L’incidente di Livingston, noto anche come l’incidente di Robert Taylor o l’incontro di Dechmont Woods, è ritenuto da alcuni un esempio molto convincente di un incontro con un UFO: e da altri tutt’altro.

Robert Taylor ha lavorato come guardia forestale per la Livingston Development Corporation, il cui ruolo (allora) era quello di sviluppare quella che all’epoca era conosciuta come Livingston New Town. Il 9 novembre 1979 parcheggiò il suo camioncino su una strada vicino all’autostrada M8 e percorse un sentiero attraverso un’area forestale appena piantata un po’ a nord di Dechmont Law, un’importante collina locale.

incidente di Livingston
La mappa del parco commemorativo dell’evento incidente di Livingston.

Robert Taylor in seguito riferì di aver visto quella che descrisse come una “cupola volante” di circa 20 piedi di diametro, in bilico sopra il suolo della foresta in una radura a circa un quarto di miglio dal suo camion. Lo descrisse come “un colore grigio molto scuro” e dotato di una flangia esterna con braccia su cui erano montate le eliche. Riferì anche di un odore potente e soffocante “come freni bruciati” e disse che due sfere più piccole lo catturarono e lo trascinarono verso la cupola più grande. Perse conoscenza e quando si voltò gli oggetti erano scomparsi. Tuttavia, non è stato in grado di avviare il suo camion, quindi si è recato a casa sua a Livingston a piedi.

Dopo l’incidente di Livingston

Quando Robert Taylor è tornato a casa era infangato e aveva i vestiti strappati e sua moglie ha chiamato un medico, che lo ha curato per escoriazioni al mento e alle cosce. Ha anche chiamato la polizia, che ha riportato Taylor sul luogo dell’incidente per accertamenti. Hanno trovato segni sul terreno che sembravano fatti da scale dove il Taylor ha detto che era stata la grande cupola, e altri segni che erano stati fatti dalle sfere più piccole. La polizia ha registrato l’incidente come un’aggressione criminale, apparentemente rendendolo l’unico avvistamento UFO nel Regno Unito il cui oggetto è soggetto di un’indagine penale.

incidente di Livingston
La targa commemorativa dell’evento situata nel parco.

Il modo in cuireagisci sentendo parlare di questo incidente, sarà probabilmente dipendente da come ti poni più ampiamente sul fenomeno e naturalmente nei confronti dei presunti UFO. È chiaro che molti credenti lo considerano uno dei più importanti avvistamenti UFO mai registrati. Ovviamente uno dei due più importanti incidenti del Regno Unito, anche se io ne considero invece almeno 4 o 5 a tal proposito. Alcuni studisoi scettici hanno attribuito a un attacco di epilessia accompagnato da allucinazioni, ciò che Taylor ha raccontato, presumono che la cosa sia causata da Robert Taylor, che aveva precedentemente sofferto di meningite. Nessuno ha dubitato che Robert Taylor, morto nel 2007, credesse sinceramente che ciò che aveva visto fosse reale. Le sue interviste, le sue foto e tutto ciò che lo riguarda come individuo, lo ha sempre mostrato sincero, coerente e mai in mala fede.

Il luogo dell’incidente di Livingston

Il modo migliore per raggiungere il luogo dell’incidente di Livingston è dal parcheggio appena oltre l’ingresso della Deans Community High School. Questo porta a un’area aperta di terra che raggiunge il suo punto più alto in vetta su Dechmont Law. Vedi anche mappa ad inizio articolo. Molti articoli riportano come arrivare al lugo, come fosse necessario un pellegrinaggio, ne riporto a seguire una di queste descrizione presa dalla rete.

Un buon modo per orientarsi è guardare il pannello informativo e la mappa “Dechmont UFO Trail” vicino al parcheggio. Dopo aver attraversato il fianco di Dechmont Law (la piccola deviazione in cima vale la pena per i panorami) si entra nel bosco di Dechmont e si gira alla fine del campo da golf di Deer Park. Buone tracce forestali portano quindi al luogo dell’incidente, segnato da una targa attaccata a una grande roccia dalla Livingston Development Corporation nel 1991.

incidente di Livingston
Una pittura dell’incidente di Livingston.

Alcuni studiosi e curiosi vanno sul posto

In molti dicono che è una passeggiata piacevole, ma quando arrivano sul posto non hanno riscontrato nulla di più estraneo del rumore del traffico proveniente dalla vicina M8, che si sente da parti della pista. Ora, cosa si aspettavano di trovare proprio non saprei, soprattutto dato che l’evento è vecchio di decenni, ma sicuramente lo spirito non era quello giusto. Dechmont Woods è ora un bosco molto rigoglioso e fitto e, guardandoti intorno, è difficile immaginare come una qualsiasi forma di veicolo volante possa essere atterrato qui.

Vale la pena ricordare che sembrava molto diverso nel 1979, quando la silvicoltura era molto meno sviluppata e gruppi di curisoi andavano a scattare foto lasciando testimonianza del come era il luogo a distanza di pochi anni. Una rapida ricerca su YouTube” per “Robert Taylor UFO Encounter” fa apparire il film di Robert Taylor, che torna sulla scena con una troupe cinematografica e rivela come appariva l’area in quel momento. Sinceramente prendo gli eventi per quel che sembrano e non posso sapere cosa realmente furono, mancano gli elementi per una indagine sul campo, per una investigazione forence e tutto ciò che sarebbe canonico fare.

incidente di Livingston
Robert Taylor mostra un disegno sull’incidente di Livingston.

Conclusioni sull’incidente di Livingston

L’incidente di Livingston, a volte conosciuto come l’incidente a Robert Taylor o l’incontro di Dechmont Woods è il nome dato all’evento accaduto presso Dechmont Law (“law” significa “collina” in dialetto scozzese) vicino a Livingston (West Lothian), in Scozia nel 1979. In questo evento ufologico, una guardia forestale del luogo, Robert “Bob” Taylor, segnalò l’incontro con un’astronave extraterrestre e due piccole sonde.

Il caso in questione merita una citazione particolare poichè fu il primo “contatto UFO”, e fino al 2007 l’unico soggetto ad un’indagine criminale nel Regno Unito, ad essere investigato dalla Polizia territoriale scozzese (Lothian and Borders Police) fino al 2007. Il sito dove Bob Taylor disse di aver incontrato l’UFO, divenne, fin dall’inizio, una meta turistica molto popolare tra gli appassionati di ufologia. Altra particolarità di questo caso è la pietra “monumento”, posta, con tanto di targa sul luogo dell’incidente a futura memoria ufologica e non che trovate in una foto esposta in precedenza in questo scritto.

Stabilire se il caso sia vero o meno, è intervistare il testimone è ormai impossibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *