Maggio 22, 2024

Alfred Isaac Middleton, la misteriosa scomparsa e la scoperta di città perdute

3

Il misterioso esploratore Alfred Isaac Middleton e le foto che circolano in rete sui suoi presunti viaggi, sono sempre di più, oggetto di discussione. Addirittura secondo alcuni gruppi sedicenti ufologici da cui prendo le dovute distanze, si parla di foto scattate in una città su un lontano pianeta della costellazione di Orione. Ma dove sono la città scomparsa di Dawleetoo e lo scrigno d’oro? Che fine ha fatto l’esploratore con i suoi uomini? Hanno davvero trovato qualcosa di importante? Cosa dice la storia a riguardo? E’ soprattutto cosa mostrano realmente le foto imputate ai suoi presunti viaggi attraverso portali o chissà cosa?

YouTube player

L’età vittoriana è l’esplorazione dei luoghi incontaminati

Nell’era vittoriana, esploratori e avventurieri hanno lasciato il segno nella storia. Scoprire culture perdute, templi nascosti e città così dette perdute era all’ordine del giorno. il mondo era pieno di Indiana Jones.

Se ami leggere di grandi esplorazioni e scoperte, probabilmente saprai che molte sono state fatte da esploratori britannici, anche s enon mancano i francesi, olandesi, portoghesi, spagnoli e belgi. Alla fine del 1800, uno straordinario esploratore britannico scomparve nelle giungle di Sumatra. Stiamo parlando di Alfred Isaac Middleton, il nome misterioso che ha circolato in varie comunità online, tra cui reddit, Facebook, Twitter ed altri per un po. Si dice che Middleton sia scomparso mentre cercava le rovine di un’antica città perduta conosciuta come Dawleetoo, proprio a Sumatra.

Il presunto esploratore Alfred Isaac Middleton in una foto manomessa con intelligenza artificiale.

Era un’epoca completamente diversa, gli esploratori occidentali vagavano per il mondo alla ricerca di possedimenti per le corone e i finanziatori, nuove risorse e nuovi territori, con i suoi manufatti e le sue giungle, Sumatra era una destinazione allettante per molti all’epoca. Ancora oggi, molte parti di queste stupefacenti giungle non sono state completamente esplorate. Ed ogni tanto si fa una nuova scoperta, come qualche anno fa avvenne per il popolo degli Hobbit.

YouTube player

Il coinvolgimento dello Smithsonian

Secondo un rapporto vintage dello Smithsonian Magazine, un ex assistente di Arthur Conan Doyle, un amico dell’esploratore Sir John Morris, aveva una raccolta di documenti su un certo Alfred Isaac Middleton e uno di questi ha rivelato l’incredibile storia dell’esploratore. Allo stato attuale, tale rapporto, rimane l’unica prova di una probabile esistenza dell’esploratore e della sua spedizione scomparsa.

Una copia della lettera è stata inviata da un consolato britannico all’assistente di Doyle, menzionando un deposito di documenti smarrito e poi ritrovato e una possibile spedizione di un esploratore britannico dal nome Alfred Isaac Middleton. Stranamente, quest’uomo è contemporaneo di un’altra strana figura di nome Edward Allen Oxford. Leggi l’affascinante storia di Oxford di cui vedremo eventuali risvolti misterici in futuro..

Alfred Isaac Middleton
Un presunto ritratto (vero) di Alfred Isaac Middleton.

Middleton era un esploratore, che era alla ricerca di una città dimenticata chiamata Dawleetoo, che si diceva fosse sulla strada per un lago chiamato Lop Nur, secondo l’ex assistente di Doyle. Lop Nur è un ex lago salato, ora in gran parte prosciugato, situato al confine orientale del bacino del Tarim, tra i deserti del Taklamakan e del Kumtag nella parte sud-orientale dello Xinjiang. oggi è quindi ben conosciuto e se ci fosse stata una civiltà nascosta, sicuramente oggi l’avremmo trovata e non sarebbe più perduta. Ma torniamo al racconto.

La storia della spedizione perduta

È stato ipotizzato che Middleton si sia disorientato e si sia perso in una fitta area boschiva sulla rotta verso il lago Lop Nur. Questo non è affatto improbabile in quelle condizioni. La lettera menzionava anche un tesoro che si diceva che Middleton avesse raccolto e sepolto in uno scrigno.

Evidentemente, non sappiamo molto del mittente di Middleton a parte queste foto che circolano su Internet da un po’. Sì, queste affascinanti immagini non sono reali ma artefatti, come vedremo più avanti, ma la storia di Alfred Isaac Middleton e della città perduta di Dawleetoo potrebbe avere origini vere.

YouTube player

La missione avrebbe trovato una città nella giungla ed un tesoro. Secondo Middleton, c’era una mappa che portava ad una città d’oro che scendeva fino a un lago, così come una statua d’oro di una donna che proveniva da un continente perduto chiamato Atlantide. La cosa prende quindi un epilogo inaspettato ed ancora più interessante su cui mi riserbo in futuro di fare un altro video.

Un gruppo di persone fu inviato da Middleton per trovare la città e uno degli uomini avrebbe trovato una bara sepolta piena d’oro. Il rapporto afferma che, secondo una lettera trovata negli archivi della chiesa, Middleton si perse nella giungla e fu fatto prigioniero da un gruppo di uomini che volevano l’oro e la statua. A quanto pare Middleton è morto prigioniero dei suoi stessi uomini.

La scomparsa

Sebbene nessuno sapesse esattamente dove Middleton avesse seppellito tutto il suo tesoro, si dice che un uomo di nome John Hargreaves, il secondo in comando della missione, guidò un’altra squadra di persone nella giungla per recuperare il tesoro, forse a capo di coloro che si ribellarono ed imprigionarono lo stesso esploratore. Alla fine, non si sa cosa ne sia stato della spedizione di Middleton, perchè è appunto scomparsa.

Molti storici tradizionali hanno suggerito che le storie di Alfred Isaac Middleton siano una semplice bufala e che la missione di Middleton di trovare Dawleetoo non abbia mai avuto luogo; ma molti teorici sono invece convinti che la spedizione fosse reale, ma che Middleton sia scomparso e non sia più tornato, lasciando che tutto il materiale si sia perduto nella storia e sia rimasto sepolto in attesa di essere ritrovato.

Alfred Middleton ha davvero scoperto una città mitica persa nel tempo? Se sì, a chi appartenevano questa tribù misteriosa e questa città nascosta? E cosa è successo a Middleton, si è perso davvero nelle giungle di Sumatra, è stato ucciso, è stato realmente imprigionato o non è mai tornato di proposito? In ogni caso nessuna delle foto che circolano sono vere, tutte quante sono state manipolate con una intelligenza artificaiale e sono opere ben conosciute di un artista statunitense. se vuoi saperne di più a riguardo, vedi il video con la concluisone della mia indagine qui a seguire. Inoltre dopo saranno presenti altre indagini risolte su foto e libri prodotti da IA che stanno circolando…

YouTube player

Per saperne di più sulla storia, leggi il libro: Lo scrigno perduto di Dawleetoo (1881)

YouTube player
YouTube player
YouTube player
YouTube player

3 thoughts on “Alfred Isaac Middleton, la misteriosa scomparsa e la scoperta di città perdute

  1. Questa storia e soprattutto le foto, sono comparse, guarda caso, dopo la diffusione dei software A.I. di creazione automatica di immagini come Stable Diffusion, Dall-E, Midjourney.
    E lo stile di questi presunti “documenti” è proprio quello ottenibile con quei software. Basta cercare ad esempio nella pagina http://www.lexica.art, che permette pure di generarne di nuove e personali.
    Infine, anche il nome Alfred Isaac contiene un importante indizio: le iniziali sono A.I. ovvero intelligenza artificiale.
    Penso possa bastare questo a dichiarare tutto questo un simpatico scherzo.

    1. Come ho detto anche nel video, la tua intuizione è davvero ammirevole e giusta, ti ho invitato a vedere infatti il mio ultimo video a tema dove concludo indagine e spiego proprio che si tratta di immagini di I:A: dicendo anche sito e nome dell’autore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *