Luglio 21, 2024

Il sottomarino USS Connecticut si è scontrato con un USO

0
USS Connecticut SSN-22

091117-N-6720T-374 PACIFIC OCEAN (Nov. 17, 2009) The Seawolf-class fast-attack submarine USS Connecticut (SSN 22) transits the Pacific Ocean during Annual Exercise (ANNUALEX 21G). ANNUALEX is a yearly bilateral exercise with the U.S. Navy and the Japan Maritime Self-Defense Force. (U.S. Navy photo by Mass Communication Specialist Seaman Adam K. Thomas/Released)

Un sottomarino americano si è scontrato con un oggetto nel Mar Cinese Meridionale

Un sottomarino nucleare americano si è scontrato con un oggetto sommerso nel Mar Cinese Meridionale , come spiegato da due funzionari della difesa.

CNN

Diversi marinai a bordo della USS Connecticut sono rimasti feriti nell’incidente, anche se nessuno è in gravi condizioni ed a rischio di morte, questa è parte integrante della dichiarazione rilasciata dalla United States Pacific Fleet. Non è chiaro cosa possa aver colpito il sottomarino di classe Seawolf mentre era sommerso. Le indagini sono quindi attualmente in corso e potrebbero prendere pieghe inaspettate.

 Il sottomarino USS Connecticut a Guam
Il sottomarino danneggiato fermo nella base di Guam in attesa di riparazione.

“Il sottomarino rimane in condizioni sicure e stabili . Il reattore nucleare e la strutture sulla USS Connecticut non sono stati interessati. Essi rimangono pienamente operativi. L’incidente sarà indagato ”.

United States Pacific Fleet

L’incidente è avvenuto in un momento in cui le tensioni tra Stati Uniti e Cina sono agli estremi. Aumentate a causa delle incursioni aeree vicine a Taiwan e dalle intromissioni in mare delle unità alleate. Queste sono avvenute con oltre 300 velivoli in decina di giorni e la simulazione dello sbarco in massa dei Marines cinesi sulle spiagge taiwanesi, nella zona di identificazione della difesa aerea (ADIZ) di Taiwan. D’altra parte però anche I gruppi da battaglia dell’alleanza anticinese nell’area non sono da meno e lanciano continue sfide alla Marina Popolare cinese, con la scusa di doverla contenere.

Il sottomarino dei misteri

Il Connecticut operava nelle acque del Mar Cinese Meridionale. Gli Stati Uniti e i suoi alleati, nel mentre, stavano conducendo esercitazioni nella regione. Quest’ultima è nota come Carrier Strike Group 21. Navi provenienti da: Stati Uniti, Regno Unito, Giappone, Australia, Canada e Paesi Bassi hanno partecipato ad essa. Tra le unità principali vi erano anche tre portaerei, inclusa la portaerei britannica Queen Elisabeth.

 sottomarino USS Connecticut adamage
Il danno della collisione del sottomarino USS Connecticut.

Il 7 ottobre, la Marina degli Stati Uniti ha confermato le informazioni dal sito specializzato USNI News secondo cui l’USS Connecticut, uno dei suoi tre sottomarini da attacco nucleare [SNA] della classe Seawolf, si era scontrato con un “oggetto” non identificato, mentre partecipava a un’esercitazione nel Mar Cinese cinque giorni prima, ovvero il 2 dello stesso mese.

“La USS Connecticut ha colpito un oggetto nel pomeriggio del 2 ottobre mentre navigava in immersione nelle acque internazionali della regione indo-pacifica”

USNI NEWS

Secondo la US Navy, il sottomarino ha subito danni non gravi. Il suo sistema di propulsione non è stato interessato dalla collisione. La USS Connecticut è “in condizioni sicure e stabili”. In effetti guardando la foto trapelata sembra che l’unica parte danneggiata sia la torretta, per essere precisi nella sua parte a prua in basso, cosa che di per se escluderebbe sconti con navi e rocce. A seguire trovi anche un video esplicativo della vicenda.

YouTube player

Dopo lo scontro, lo USS Connecticut emerge e si dirige verso la base navale di Guam. Si è poi sostenuto che l’incidente sia avvenuto proprio nel Mar Cinese Meridionale, quasi tutto rivendicato da Pechino, questo fomenta le ipotesi di un coinvolgimento cinese nello scontro, vedremo successivamente perchè e come..

Collisioni sottomarine nella storia

Le collisioni tra un sottomarino e una nave di superficie avvengono abbastanza regolarmente. D’altra parte, tali incidenti in immersione sono invece molto più rari. Nel 2005, a causa di una carta di navigazione obsoleta, la USS San Francisco, un ANS di classe Los Angeles, ha colpito una montagna sottomarina mentre navigava vicino a Guam. Lo scontro è stato così forte da schiacciare la cupola del sonar. Ed in quell’occasione purtroppo morì un sommergibilista.

sottomarino USS San Francisco danneggiato dopo collisione
Il sottomarino USS San Francisco dopo l’urto della montagna sottomarina.

Nel 2009, nell’Oceano Atlantico, gli SSBN “Le Triomphant” e l’HMS “Vanguard” si sono scontrati “a velocità molto bassa” mentre erano in immersione. Per fortuna anche in questo scontro non ci sono stati feriti. Si è però rischiata la catastrofe nucleare. Anche qui, non sono stati intaccati nè armamenti, nè i reattori.

sottomarino SSBN Le Triomphant (USS Connecticut article)
SSBN Le Triomphant.
sottomarino HMS Vanguard (USS Connecticut article)
Nuclear submarine HMS Vanguard arrives back at HM Naval Base Clyde, Faslane, Scotland following a patrol.

Al momento, la natura dell’“oggetto” che ha causato danni alla USS Connecticut rimane sconosciuta. Una fonte del sito Web di MilitaryTimes ha escluso la collisione con una montagna sottomarina e le fonti militari di notizie attendibili, che escludono la cosa, sono già due, e come avete letto in precedenza, lo escludo a priori anche io. Lo stesso hanno fatto escludendo un’azione ostile o una collisione con un’altra nave. Tuttavia, ha chiarito anche il sito sopra citato, che le indagini sono per il momento solo nella fase preliminare.

Ipotesi finali

Un’altra ipotesi, alla quale abbiamo accennato prima, sarebbe che l’ANS americana abbia colpito un drone sottomarino. Ovviamente di una nazione che spia i sottomarini americani. La componente navale dell’Esercito Popolare di Liberazione [APL] ha investito molto in questa capacità negli ultimi anni, sviluppando molti prototipi di droni sottomarini. Allo stato attuale ne ha anche un paio molto efficienti e già in servizio attivo.

Quindi l’Haishen 6000 o anche l’HSU-001 farebbero al caso. Quest’ultimo è dotato di sonar e un rilevatore di anomalie magnetiche molto interessanti. Quest’ultimo è stato presentato durante una parata militare nel 2019. Entrambi i veicoli sottomarini potrebbero essere all’origine della collisione. Ovviamente però, non essendosi concluse le indagini ufficiali e non avendo materiale concreto tra le mani, non posso nemmeno escludere l’ipotesi USO, ovvero dell’oggetto sottomarino non identificato, appartenete magari ad un altra fazione sconosciuta.

Se ti interessa approfondire l’attuale situazione a Taiwan vedi anche i due video a seguire.

YouTube player
YouTube player

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *