Aprile 16, 2024

L’Yb-49 il secondo modello di ala volante dell’USAF

0

Dopo avervi parlato dell’Yb-35, l’ala volante americana del dopoguerra ispirata all’Horten tedesco della II Guerra Mondiale, è giusto che io vi parli anche del successivo prototipo l’Yb-49. L’aereo mantiene quasi totalmente forma e dimensioni invariate rispetto a quello ad elica, diventando però un velivolo ad otto motori a reazione. Esso perde quindi nel corso dello sviluppo le meno efficienti e veloci eliche controrotanti.

Come il suo predecessore, subisce la modifica del nome divenendo Xb-49. Anch’esso come il primo, rimarrà un velivolo sperimentale senza un futuro (effettuando pochi voli di prova e collaudo (anche se più del suo precedente modello e con risultati migliori).

Graphic transition of YB-49 to B-2. Original image used: 090706-F-1234K-051.

Come l’Xb-35, ha contribuito all’evoluzione necessaria per arrivare a velivoli stealth ad ala volante o a delta come il famoso bombardiere USA B-2b. Lo stesso vale per il drone X-47b di nuovissima generazione o il vecchi cacciabombardiere F117 stealth fighter. questi furono sperimentati nell’Area 51 ed usati per la prima volta nel 1990 contro Saddam Hussein in Iraq.

Vedi anche:

La vita del velivolo

Il primo volo dell’Yb-49 velivolo fu effettuato il primo ottobre 1947. Oltre a superare nei test il precedente modello a elica, mise alcuni record di autonomia e volo in altitudine. Esso poteva portare un carico di 14500 kg di bombe ed aveva circa 2500 km di autonomia in missione, quasi 7000 senza carico. Dopo enormi successi ottenuti, uno dei prototipi si schiantò dopo essere entrato in stallo, perdendo di integrità strutturale. Il velivolo volava a quota troppo bassa. Nell’incidente persero la vita i 5 membri dell’equipaggio.

Se mai avesse avuto un futuro nell’USAF, quest’ala volante avrebbe invece necessitato un equipaggio di 7 uomini. Nel tempo avrebbe probabilmente subito molte modifiche strutturali ed una diminuzione del peso. La velocità massima del velivolo era di oltre 750 km orari, una cosa incredibile per gli aerei dell’epoca.

Ne fu ordinato un modello per lo spionaggio d’alta quota denominato RB-49, ma venne subito bocciato. Subito dopo l’ultimo volo nel 1948 di uno di questi aerei, fu ordinato il totale smantellamento.

I sovietici posero molte attenzioni e risorse per scoprire e studiare questi velivoli dopo la II Guerra Mondiale.

Descrizione e dati dell’Yb-49

Descrizione
Tipobombardiere strategico
Equipaggio7
ProgettistaJack Northrop
Costruttore Northrop Corporation
Data primo volo1º ottobre 1947
Utilizzatore principale USAF
Esemplari3 conversioni dal YB-35
Sviluppato dalNorthrop YB-35
Dimensioni e pesi
Lunghezza16,18 m (53 ft 1 in)
Apertura alare52,43 m (172 ft 0 in)
Altezza6,17 m (20 ft 3 in)
Superficie alare371,6  (4 000 ft²)
Carico alare163 kg/m² (33 lb/ft²)
Peso a vuoto40 116 kg (88 442 lb)
Peso carico60 581 kg (133 559 lb)
Peso max al decollo87 969 kg (193 938 lb)
Propulsione
Motoreturbogetto Allison/General Electric J35-A-5
Spinta17 kN (4000 lbf) ciascuno
Prestazioni
Velocità max793 km/h (495 mph)
Velocità di salita19,1 m/s (3,758 ft/min)
Autonomia2 599 km (1 615 mi, 1 403 nmi) (combattimento)
5 758 km (trasferimento)[senza fonte]
16 057 km (9 978 mi, 8 671 nmi) (max)[1]
Raggio di azione 600 km[senza fonte]
Tangenza13 900 m (45 700 ft)
Armamento
Mitragliatricicalibro .50 in (12,7 mm)
Bombe14 500 kg (32 000 lb)

Conclusioni

Nessuno di questi velivoli Yb-49 sperimentali è quindi sopravvissuto o rimase custodito nei musei. Le ragioni di tale azione rimangono a tutt’oggi ignote, ma possiamo presupporre che in questo progetto, c’era qualcosa, che poteva essere importante e doveva essere trasferito altrove per lo sviluppo in segreto, il resto è stato violentemente distrutto e fatto sparire. Esistono molte foto che riguardano questo aereo ed il suo predecessore, posso solo immaginare che alcuni particolari servirono allo sviluppo delle moderne ali volanti o di altri progetti segreti e non ancora declassificati. Ovvio, anche se necessario sottolinearlo, che questo aereo si prestava ad essere scambiato per un UFO. E che ancora oggi subirebbe la stessa etichettatura se visto da occhi inesperti.

Vedi anche video del nuovo drone USA:

YouTube player

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *