Maggio 22, 2024

Arrivo degli alieni in Luglio secondo la medianicità

0

L’arrivo degli alieni, una loro comunicazione o persino un atterraggio con la diretta TV; questi ed altri, sono gli scenari del collettivo di pensatori sulla questione extraterrestre, se parliamo di appassionati. Ma come avverrebb tutto ciò realmente? Lascieremo la risposta a questi enigmi ed a tutte le domande, ad un altra occasione. Qui ed oggi, parleremo di una Profezia ormai passata e non avverata, almeno ufficialmente, ma che ad oggi risulta ancora valida in certi ambienti, che pretenderebbero un’imminente contatto alieno per scansare la fine del Mondo.

Il 20 luglio 2019 avete assistito allo sbarco degli alieni? Perché pare che la Terra dovesse venire contattata dagli extraterrestri. Questo era quello che spiegava e profetizzava il medium spiritista brasiliano Francisco Cândido Xavier, morto il 30 giugno 2002. Oggi purtroppo qualcuno sta cominciando a far girare nuovamente questa profezia, sostenendo, che la data riportata nei testi era errata o che addirittura questa era stata identificata in modo sbagliato dal presunto profeta. Xavier è sicuramente stato un gran pensatore, filosofo spiritualista e scrittore, ma di certo non ha indovinato le profezie, almeno in apparenza e secondo le informazioni di dominio pubblico.

arrivo degli alieni
Chico Xavier

Chico Xavier era un filantropo brasiliano, conosciuto per aver venduto più di 50 milioni di copie di libri e aver donato in beneficienza tutto il ricavato senza guadagnarci mai nulla. Per questo motivo egli è così amato e seguito in Sud America ed ovviamente in particolar modo nei Paesi come il Brasile, quindi di lingua portoghese. Ha scritto o partecipato alla stesura di centinaia di libri, alcuni sostengono addirittura l’ipotesi che ne habbia scritto tra i 450 e i 600, cifre secondo me impossibili. Tra queste il famoso libro Nosso Lar e molti libri sulla medianicità e mondi paralleli.

I progressi umani e l’arrivo degli alieni

Il medium ha ipotizzato un tentativo di contatto da parte degli alieni sulla Terra il 20 luglio 2019, esattamente 50 anni dopo lo sbarco dell’uomo sulla Luna. Ma alcuni in rete, hanno ben pensato di traslare questa data al 2021, data quindi in cui qualcuno si aspetta l’arrivo degli alieni. Evento che certamente non avverrà, come non avvenne nel 2019 o in date rilasciate in rete per fare scoop. Secondo Xavier, in quell’occasione le potenze celesti del nostro Sistema Solare si sono incontrate e la loro idea fu quella di verificare il progresso della società terrestre dallo sbarco lunare ad oggi (data stabilita da Xavier).

immagine locandina dell’evento del 2019, anche la foto dell’anteprima risale allo stesso presunto evento.

50 anni, a quanto pare, è sembrato un buon arco di tempo per vedere quanto l’uomo sia effettivamente progredito agli occhi alieni. Su questa affermazione ci sarebbe molto da discutere e molto da divagare, quindi rimandiamo ad altro momento ed altro articolo.

La profezia della salvezza del pianeta

nosso lar Arrivo degli alieni

Abbiamo, in diverse occasioni, dimostrato di saper rimanere relativamente buoni senza tirarci le peggiori armi addosso, soprattutto quelle nucleari. Se gli esseri umani dovessero cedere alla tentazione dell’atomica, Chico Xavier ci informa che sarà la Madre Terra e non gli alieni ad intervenire.

Condivido perfettamente l’affermazione di Xavier, infatti non credo affatto all’intervento alieno per risolvere i nostri problemi. Inoltre credo che la Terra, come forma vivente, anche se non come la intendiamo in generale, ha i suoi sistemi per eliminare le minacce. Per esempio l’atmosfera e la Magnetosfera contrastano le radiazioni. E’ fanno lo stesso, seppur parzialmente anche gli impatti dei meteoriti, ecc. penso possa fare lo stesso con i virus, incluso l’uomo.

Pandemie e catastrofi Globali, inclusi i drastici cambi di clima ed i futuri eventuali cambi polari, potrebbero funzionare da reset. Le conseguenze? Immani sismi, ed enormi tsunami. Esplosioni di vulcani ormai estinti da tantissimo tempo. Disgeli o mini glaciazioni, aumento delle radiazioni che passanto attraverso l’atmosfera. Il risveglio di organismi, parassiti, virus e batteri sepolti dai ghiacci eterni dell’Antartide. Lo scioglimento del permafrost e la conseguente emissione di anidrite carbonica ed altri gas letali e serra in quantità da rendere l’atmosfera tossica. Ques’ultima cosa sta tra l’altro già accadendo da una decina di anni. Questi sono alcuni e non tutti i problemi a cui stiamo andando incontro ed a cui urge prendere provvedimenti, senza di certo aspettare la manna dal cielo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *