astronauti nell’agosto del 1967, un gruppo soprannominato degli scienziati, lui fu selezionato per farne parte in qualità di fisico. O’Leary era stato membro della facoltà di fisica dell’Università di Princeton per molti anni. Secondo lui, ci sono prove sostanziali che indicano che la Terra è visitata da esseri extraterrestri. Sosteneva che le civiltà avanzate arrivarono sulla terra molto tempo fa e che queste civiltà tra le altre cose, utilizzano tecnologie fondate sulla coscienza.

astronauta Brian O'Leary
Brian O’Leary e il 6° gruppo di Astronauti NASA.

“Ci sono molte prove che siamo stati contattati dagli alieni e che queste civiltà ci hanno visitato per molto tempo, il loro aspetto potrebbe essere bizzarro da qualsiasi punto di vista materialistico occidentale tradizionale. Questi visitatori utilizzano tecnologie che influenzano la coscienza – il toroide e utilizzano dischi magnetici co-rotanti per i loro sistemi di propulsione, che sembrano essere il comune denominatore del fenomeno UFO,”

Dr. Brian O’Leary su Thrive Movement

L’astronauta Brian O’Leary

Il dottor Brian O’Leary è nato il 27 gennaio 1940. Sfortunatamente gli fu diagnosticato un cancro intestinale e morì di infarto dopo aver avut la notizia, questa è almeno la versione ufficiale. 

Le persone che componevano la 6° squadra venivano comunemente chiamate scienziati-astronauti. Il dottor O’Leary ha frequentato il Williams College e ha conseguito una laurea in fisica nel 1961. Ha poi frequentato l’Università della California a Berkeley e ha conseguito un dottorato in filosofia in astronomia nel 1967. Ritornò ad insegnare Fisica all’Università di Princeton dopo l’avventura astronautica.

Era un membro dell’Associazione americana per l’avanzamento della scienza e segretario della sezione di planetologia dell’Unione geofisica americana. Ha guidato l’Asteroidal Resources Group per l’Ames Summer Study on Space Settlements della NASA. È stato membro fondatore del consiglio d’amministrazione dell’Associazione Internazionale per la Nuova Scienza e primo presidente del Movimento per la Nuova Energia. Era anche membro della World Innovation Foundation.

Questi ultimi due fattori erano per lui di vitale importanza, energia pulita e non inquinante per tutti e tecnologia innovativa al servizo dell’uomo e non al contrario.

astronauta Brian O'Leary
Il dottor Brian O’Leary nel periodo di addestramento come astronauta della NASA.

Dopo che O’Leary lasciò la NASA, Carl Sagan lo invitò a tenere una conferenza alla Cornell University nel 1968. Rimase lì come ricercatore associato di astronomia dal 1968 al 1969 e come assistente professore dal 1969 al 1971. Studiò i masconi lunari mentre era alla NASA1.

L’Astronomo della NASA Carl Sagan.

Durante l’anno accademico 1970-1971, O’Leary ha lavorato come ricercatore in visita presso il California Institute of Technology. Era il vice caposquadra del Mariner 10 Venus-Mercury TV Science Team. La NASA ha riconosciuto gli sforzi del team consegnando loro un premio per i risultati del gruppo.

L’intervista di Project Camelot

Durante un’intervista dal vivo con Kerry Cassidy di Project Camelot, ha condiviso alcune intuizioni affascinanti riguardo Carl Sagan. O’Leary e Sagan erano amici da diversi anni, ma quando O’Leary decise di lasciare la Cornell, ebbero un litigio. ( Fonte )

Dopo la sua partenza, O’Leary iniziò ad esplorare parte del lavoro di Carl Sagan ormai famoso in tutto il mondo e considerato un uomo appassioanto di misteri e fautore di interessanti teorie considerate talvolta quasi complottistiche. 

O’Leary affermò che l’iconica “Faccia” di Cydonia su Marte, che fu fotografata da Viking nel 1975 e somigliava a un volto umano, fu alterata da Sagan prima di essere resa pubblica:

“È stato molto, molto deludente per me, perché non solo se Carl si sbagliava, ha anche confuso i dati. Ha pubblicato un’immagine della ‘Faccia’ su Parade Magazine, un articolo popolare, dicendo che la ‘Faccia’ era solo una formazione naturale, ma ha ritoccato l’immagine per farla non sembrare una faccia.“.

Il suo articolo contro Sagan e il volto di Marte

Nel maggio 1990, O’Leary pubblicò un articolo intitolato “Analisi delle immagini del volto su Marte e possibile origine intelligente”, che dimostrò solo ulteriormente il suo scetticismo. È stato pubblicato sul Journal of the British Interplanetary Society, Vol.43 No.5. O’Leary ha anche dichiarato:

Ho cominciato a capire, direttamente dal punto di vista scientifico, non solo per sentito dire, che quest’uomo era colluso con la NASA, che potrebbe esserci qualcosa di più di prima… Carl faceva parte di un comitato con un numero di persone importanti. C’era un rapporto pubblicato dalla Brookings Institution nel 1961 – ed è allora che conobbi Carl, in quegli anni; gli anni ’60 sono stati soprattutto quando ho lavorato a stretto contatto con lui – che lui e quest’altro gruppo hanno detto: beh, se qualche ET è mai apparso sulla Terra, deve essere nascosto. Questo è l’unico modo in cui saremo in grado di gestire la situazione, perché se non ci riuscissimo, sarebbe uno shock culturale troppo grande”.

Briane O’Leary
astronauta Brian O'Leary
Dr. Briane O’Leary.

Dichiarazioni al forum Internazionale sulla Nuova Scienza

Il 18 settembre 1994, il Dr. O’Leary disse durante il Forum Internazionale sulla Nuova Scienza a Fort Collins in Colorado:

“Un gruppo segreto all’interno del governo degli Stati Uniti tiene le masse lontane per quasi 50 anni dagli UFO e dai contatti extraterrestri. Abbiamo contatti con civiltà extraterrestri. Questa informazione è probabilmente oscurata da un gruppo d’élite all’interno della CIA, della NSA e della DIA. Questo piccolo gruppo conosce bene i segreti da custodire. Il Watergate e l’affare Iran-Contra sono bambini rispetto a questo Watergate cosmico sugli UFO, gli alieni, il controllo mentale, l’ingegneria genetica, l’energia libera e l’antigravità”.

Ad oggi abbiamo abbondantemente superato i 70 anni di questo cover-UP. Sappiamo che la CIA è sicuramente molto più coinvolta di quanto non si potesse immaginare, attrtaverso le testimonianze recentemente rilasciate al Daily Mail e le rivelazioni su un suo organismo, l’OGA, ovvero l’Office of Global Access, nonchè il Crash Recovery Team che si occupa del recupero di: UFO, Alieni, armi nucleari e tecnologie avanzate, straniere ed esotiche. Anche DIA ed NSA risultano coinvolte, così come il DOD, Dipartimento della Difesa. In pratica l’ex astronauta sapeva e parlò decenni prima delle attuali rivelazioni.

YouTube player

Dipinto come uno scettico

O’Leary suggerì non solo l’esistenza di una presenza extraterrestre sulla Terra stabile, ma anche l’esistenza di una vera faccia su Marte, specificando che non aveva mai inteso dire che non c’era una faccia in Cidonia Valley, ma solo che Sagan aveva falsificato e manomesso la foto. Ha anche scritto l’introduzione al libro di Steven Greer Hidden Truth, Forbidden Knowledge, dimostrando che non è affatto scettico e che crede anche negli UFO. Il libro parla delle tecnologie aliene represse come l’energia libera, l’antigravità e la presenza extraterrestre sulla Terra.

Forse quindi l’etichetta di scettico, è stato un tentativo maldestro e non riuscito di far uscire pulito Sagan e di far perdere credibilità al Dr. O’Leary. In pratica proteggere il proprio pupillo messo li a controllare la massa propinando piccole verità in mezzo a enormi menzogne, con la volontà di nascondere tuta la verità.

“C’è una seria possibilità che veniamo visitati e siamo stati visitati per molti anni da persone provenienti dallo spazio, da altre civiltà. Chi sono, da dove vengono e cosa vogliono dovrebbero essere oggetto di rigorose indagini scientifiche e non oggetto di “rubishing” da parte dei giornali scandalistici”. ( fonte )

Lord Admiral Hill-Norton, ex capo di stato maggiore della difesa, ammiraglio a 5 stelle della Royal Navy, presidente del comitato militare della NATO

“Esseri intelligenti provenienti da altri sistemi stellari sono stati e stanno visitando il nostro pianeta Terra. Sono variamente indicati come Visitatori, Altri, Popoli delle Stelle, Et, ecc… Stanno visitando la Terra adesso; questa non è una questione di congetture o di pensieri malinconici. ( fonte )

Theodor C. Loder III, Phd, Professore Emerito di Scienze della Terra, Università del New Hampshire

“Gli alieni vivono tra noi ed è probabile che almeno due di loro lavorino con il governo degli Stati Uniti. Decenni fa, visitatori provenienti da altri stabilimenti ci avvertivano della direzione in cui eravamo diretti e si offrivano di aiutarci. Ma invece noi, o almeno alcuni di noi, abbiamo interpretato le loro visite come una minaccia, e abbiamo deciso di sparare prima e di fare domande dopo… Perché so che lo sono. È un dato di fatto, visitano il nostro pianeta da migliaia di anni”.

Paul Hellyer, ex ministro della Difesa canadese ( Fonte non più disponibile )

“La mia gente racconta di Popoli delle Stelle che vennero da noi molte generazioni fa. Il popolo delle Stelle portò insegnamenti spirituali, storie e mappe del cosmo e li offrì liberamente. Erano gentili, amorevoli e davano un grande esempio. Quando ci hanno lasciato, la mia gente dice che c’era una solitudine senza eguali”. ( fonte )

Richard Wagamese, autore di Ojibway

A seguire il mio video che spiega ae chiarisce tutta la questione sull’Astronauta e le se dichiarazioni:

YouTube player
  1. I masconi lunari
    Si tratta di anomalie gravitazionali positive presenti nei vari corpi celesti conosicuti, inclusi la Terra e la Luna, si tratta nella fattispecie di concentrazioni di massa non propriamente spiegabili. Un esempio terrestre è quello delle Isole Hawaii, mentre per la Luna sono I Bacini Mascon, da cui prende il nome il termine stesso. Mi scuso per la divagazione, che ritengo obbligata per far capire cosa sono i Masconi con chi non ha dimistichezza con la geologia astronomica e non. ↩︎

6 thoughts on “Ex Astronauta della NASA Brian O’Leary disse: abbiamo contatti con culture aliene e il loro aspetto è bizzarro

  1. Molto interessante. Mi domando, da profana, sullo spunto di quel “poco” che viene svelato riguardo queste tecnologie, se esistono scienziati che provano a svilupparle a beneficio dell’umanità.

    1. ciao Gabriella, benvenuta nel mio sito, commenta pure tutto quello che vuoi… se non rispondo subito è solo per impegni, ma lo faccio sempre.
      Si ci sono stati molti che hanno provato a farlo, ma sono tutti stati screditati, uccisi o sono scomparsi. Allo stato attuale sviluppano tali tencologie solo per l’elitè e per il complesso militare industriale segreto. In realtà però, alcune cose sono nel tempo passate e le usiamo comunemente, non sapendo la provenienza di tali strumenti o materiali… Vedi per esempio il Nitinol, la fibra di carbonio, i superconduttori, la visione notturna e l’infrarosso, le lenti oscuranti, il velcro e tante altre cose, questo almeno secondo alcuni Insider che a suo tempo parlarono.

    1. Gli articoli sono pubblici perchè servono a dare informazione, quindi ovviamente si, purchè la divulgazione non sia a fini di discredito o sfottimento, cosa che purtroppo accade… Comunque sia, tutti miei contenuti di youtube e qui sul sito sono divulgabili e condivisibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *