Luglio 21, 2024

Oggi vi voglio riportare quelle che sembrano due significative se non incredibili scoperte astronomiche. E lo faccio direttamente da due fonti diverse ed entrambe italiane. A tal fine riporterò per esteso le due news. Diro solo dopo la mia.

“Scoperto oggetto cosmico mai visto finora: ecco la misteriosa sorgente luminosa che interroga gli scienziati. A osservare questa anomala sorgente cosmica è stato un gruppo di astrofisici del Centro Internazionale di ricerca per la radio astronomia dell’Università Curtin.

Un oggetto cosmico misterioso e mai visto finora è stato scoperto da un gruppo di astrofisici del Centro Internazionale di ricerca per la radio astronomia dell’Università Curtin in Australia. Il corpo celeste assomiglia a una sorta di faro che emette, a intervalli regolari di circa 20 minuti, lampi d’onde radio molto intensi. Andrea Possenti, dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) a Cagliari, commentando la ricerca ha detto all’Ansa che «si tratta di un tipo di impulso radio finora mai riscontrato». Questi anomali impulsi sono dei pacchetti di onde radio, molto intensi e lunghi alcune decine di secondi, che si ripetono a intervalli regolari di poco più di 18 minuti.”

Messaggero, sezione Scienze.
scoperte astronomiche
WCENTER 0XKIBIVMFI. A sorpresa una stella gigantesca, 40 volte piu’ grande del Sole, non ha dato origine a un buco nero ma ad una stella di neutroni con un super campo magnetico (chiamata magnetar), smentendo le teorie piu’ accreditate sull’evoluzione delle stelle. A scoprire il fenomeno, descritto sulla rivista Astronomy and Astrophysics, e’ stato il Very Large Telescope (Vlt) dell’Osservatorio Europeo Meridionale (Eso).

La mia opinione sulla notizia

Le scoperte scientifiche sono ormai tantissime, anche nel campo dell’astronomia e dell’astrofisica. A tal proposito quindi, molte di esse passano in sordina o non ricevono il giusto interesse dai canali di informazione. Dire soltanto che queste notizie cosmologiche sono importanti, non è solo superfluo, ma sminuisce l’essenza stessa delle scoperte, che hanno implicazioni incredibili sul nostro futuro a lungo termine. Potremmo essere davanti ad un nuovo tipo di corpo cieleste, oppure a qualcosa di completamente diverso e mai osservato, ma che somiglia ad una pulsar o ad un magnetar. Per questo ho deciso di dare un pò di risalto a quelle notizie scientifiche che riterrò degne di essere pubblicate ed amplificate, nel futuro prossimo, qui su Stato di Emergenza.

Scoperta una forza enorme e misteriosa che sta spingendo la nostra Galassia, e gli scienziati devono capire

La scoperta a seguire viene invece citata dal sito Esquire, che purtroppo non è sempre affidabile, ma la notizia sembra avere un senso, anche se subito non ho trovato altre fonti che parlano di questa scoperta, alla fine è emerso che vera. Ma vediamola insieme.

C’è qualcosa di misterioso e potente nell’universo, qualcosa oltre i confini della nostra galassia che sta spingendo contro di noi con una forza incredibile. Sembra la tag line di un nuovo film di Star Wars ma in realtà è un fenomeno astrofisico molto particolare che si chiama “repulsore dipolare”.

Cerchiamo un attimo di zoomare fuori dalla nostra città e dalla nazione e poi ancora più lontano fuori dalla Terra, dal sistema solare, dalla galassia… poi che c’è? Altre galassie. Noi insieme a loro facciamo parte di un “superammasso”, detto della Vergine. Vicino a questo enorme (davvero enorme) gruppo di stelle e di pianeti eccetera c’è un altro supermmasso di galassia, detto di Shapley, il più grande conosciuto.

Questo ammasso è così grosso che ci attrae gravitazionalmente verso di lui. A noi e a tutte le altre galassie del nostro gruppo. Ma la nostra velocità è veramente molto elevata, quindi c’è anche qualcos’altro che contribuisce al nostro movimento. Indovinate? Ovviamente il repulsore dipolare, che si trova esattamente dall’altro lato. Ma che cos’è? Non si capisce, sembra solo un enorme… nulla, “un vuoto di densità galattica”.

Come se fosse una zona a gravità inversa. Se un oggetto con massa enorme ci attirerà verso di esso allora un vuoto con una gigantesca non-massa ci respingerà.”.

Esquire

Cosa è un repulsore dipolare?

Per cominciare, dobbiamo prima capire cosa è un “repulsore dipolare”, e per farlo vorrei citare uno scritto dell’autrice Barbara Dubbi sul sito Accademia delle Stelle:

“Mappando in tre dimensioni il flusso di galassie nello spazio abbiamo scoperto che la Via Lattea si allontana da una vasta regione non identificata in precedenza a bassa densità”, ha detto Hoffman. “In aggiunta all’attrazione del Superammasso Shapley, siamo anche respinti dal Repulsore Dipolare, appena scoperto. Il risultato è un tira e molla di fondamentale importanza per la nostra posizione”.

Barbara Dubbi

Le mie conclusioni sulla notizia

Basandomi su quest’affermazione ed altre che non citerò, posso dire che l’articolo di Esquire contiene un incongruenza, infatti ad un certo punto parla di attrazione e non di repulsione, forse soltanto un errrore di scrittura, ma che mette a rischio la credibilità della notizia stessa agli occhi di chi magari ha un minimo di competenze di astronomia. Per fortuna in questo caso abbiamo una conferma da parte della NASA che si tratta di una versa scoperta. A seguire riporto una illustrazione del sito PHIS.ORG che illustra l’ammasso ed il dipole repeller:

scoperte astronomiche
Immagine del 30 gennaio 2017. Hebrew University of Jerusalem.

Basandomi sull’articolo citato è l’immagine qui sopra postata, posso dire con certezza che la scoperta non è del 2022, ma risale addirittura ad almeno il 2017. Ovviamente questi fatti non devono sminuire l’importanza della notizia stessa. Essa è ineffetti, astronomicamente parlando molto importante, ed avrà nel futuro importanti risvolti nella fisica astronomica. Purtroppo molte notizie arrivano ai profani e persino agli appassionati dopo anni e per caso e come abbiamo visto sopra, a volte, anche distorte o errate. Molte notizie rimangono (scientificamente parlando) nell’oblio fino a quando non vengono pubblicate su eminenti riviste come le Scienze o altre. Sarebbe bello se le otizie scientifiche fossero riportate costantemente da bollettini scientifici e di ricerca. Speriamo di sapere presto cosa è realmente o come è fatto questo gigante misterioso che ci sta allontanando da se.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *