Canneto di Caronia

Mentre i fenomeni straordinari di Canneto di Caronia non cessano; emergono i dettagli degli studi dei alcune associazioni ufologiche. Queste hanno presentato elenchi completi dei fenomeni, ufficialmente registrati dalle autorità. Nella maggior parte dei casi questi eventi sono stati analizzati dalla commissione di controllo speciale. A questa commissione hanno partecipato: carabinieri, marina militare, aereonautica militare e scienziati ESA e NASA.

Questi fenomeni, di cui il primo registrato, risalirebbe all’11 gennaio 2004, cominciano ad attirare l’attenzione su Caronia di Sicilia. Da allora ad oggi (2012) i casi in studio analizzati dalla commissione d’inchiesta, sono ben 309. Di quest’ultimi, molti i reperti conservati nelle caserme dei carabinieri di zona (2012) e visibili al pubblico con permessi speciali (oggi non è più così).

Nelle liste in oggetto, risultano varie zone del paese e varie sono le abitazioni o luoghi coinvolti, appartenenti a persone diverse. Bisogna però dire che la zona di Caronia ed i dintorni, a detta dei residenti, coinvolgerebbe addirittura un arco di 80 km intorno al paese.

Fenomeni ufologici

I fenomeni ufologici si verificano da molti anni (molte le foto ed i video), e continuano ancora oggi. Frequenti sono gli avvistamenti di grandi e piccole sfere di fuoco, che apparirebbero sopra l’acqua del mare (almeno al 2012), o che addirittura uscirebbero da sott’acqua, per poi spostarsi verso la costa.

Quest’ultimi poi, in alcuni casi, a detta dei testimoni, avvengono in contemporanea di fenomeni ormai assodati di combustione spontanea. In un caso specifico addirittura un testimone divenuto famoso per le foto scattate, avrebbe visto una sfera del diametro di un centinaio di metri, alzarsi da una distanza notevole dalla riva in mare aperto. Questa, sarebbe uscita dall’acqua e si sarebbe diretta verso l’osservatore, per poi costeggiare la riva in direzione Palermo fino a sparire alla vista.

Partiamo dal presupposto, che i fenomeni di combustione spontanea, esistono almeno (a livello mondiale), da 150 anni. Si hanno testimonianze di casi che risalirebbero al medioevo. Nella maggior parte dei casi in questione, si parla di combustione spontanea umana, casi mai verificatisi a Caronia, dove sono coinvolti sempre e solamente oggetti (da studi più recenti questa ipotesi è stata messa da me in discussione).

Le teorie più convincenti e di recente anche quelle ufficiali, parlano di tecnologia a microonde, capace appunto di creare questo tipo di combustione. Andiamo adesso all’inchiesta degli Operatori di Stato.

Il manifesto della Protezione Civile affisso a Caronia

Questo il testo integrale diramato dalle autorità, ed affisso come manifesti formato A4 dalla protezione civile, in tutto il paese e nei dintorni in seguito alle conclusioni della commissione.

Tecnologie militari evolute anche di origine non terrestre, potrebbero esporre in futuro intere popolazioni a conseguenze indesiderate. Gli incidenti di Canneto di Caronia, potrebbero essere stati tentativi di ingaggio militari tra forze non convenzionali, oppure un test non aggressivo mirato allo studio dei comportamenti e delle azioni, in un indeterminato campione territoriale scarsamente antropizzato”.

La chiarezza del documento (purtroppo scomparso il giorno dopo) e la sua provenienza, credo che di per se, siano una prova eclatante e davvero incontrovertibile.

Canneto di Caronia
Gabriele Lombardo a Caronia nel 2015

A Canneto succede qualcosa di davvero poco convenzionale. Scienziati e militari concordano sul fatto, che si tratti di tecnologie sofisticate ed avanzate, di probabile provenienza extraterrestre; ma la cosa più importante che si legge, è che potrebbe riaccadere, ed anche in modo più evidente o in zone più estese, coinvolgendo più popolazione. Dice anche che potrebbero esserci stati scontri tra forze “aliene” e terrestri in loco.

Una domanda e molte risposte

Cosa sta succedendo nella zona di Caronia di Sicilia (al 2012)? Abbiamo la maggiore concentrazione di avvistamenti Ufo d’Italia, più fenomeni paranormali (palesemente di origine artificiale) di tutto il resto d’Italia messo insieme. Abbiamo anche una commissione d’inchiesta di tutto rispetto, un comunicato della protezione civile ed uno stato di calamità permanente (al 2012). A questo aggiungiamo le voci di corridoio, che voglio una base extraterrestre sottomarina a 100 km nord sotto il fondale (in direzione delle isole Eolie). Qualcuno sostiene persino il coinvolgimento del progetto HAARP americano e l’uso di tecnologie sperimentate all’origine da Nikola Tesla. Queste sarebbero state adoperate e sviluppate dal DARPA L’agenzia per la creazione di nuovi sistemi d’arma americana (oggi conosciuti e di dominio pubblico).

Le strane frane dei Nebrodi

Negli ultimi mesi (al 2012), tutta la zona dei Nebrodi sta praticamente franando, gli smottamenti non hanno origine sismica ne vulcanica. Cosa sta provocando tutte queste frane? Ci potrebbe essere un nesso tra gli smottamenti o frane improvvise, l’aprirsi di crepe o addirittura come in un caso l’implosione della cima di una montagna come un castello di carta, ed i fenomeni di autocombustione di Caronia?

A mio avviso si, le frane coinvolgono anche la zona di Caronia, abbiamo video presenti su youtube che le mostrano (al 2012), che ci fanno vedere cosa realmente succede in loco e dintorni.

Potrebbe trattarsi anche in questo caso di esperimenti? Magari di quegli esperimenti, che avrebbero potuto coinvolgere in futuro intere popolazioni ecc. di cui parla il comunicato diramato a Caronia? Io credo proprio di si.

Quali sono le cause?

Secondo me le cause possibili delle frane di Canneto di Caronia, sono due: onde elettromagnetiche o soprattutto microonde ad alta frequenza; queste potrebbero liquefare le montagne al suo interno facendole praticamente implodere, o arricciarle in superficie causando frane e smottamenti. In oltre è perfettamente concordante con la tesi dell’uso di queste tecnologie, che sullo stesso territorio, hanno provocano le autocombustioni. E’ anche verosimile, che queste armi siano usate o testate in loco, per via di specifiche caratteristiche territoriali, quali non saprei proprio dirlo. La Sicilia è ormai territorio di sperimentazione da molti punti di vista, come anche la Sardegna.

Non è altrimenti possibile spiegare il tutto senza cause sismiche e vulcaniche e sostenendo, che si tratti soltanto di un eccessiva stagione piovosa e di normali fenomeni naturali.

Conclusioni

Per concludere, qualcosa di importante sta succedendo nel Messinese, e coinvolge da anni a fasi alterne e spesso con calamità differenti, la zona di Canneto di Caronia e i dintorni. Il tutto è correlato da elicotteri inseguiti o seguiti da UFO, OVNI di forme varie apparsi ovunque o che emergono dall’acqua, fenomeni di autocombustione, liquefazione dei metalli, crolli improvvisi delle case, aumento della temperatura inspiegabile al suolo, frane e smottamenti senza logica di intere montagne e tanto altro ancora.

Canneto di Caronia
Uno scatto degli oggetti bruciati del 2013.
Le foto sono protette da copyright e proprietà esclusiva di Gabriele Lombardo

Che altro ci serve per trarre le nostre conclusioni sul caso di Canneto di Caronia? Avete davvero bisogno di ulteriori conferme? Aprite gli occhi perché non tutto ciò che vediamo è reale e non tutto ciò che sembra irreale lo è realmente, ricordo a tutti, che la realtà può essere manipolata in molti modi, sta a noi discernere la verità o cercare di comprenderla.

Scritto nel febbraio 2012


Note: Molti sono a conoscenza del risvolto finale dell’inchiesta dei Carabinieri, che ha concluso che quasi sessanta incendi sono stati presumibilmente appiccati da uno dei testimoni, il quale sarebbe stato processato ed arrestato.

Molti però non sanno, che gli incendi avvenuti a Canneto di Caronia e zone limitrofe sono stati in circa 12 anni oltre 1200, suddivisi in almeno tre o forse quattro ondate. Alcuni di queste autocombustioni, sono avvenute davanti ad inquirenti, scienziati ed agenti, è ad oggi non hanno alcuna giustificazione.

Quando la mannaia è caduta sul caso, stavo personalmente indagando in loco da 4 anni, con me decine di collaboratori, fotografi, giornalisti d’inchiesta e tecnici, in alcuni casi muniti di attrezzature. Anche volendo accantonare gli incendi, esistono centinaia di episodi non classificati e conosciuti a livello giornalistico, ma ricchi di testimonianze, che in alcuni casi sfociano in veri e propri X-file di tipo cinematografico.

Inoltre, l’intero finale avvenne proprio mentre una nuova ondata di fenomeno ed avvistamenti UFO, che nulla hanno a che fare con la questione delle auto combustioni, se non in alcuni specifici casi, rimangono un mistero aperto.

Nello stesso periodo in cui stavo indagando su diverse piste, tra cui quella ufologica, quella paranormale, quella settaria e quella demoniaca, anche l’università delle scienze di Palermo veniva incaricata di indagare, pochi giorni prima del teatrino mediatico. Il caso di Canneto di Caronia è ancora aperto e senza spiegazioni definitive, ma alcune cose sono lampanti e chiare, interazioni extraterrestri, sperimentazioni di armamenti, ingaggi tra forze ostili, autocombustioni e fenomeni paranormali, in un’area ristretta dentro quella che si chiama Val Demone e che è stata un’antica città greca misteriosamente finita in fiamme.

Di Gabriele Lombardo

Gabriele Lombardo è nato il 17 gennaio 1975 a Palermo. Diplomato al Liceo Artistico e grafico per reti internet/intranet, egli ha acquisito nel tempo maggiori e più precise conoscenze artistico/culturali anche nel campo della clipeologia e degli studi associati e paralleli come il simbolismo, l’archeologia misteriosa e la paleoastronautica (teoria degli antichi astronauti). Esperienze E’ stato investigatore privato ed addetto alla sicurezza, cose che gli sono servite per sviluppare attitudini all’investigazione e le tecniche di analisi. Soprattutto ha sviluppato doti idonee ad un approfondito profilo di investigatore ufologico e del paranormale, nonché più generalmente di tipo misterico. E’ stato aspirante pubblicista-giornalista di controinformazione per quasi quattro anni, scrivendo di guerre, crisi internazionali, scienza, ufologia, archeologia del mistero, complotti internazionali, ecc.. a scritto per X-Time, Seven Network, Seven Radio, Il vespro ed altre riviste o network. Attualmente è anche autore. Convegni e conferenze Fin dall’età di tredici anni è stato appassionato di antiche culture, storia, scienza e misteri di tutti i tipi. Negli anni è stato testimone diretto ed indiretto di molti eventi ufologici ed alcuni paranormali. Nel 2006 intraprende il suo interesse verso l’ufologia, dopo circa sei anni dedicati al paranormale più in generale e comincia a scrivere in rete su vari blog e forum a tema misterico-ufologico. Nel 2010 ad Alcamo (Trapani) effettua il suo primo convegno pubblico con i rappresentanti di CUN, CISU ed un astronomo, su invito dell’Associazione Culturale Impronta di Palermo. Dopo aver fatto alcuni importanti convegni sulla controinformazione, il controspionaggio, la propaganda storica, l’ufologia storica, le scie chimiche e tecnologie come HAARP e MUOS, ha elaborato una propria tesi che unisce insieme la sperimentazione delle tecnologie sopracitate, il fenomeno ufo e le armi ad energia solida o ad energia più ingenerale (laser, microonde, ecc.). Ha anche effettuato un reportage fotografico sul MUOS durante la sua costruzione. Ruoli e gruppi fondati Gabriele Lombardo diventa Coordinatore e Responsabile per Il CUS (Centro Ufologico Siciliano) tra il 2011/2012, dove ha svolto indagini ufologiche territoriali, ha formato un gruppo di sostegno e ricerca per la Sicilia Occidentale, ed ha svolto attività convegnistiche organizzando con esso ben 3 convegni a Carini (Palermo); ha inoltre contribuito alla stesura di un Libro dal titolo “Gli Ufo in Sicilia – Parlano i Testimoni” di Salvatore Giusa, con alcuni casi indagati personalmente e documentati fotograficamente. Nel 2014 fonda l’Associazione Culturale “Nuovo Millennio – UFO Hunter Italia” poi chiusa i primi del 2018, di cui è stata Presidente, organizzando e partecipando come relatore o guida a 13 convegni (Trapani, Palermo, Carini, Caccamo), 10 skywatching ufo/astronomici e 3 gite archeologiche organizzate. Con la stessa Associazione e con il supporto di Giornalisti d’inchiesta, un tecnico del CIR di Roma e ricercatori indipendenti, ha condotto e documentato le indagini degli ultimi 5-6 anni presso Canneto di Caronia (Messina), dove autocombustioni, fenomeni magnetici, contatti alieni, fenomeni paranormali, eventi medianici, anomalie di vario genere ed avvistamenti UFO, hanno generato molte ipotesi. Ha anche condotto indagini sulle rotte UFO sopra le città di Palermo, Marausa-Birgi (Trapani) e Carini-Aeroporto Falcone Borsellino. Ha anche condotto indagini sulla casistica delle Province di Palermo, Trapani ed Agrigento per due anni. E’ anche stato autore di molti avvistamenti fotografati e ripresi. Ha organizzatore numerosi convegni e skywatching, spedizioni investigative, archeologiche ed antropologiche. Interviste ed esperienze radiofoniche e TV Gabriele Lombardo è stato in radio diverse volte come ospite per parlare di temi ufologici, di contattismo, scie chimiche, storia, occultismo, esoterismo, ecc.. E’ anche stato più volte ospite di una TV Monte Lepre (Palermo), dove ha coo-condotto come ospite speciale due trasmissioni a tema ufologico-scientifico-misterico affrontando temi come: il Meteorite di Celiabynsk, area 51, Casistica regionale siciliana e Roswell. Egli è stato intervistato dalla trasmissione TV Voyager dove ha potuto esporre una personale tesi che collegherebbe i fenomeni di Canneto di Caronia con le frane del Messinese di qualche anno fa. E’ stato anche intervistato per la galleria di Tremmonzelli in Sicilia (dove avvengono strani fenomeni, avvistamenti UFO e combustioni spontanee correlate ad anomalie magnetiche ed impulsi elettromagnetici o microonde). Gabriele è anche stato ideatore e Conduttore radiofonico della trasmissione “Nuovo Millennio” che andava in onda ogni venerdì dalle 22:00 alle 00:00 su Radio Carini, e condotta insieme ad altre persone. Gabriele Lombardo è anche cittadino di “Asgardia“, la prima Nazione spaziale che attualmente è in trattativa per un seggio all’ONU ed effettua missioni spaziali automatizzate. Egli ha anche un diploma ad Honorem causa “in antichi culti e religioni” Rilasciato dalla chiesa Universale degli USA ed è autorizzato Press presso la stessa istituzione negli Stati Uniti. Ora è ricercatore indipendente e ha dato e continua a dare il suo contributo alla formazione ed il mantenimento delle attività della F.U.I. (Federazione Ufologica italiana), di cui è uno dei promotori e fondatori. Ruoli nella FUI e pubblicazioni Allo stato attuale è a Capo di alcuni dipartimenti ed è vice Capodipartimento di altri. Nel 2019, ha contribuito alla stesura del libro: Il Paradosso di Fermi. “Where is everybody?” Ricerca Aerospaziale Quaderno n. 4 – Anno 2019 insieme a Dario Del Buono, Francesca Maria Manoni, Giuliana Conforto, Giuseppe GM Quartieri, Laura Quartieri, Paolo Saraceno, Piercamillo Quercia. Gabriele Lombardo si occupa anche di analisi foto video, di investigazione dei casi UFO, di fenomeni ad essi connessi e di tutto ciò che è mistero o scienza, scrive articoli e libri. Mail personale: gabrielelomb75@gmail.com

2 pensiero su “Canneto di Caronia tra: Mistero, UFO e Scienza”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *