Con un’età che si aggira intorno ai 12.000 anni, la mummia è viva, e si troverebbe come in una sorta di letargo, o come più esattamente si definisce, in “animazione sospesa”.

Il Gigante Addormentato

Il sarcofago fu ritrovato durante una missione dell’ex Unione Sovietica. Questo rimase segretissimo per un ventennio, in quanto rientrava in un progetto segreto che riguardava la scoperta della storia antica della Terra, della vita extraterrestre e di tecnologie avanzate.

Il primo video di questo presunto gigante, che si trova in rete è in russo, pubblicato su YouTube nel 2008.

I ricercatori, possono garantire che i risultati ottenuti tramite test scientifici, corrispondano ad un’antica razza che s’insediò sul nostro Pianeta migliaia di anni fa. Si tratterebbe di un Anunnaki, il cui insediamento fu ampiamente documentato dai Sumeri attraverso le loro tavolette in argilla. Pare, inoltre, che la bara rinvenuta nel Kurdistan iraniano, dopo alcuni scavi effettuati sotto un edificio, non sia l’unica. Ne sarebbero state ritrovate diverse e tutte in perfette condizioni. Lo stesso vale per i corpi che ospitano, tutte in perfetto stato di conservazione.

Giornale poggiato sulla mummia per far capire la data di apertura del sarcofago.
Mummia di un Anunnaki
Il volto della mummia.

Dove sono le mummie?

Ma dove sono i corpi e le bare e da dove hanno preso queste informazioni, coloro che hanno scritto fluenti articoli sull’argomento, dato che la fonte originale che è un video russo, è silenziato e non ha dati? E’ forse stato cancellato l’audio del video a cui gli articoli dell’epoca fecero riferimento? Le domande rimarranno probabilmente senza risposte. Ma andiamo avanti.

Questi giganti, sono rinchiusi in bare che hanno una cupola di cristallo nella parte superiore (definiti “blocchi di vetro intelligenti”). Questo potrebbe esser spiegato se pensassimo che voessero isolarlo dalla contaminazione dell’aria. Seppellito insieme a dei gioielli in oro disposti tutti intorno, esattamente come per gli Egizi e i Sumeri. Questo gigante in particolare, viene ritenuto un vecchio mago dell’antichità. Qualcuno sostiene si tratti di Jaromir (secondo altri Yaro Mira), che in slavo significa letteralmente “biologicamente attivo”, in pratica si trova in una specie di stasi, di letargo. Insomma sta dormendo.

Mummia di un Anunnaki
Altra prospettiva del volto della mummia

Gli oggetti ritrovati

Accanto al sarcofago, sono stati ritrovati cinque libri ed una mappa. La loro datazione li fa risalire al XII secolo, ma dei contenuti nulla. Questi a mio avviso sarebbero forse più importanti della mummia stessa. Ma la teoria ufficiale è che si tratti di un’antica razza aliena di costruttori che utilizzavano la tecnologia dei cristalli, forse gli atlantidei di Platone? Questa tecnologia contrastava il flusso del tempo e pertanto 30 minuti al suo interno (secondo alcune stime), corrisponderebbero nientemeno a 30 anni al suo di fuori.

Una teoria affascinante, ma improbabile, che ricorda quella secondo cui la camera del Rè della piramide di Cheope avrebbe proprio questo scopo.

In sostanza 12.000 anni equivalgono a 12.000 minuti, e in un anno solare ci sono 525.600 minuti, tecnicamente questa mummia è in letargo da poco più di una settimana secondo il suo tempo. Non ci stupisce allora che sia ancora in queste condizioni così straordinariamente intatte.

Particolare della testa.

Le prove dei giganti

Esistono numerose prove di resti di giganti ritrovati in tutto il mondo (anche se la maggior parte delle foto sono eclatanti e mal fatti fake) così come sono definiti in vari testi mitici e sacri come la Bibbia, nel Vecchio Testamento. Non sarebbe anomalo quindi, trovare alcuni giganti in stato di ipersonno o più semplicemente mummificati? Oppure trovarli conservati in stanze segrete in uno stato di letargia? Cosa che ricorda la camera segreta della vita degli Anunnaki e la camera della vita rettiliana descritta dagli addotti.

Riporto una frase così come tradotta dall’originale: “Sulla questione del perché questi giganti o altri Esseri Umani siano stati messi in ipersonno per secoli o millenni, si può ipotizzare che stiano attendendo di essere risvegliati nel nostro tempo, od anche in un tempo ancora più lontano, per la presenza di energie cosmiche nel nostro Sistema Solare, che secondo svariate tesi, aprirebbero dei portali dimensionali per un loro possibile viaggio nel tempo.“. Ovviamente queste tesi non hanno alcun riscontro oggettivo e sembrano anche assurde.

YouTube player

L’opinione di un’archeologa alternativa

Come è mia abitudine fare, ho chiesto notizie sul video ad una mia amica egittologa e studiosa di reperti antichi: Antoine Gigal, una studiosa alternativa ed aperta all’impossibile, ma con i piedi ben piantati per terra; non ha nemmeno voluto vedere il video a cui facevo riferimento e mi ha detto che lo conosce bene e che è un fake. Ora, io non mi affido mai totalmente, al giudizio di una sola persona, anche se si tratta di studiosi seri ed amici, tutti sbagliamo e comunque per dire che è un falso, mi devi quantomeno mostrare le prove. Purtroppo questo non è avvenuto, per cui io rimango perplesso, conoscendo il modus operandi dei Servizi di Intelligence, che tendono a far passare i falsi per veri e i veri per falsi, i fattori disponibili sono troppo pochi e impossibili da raggiungere o persi nel tempo.

D’altra parte però non ci sono prove nemmeno per dichiarare il video ed il suo contenuto un falso, al contrario, per chi si occupa di teoria degli antichi astronauti il passo è corto ed è facile pensare che si possa trattare di Anunnaki.

E’ però vera una cosa di non poco conto, nel video o mancano le parti iniziali e finali, oppure si nasconde qualcosa, per esempio la grandezza della mummia e del sarcofago, che potrebbero anche essere una piccola opera d’arte o se preferite una statuetta, ecc.. Quindi non solo non è possibile testimoniare il gigantismo dell’individuo, ma non è possibile nemmeno verificare che fosse davvero un essere in stasi o una mummia organica.

Particolare dell’attaccatura dei capelli.

Dove è finito il materiale ritrovato?

Che fine avrebbero fatto questi reperti, i sarcofagi e le mummie viventi? Inoltre, come mai tutto è finito nell’oblio ma il video continua a girare? Si tratta di un caso simile a quello della mummia si Osiride l’antico dio sceso dalle stelle che il KGB trovò in Egitto, ed anche su quello aleggiano perplessità. Come mai la descrizione del sarcofago coincide per alcuni dettagli con quello della presunta principessa siberiana Tisulsky su cui ho fatto un video e scritto un importante approfondimento che smonta la sua esistenza, almeno per quanto concerne la parte mitica che la vorrebbe vecchia di 800 milioni di anni, mentre conferma la scoperta di mummie siberiane che hanno meno di 1000 anni o poco più. Siamo forse davanti a mummie di una stessa razza occultate nel tempo e fatte sparire dai potenti del mondo?

Particolare della presunta ferita al torace.
I presunti canopi ed il presunto tomo.

Conclusioni sulla presunta mummia di un Anunnaki

Qualcuno forse verrà a riprenderli? Oppure quando si sveglieranno torneranno su Nibiru, il loro pianeta d’origine? Tutto può essere, naturalmente secondo la fantasia. Ma se vogliamo credere che il video abbia mostrato il vero, dovremmo aspettarci pubblicazioni, che non sono mai avvenute. Tutto si può ipotizzare quindi, anche le cose più assurde. Comunque se fosse confermata la scoperta dalla scienza ufficiale, si tratterebbe di una scoperta storica che ha un valore immenso, perché rimette in discussione tutta l’esistenza dell’Umanità, che evidentemente ancora non conosciamo bene o affatto e che ci viene ciclicamente nascosta.

Leggiamo un abstract dei beni culturali iraniani:

“An Iron Age graveyard, for the most part dating from the 8th – 7th century BC, was accidentally discovered in 2008 during road works near Sanandaj, Iranian Kurdistan. Rescue excavations were conducted by the Cultural Heritage Department in Sanandaj. The present contribution reports on these first excavations during which more than 20 graves were discovered in two squares and a trench. A selection of the graves and the burial goods are discussed.”

Ed ecco la traduzione:

Un cimitero dell’età del ferro, per la maggior parte risalente all’VIII – VII secolo a.C., è stato scoperto casualmente nel 2008 durante lavori stradali vicino a Sanandaj, nel Kurdistan iraniano. Gli scavi di salvataggio sono stati condotti dal Dipartimento del patrimonio culturale di Sanandaj. Il presente contributo riferisce di questi primi scavi durante i quali furono scoperte più di 20 tombe in due piazze e una trincea. Viene discussa una selezione delle tombe e dei corredi funerari.”

Quindi siamo davanti ad una scoperta vera e documentata, ma a cui hanno fatto seguito molte fake news ed un paio di video con probabili sculture. A seguire il video originale:

YouTube player

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *